Home » MUSICA, PRIMO PIANO » Nuovo appuntamento con Giancarlo Passarella e il suo insuperabile format radio “Il Re del Gancio”

Nuovo appuntamento con Giancarlo Passarella e il suo insuperabile format radio “Il Re del Gancio”

Firenze. Uno dei programmi più richiesti, e trasmesso dalle piccole radio, è il format radio “Il Re del Gancio”, ideato e condotto dal super Giancarlo Passarella.  E’ dallo stesso autoprodotto e registrato per aiutare i giovani artisti italiani che non hanno occasioni concrete per promuovere la loro musica e per tutte le radio libere. Radio alle quali lo scorso 25 aprile, il sindaco di Torraca, centro del salernitano, Domenico Bianco, che nel quarantennale delle radio libre ha voluto dedicare una piazzetta del Centro storico proprio alle radio libere, aggiungendo anche la data storica del 1976, che sancì, con una celebre sentenza della Corte Costituzionale, la libertà d’antenna. Grande la soddisfazione di Giancarlo Passarella (alla quale aveva passato la notizia Antonio Diomede, energico presidente della R.E.A. Radio Televisioni Europee).

Torniamo allo show quotidiano di Passarella, giornalista fra l’altro direttore e fondatore dell’etichetta discografica indipendente “U.d.U. Records” (il Pippo Baudo del Rock per gli oltre 400 festival presentati), che è stato il primo in assoluto nel servizio pubblico a parlare di scouting. Già nel biennio 1986/87, infatti, mandava demo su Rai Stereo Uno, scoprendo Ligabue, Bandabardò, Irene Gran e tanti altri. Una voce storica dell’emittenza nazionale che oggi raggiunge 111 piccole emittenti italiane e straniere dando voce al nuovo che avanza. Nella foto lo vediamo al Volerock – Lunigiana Music Festival del 27 giugno 2015 nel corso del quale ha parlato di consulenza sulla contrattualistica discografica con il “Workshop sul marketing moderno nel rockbiz italiano: quali le nuove strategie promozionali?”.

Ecco quanto propone nelle puntate dal 2 al 6 maggio.

Lunedì 2 maggio

Primo brano è “Centerfold” del gruppo musicale statunitense The J. Geils Band, formatosi nel 1970, incidendo subito l’album, omonimo della stessa band. Ha raggiunto il successo negli anni 80 con il nuovo album (il decimo) “Love Stinks” e in seguito con “Freeze Frame” con il singolo “Centerfold” che ha posto il gruppo in cima alle hit parade. Nel 1984 è uscito il loro ultimo album intitolato “You’re Gettin’ Even While I’m Gettin’ Odd”. “Looking for a Love” è invece la loro ultima raccolta uscita nel 1997. E’ stato in attività dal 1967 al 1986 e dal 1999 al 2006.

Secondo brano è “Perché sorridere?!” ed è del gruppo rock alternativo Devocka, originario di Ferrara. Il brano è tratto dall’omonimo album del 2009, secondo interessante disco della band con Igor Tosi alla voce. “Noi ci ascoltiamo la title track (dice Giancarlo), perché è quella che ci fa pensare, sognare, riflettere, arrabbiarsi, volare pindaricamente, strisciare mestamente…”. Alternative rock al vetriolo. A quest’album ha fatto seguito nel 2012 “La morte del sole” (dal disco è tratto il videoclip “Non solamente un’apertura mentale”). “Dieci” è, invece, il titolo della raccolta uscita nel 2013.

Martedì 3 maggio

Il primo brano di oggi è “Legalize it” di Peter Tosh. Il suo vero nome era Winston Hubert McIntosh. Nato a Westmoreland il 9 ottobre 1944, è morto a Kingston nel settembre 1987. Peter Tosh è stato un cantante reggae (come ci ricorda appunto Passarella) con molto seguito a livello mondiale: in alcuni momenti, anche più di Bob Marley.

Secondo brano è “Kinky Reggae” dei Franziska, gruppo musicale reggae formatosi nel gennaio del 1996 nella provincia di Milano. Brano del primo periodo dei Franziska: nel frattempo il gusto e i riferimenti sono cambiati, complici gli efficaci rivoluzionamenti di organico, così come i metodi di composizione e arrangiamento delle canzoni. E’ stato in attività dal 1996 al 2009 Album incisi: “The lover 7”; “Special blend”; “In the mood”; “Hot Shot”; “Frnzsk”; “Party 7″; “Heb/Dun Wid Di Crime 7″; “Action”.

Mercoledì 4 maggio

Primo brano “ Io per lei” de I Camaleonti ed è tratto dall’omonimo album (il terzo, pubblicato il 30 maggio del 1968 dalla casa discografica CBS). E’ sicuramente la canzone più famosa di un gruppo storico della musica leggera italiana: partecipano al Festival di Sanremo del 1969 con questo brano, ormai diventato il loro cavallo di battaglia… Hanno incido undici 33 giri, due antologie 33 giri; sei cd (nel 2010 il cd live dei concerti in Italia “Camaleonti Live”) e ben trentanove 45 giri! Il 16 maggio 2014 hanno ritirato a Genova presso il FIM, la Fiera Internazionale della Musica, il FIM Award Premio Italia alla Carriera assegnato da CAPAM, Commissione Artistica per la Promozione dell’Arte e della Musica. Formazione: Livio Macchia (voce solista e basso), Antonio Cripezzi detto Tonino (voce solista, organo), Valerio Veronese (chitarre e voce), Massimo Brunetti (pianoforte, tastiere e voce), Massimo di Rocco (batteria).

Il secondo brano, invece, s’intitola “Only for the Rain crew” dei Rain, bolognesi che da anni raccoglie buoni successi. Nati nel 1980 ora sono: Mantis Le Sin (voce), Amedeo Mongiorgi (chitarra e voce), Alessio Amorati (chitarra e voce), Gabriele Ravaglia (basso), Andrea Fedrezzoni (batteria). Il successo del cd “HeadShaker” (su DreadSun Records per la Francia e su Rising Works per l’Italia) è bissato dal più recente “Mexican Way” (2013) che porta meritatamente la band hard rock in giro per il mondo.

Giovedì 5 maggio

Giancarlo Passarella ci fa ascoltare come primo brano “She works hard for the money” di Donna Summer. All’anagrafe è LaDonna Andre Gaines. Era nata a Boston il 31 dicembre 1948 (è scomparsa nel maggio 2012). Il brano che ci è presentato è del 1983 e riporta Donna Summer al terzo posto della classifica americana dei singoli più venduti.  Ricordiamo che la discografia di Donna Summer è composta da 17 album in studio pubblicati tra il 1974 ed il 2008. Il maggior successo lo ha riscontrato negli Stati Uniti e in Regno Unito, dove ha ricevuto numerosi dischi d’argento, d’oro e di platino. Il suo album di maggior successo è “Bad Girls” che ha venduto sette milioni di copie nel mondo, mentre il famosissimo brano “Hot Stuff”, singolo estratto dall’album, ha venduto oltre due milioni di copie. Da citare anche che ha inciso 2 album dal vivo, 5 raccolte e ben ottantuno 45 giri, l’ultimo dei quali “Paris With Love”, uscito nel 2010.

Il secondo brano è “Amber Lights” degli Old Man’s Cellar di Modena. Brano di punta del cd “Wine & Swines” che letteralmente va tradotto come vini e porci: un poco Guns’n Roses, un pizzico di Metallica e Thin Lizzy, ma soprattutto Metal Loaf, perché lui é un vecchio cantiniere… bello grasso! Insieme ai due fondatori del gruppo, Freddy (chitarrista, compositore, arrangiatore) e Ricky (cantante, autore testi e linee), troviamo Max (pianista, tastierista), Angelo (bassista) e Andrea (batterista). Nuovo album? “Damaged Pearls”.

Venerdì 6 maggio

Oggi gli ultimi due brani della settimana. Il primo brano è “Je so’ pazzo” di Pino Daniele. Una grande perdita (è deceduto a Roma il 4 gennaio 2015), visto che questa cantautore ha dato tanto alla cultura italiana. Cominciamo a canticchiare: …Je so’ pazzo je so’ pazzo / si se ‘ntosta ‘a nervatura / metto a tutti ‘nfaccia o muro / je so’ pazzo je so’ pazzo / e chi dice che Masaniello / poi negro non sia più bello?

Secondo, e ultimo brano, è “Valthellina” dei S.N.P. Stato Nervoso Precario, band storica del metal italiano residente a Berbenno, paesino della media Valtellina. Progetto metal nato nel 1990: in pratica sconosciuta in zona, la band ha una forte notorietà in tutto il mondo e da alcuni decenni, dimostrando che il rock non ha confini. Hanno inciso solo cinque album. Hanno inoltre pubblicato una cover dei Metallica, il brano “The Thing that should not be”, in alcune compilation di artisti vari. Componenti della band: Reggy Forenzi (voce, chitarra), Luca “Sceriffo” Berton (chitarra, cori), Pietro Rossi (basso, cori) e Sergio Bianchini (batteria).

Se gli artisti giovani proposti ti sono sconosciuti, cerca su MusicalNews.Com altre notizie su di loro: scrivi pertanto Devocka, Franziska, Rain, Old Man’s Cellar e S.N.P. Stato Nervoso Precario nel motore di ricerca che si trova in alto a destra. Scrivi uno di questi nomi accanto alla parola CERCA: se invece volete che la vostra radio del cuore mandi in onda gratuitamente il format Il Re del Gancio, manda una e-mail a info@ilredelgancio.it.

Nelle foto: Giancarlo Passarella al “Volerock – Lunigiana Music Festival” del 27 giugno 2015; Rain con il nuovo cd “Mexican Way”; banner IL RE DEL GANCIO.
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!