Home » NEWS FUORI REGIONE » Nino Buonocore è tornato con “Segnali di umana presenza”

Nino Buonocore è tornato con “Segnali di umana presenza”

Roma. Dopo i grandi successi di “Scrivimi” e “Rosanna”, Nino Buonocore torna con il nuovo album di inediti “Segnali di umana presenza”, a ben nove anni dal precedente.

“In questi anni, ho semplicemente vissuto – ha esordito – La musica va scelta e non imposta: avrei potuto continuare a comporre altre “Scrivimi” all’infinito come mi chiedeva la discografia, e che forse si aspettavano tutti, invece ho scelto di fare l’artista fino in fondo. Dopo il grande successo ho lasciato che fosse l’istinto e la passione per la musica a guidarmi, rifiutando di ripetere un unico clichè. Ho aspettato tanto per un nuovo disco per rispettarmi. In questi anni, posso dire di aver vissuto da uomo e ora mi sento pronto, da artista, a dare segnali di umana presenza anche oltre le Alpi e al di là dell’oceano”.

Il cantautore napoletano ha finalmente trovato terreno favorevole per “Segnali di umana presenza”.

“Questo mio nuovo album è anche per l’estero – ha rivelato il cantautore – L’ho cantato e registrato in portoghese, inglese, francese e spagnolo. Il mercato musicale trasloca ormai sul digitale, si sta globalizzando, e in Italia la discografia ufficiale è praticamente alla frutta, non c’è strategia, non c’è cura per il disco: ecco perchè ho aspettato nove anni per pubblicarne uno nuovo, pensando di uscire fuori dai confini”.

Sono dodici le nuove canzoni di questo lavoro che restituisce un mondo di emozioni e colori che è proprio del repertorio di Nino Buonocore: sono state realizzate in studio in quattro anni, poiché nulla è stato lasciato al caso, dai suoni acustici alla scelta degli strumenti e all’adattamento dei testi.

“Mi hanno sempre detto che ho un pubblico trasversale – ha sottolineato – Con questo disco voglio capire cosa significa trasversalità. Avrei potuto laurearmi e fare il medico ma ho scelto la musica per non avere rimpianti. Mi definirei un idealista”.

“Il lessico del cuore” è certamente la canzone che meglio delinea gli ambiti e i contenuti musicali del nuovo lavoro.

“Brano manifesto che, attraverso una elencazione dei difetti più evidenti della nostra civiltà, invita a dare più spazio ai sentimenti – ha osservato – Recupera anche quel modo di relazionarsi con gli altri, sicuramente più congeniale alla natura umana, sebbene da troppo tempo dimenticato”.

Le emozioni del disco sono nei ricordi di un’adolescenza in “Millenovecento73” (“É il racconto comune un po’ a tutti, con conflitti ma anche di meravigliose scoperte”), nella domanda: chi sarà “L’Uomo nuovo” (“Sembrerà un paradosso, ma oggi facciamo fatica a manifestarci per ciò che siamo. Siamo caduti in una omogeneizzazione totale in cui temiamo di essere migliori per non apparire fuori tempo e fuori luogo”), nella felicità di una nuova storia d’amore in “Tienimi stretto” (“La fase iniziale di un rapporto in cui tutti i progetti, nell’entusiasmo dell’innamoramento, sembrano meravigliosi e condivisibili, persino quando i presupposti lascerebbero pensare diversamente”), nei ripensamenti delle storie senza tempo di “La stessa” (“Celebrazione di un amore che dura da tanti anni, che nonostante qualche criticità, risulta praticamente incorruttibile”) e “Quello che immaginavi” (“Il resoconto di un percorso di vita il cui sviluppo sembra tuttavia non essere quello che ci si attendeva”); in “L’amore che non vedi” la ricerca di se stessi comincia dal nucleo in cui viviamo (“Spesso l’amore tra due persone contiene dei segnali inspiegabili, pressoché invisibili, che ne caratterizzano profondamente l’entità”); c’è “Serena” a dare espressione all’universo femminile tanto caro a Nino (“Il ritratto di una ragazza che sa ciò che vuole, sa cosa potrebbe riservarle il futuro e lotta faticosamente con un presente fatto spesso anche di piccole umiliazioni”).

“Oggi c’è poco tempo per tutto, per pensare, c’è poco tempo per vivere il nostro tempo – ha concluso – Bisognerebbe tornare ad essere delle persone, per incrociare uno sguardo e condividere un abbraccio”.
(Franco Gigante)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!