Home » NEWS FUORI REGIONE » Natale nel centro storico e Premio “Catacchio” 2017 del Circolo Filatelico “Rospo” di Massafra

Natale nel centro storico e Premio “Catacchio” 2017 del Circolo Filatelico “Rospo” di Massafra

Massafra. Sabato 16 dicembre, presso il Palazzo della Cultura si è svolta la diciannovesima edizione del “Natale nel centro storico” col Circolo Filatelico e Numismatico “Rospo”; organizzata con il patrocinio del Comune di Massafra, dell’assessorato alla Cultura, della Consulta delle Associazioni, e in collaborazione con Poste Italiane e la Federazione fra le Società Filateliche Italiane.

Coordinati dal presidente del Circolo, il prof. Nino Bellinvia, e dal segretario Nicola Fabio Assi, sono intervenuti il sindaco di Massafra, l’avv. Fabrizio Quarto; l’Assessore alla Pubblica Istruzione, l’avvocatessa Maria Rosaria Guglielmi; e la Referente di Poste Italiane per la Filatelia per Lecce – Brindisi – Taranto, Francesca Magnani.

Il Sindaco Quarto ha rammentato come i moderni strumenti di comunicazione, siano sì imprescindibili (perché rendono il collegamento immediato), ma al contempo sono freddi, al contrario della missiva tradizionale composta dal foglio di carta e dal francobollo, che invece sono oggetti tangibili e come tali veicolano storie e vissuti.

L’assessore Guglielmi, riferendosi agli alunni della 2^ G dell’Istituto “De Amicis – Manzoni” diretti dalla docente Maria Teresa Longo, si è detta compiaciuta del consueto coinvolgimento della scuola, poiché anche questo rappresenta un momento formativo.

La referente delle Poste ha espresso il suo plauso e la sua emozione per la manifestazione, ribadendo anch’essa la rilevanza del francobollo e sottolineando l’attività di Poste Italiane in campo filatelico.

Nel corso della manifestazione si è avuta la consegna del Premio “Catacchio”, dedicato allo scomparso giornalista filatelico tarantino Giovanni Catacchio, e assegnato a personalità degli ambiti culturale e sociale.

Lo hanno ricevuto, in ordine alfabetico: il prof. Roberto Caprara; l’accademico dei Lincei don Cosimo Damiano Fonseca; l’avvocato Giulio Mastrangelo; la dottoressa in Lettere e Filosofia Angela Resta Andreace; il dott. Francesco Resta, addetto stampa del Comune di Massafra.

Impossibilitato ad essere presente, il prof. Caprara ha mandato un messaggio di ringraziamento nel quale ha affermato che, dopo aver rifiutato molte proposte di premi, ha deciso di accettare quello conferitogli dal Circolo Filatelico perché la sua persona è stata associata agli altri premiati che rappresentano la crema della cultura massafrese, e perché il Circolo è intitolato ad Antonio Rospo, suo indimenticabile amico della giovinezza che negli anni Cinquanta è stato un collaboratore prezioso nell’organizzazione dei primi leggendari Palii della Mezzaluna.

Don Cosimo Fonseca esprimendo la sua gratitudine, in particolar modo perché Giovanni Catacchio fu un suo studente di Storia Medievale, ha indicato come il francobollo rientri nel campo della “sigillografia” dato che, essendo di carta e prescindendo dal virtuale, anche tramite di esso si potrà ricostruire la storia della cultura.

L’avv. Mastrangelo ha voluto ricordare alcuni dei grandi personaggi culturali di Massafra che purtroppo sono venuti a mancare.

La sig.ra Resta si è commossa e ha riferito che ancora non riesce ad organizzare e pubblicare quanto lasciato dal marito per via dell’elevata mole dei suoi lavori e dei documenti;

Infine il dott. Resta ha manifestato la propria meraviglia per la consegna del premio, soprattutto perché gli addetti stampa sono abituati a “lavorare dietro le quinte”.

I premiati sono stati omaggiati anche dell’ultimo libro del dottor Riccardo Catacchio, Paesi Miei – Tra la Lira e l’Euro.

In contemporanea alla manifestazione, si è tenuta l’apposizione dell’annullo filatelico (il cui bozzetto è un inedito dell’indimenticato artista Nicola Andreace), su due cartoline, una raffigurante un’opera pittorica del Principe russo Grigorevic Gagarin e l’altra riproducente una nicchia della chiesa barocca di Sant’Agostino disegnata dal tarantino Giuseppe Ferrara.

Inoltre è stata allestita una mostra, visitabile sino al 30 dicembre, nella quale hanno esposto Nicola Fabio Assi, Piero Caragnano, Franco Rospo, Vito Antonio Tocci e la 2^ G della “De Amicis – Manzoni”.

Nelle foto: i premiati e una delle due cartoline.
(Vincenzo Bolia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!