Home » IMPERIA, PRIMO PIANO » Napoli-Sanremo sola andata, grazie ai CC

Napoli-Sanremo sola andata, grazie ai CC

Sanremo. Si è conclusa con la sottoposizione a fermo di indiziato di delitto per rapina nei confronti di G. P., napoletano classe 1981, che da Napoli era salito sino alla città dei fiori con il preciso compito di rapinare un Rolex e poi sparire per tornare a colpire nel giro di poche settimane. Tutto quello che avevano gli uomini del nucleo operativo Carabinieri della compagnia di Sanremo era un parziale del numero di targa, una lettera e due cifre, il colore dello scooter, la descrizione del malvivente da parte della vittima e molta forza di volontà nel perseguire il reato. Partendo da questi dati è stata battuta la città con il fermo intento di trovare un riscontro utile alla prosecuzione delle indagini ed alla fine, nella tarda serata di ieri, è stato individuato il motorino. Con pazienza gli uomini del tenente Bonfanti si sono appiattati ad aspettare che si presentasse il legittimo proprietario, alias il bandito, a reclamare il suo scooter e così, dopo ore di attesa, il G. P.  si è finalmente avvicinato al veicolo, ha estratto le chiavi di tasca e le ha messe nel quadro…  Proprio in quell’istante i militari in borghese gli sono saltati addosso ed il ragazzo, da vero professionista, non si è imbarazzato nemmeno un attimo ma ha cominciato a correre a perdifiato nella speranza di riuscire a farla franca in extremis.
Raggiunti e catturato il ragazzo è iniziata una perfetta scenata in stile napoletano nella quale il gioco delle parti è fondamentale: “guardie e malamente” si mettono a confronto rispettando un copione non scritto nel quale il bandito tenta in tutti i modi di discolparsi per poi arrivare a capitolare davanti all’evidenza dei fatti e tentare di accattivarsi la  simpatia delle “guardie” nella speranza di ottenere uno sconto sulla pena.
Tra accertamenti e confessioni è venuto fuori che il G. P., per mantenere la famiglia, deve pur svolgere un lavoro ed il suo mestiere sono proprio i Rolex: vari precedenti nel nord Italia sono la carta di identità di questo bandito professionista e professionale che non sbaglia mai una preda e mette a segno colpi su orologi da 20.000 euro a salire… Per il resto non vale la pena di fare un viaggio sin da Napoli!
Individua le sue prede con attenzione, pianifica il colpo e con una mossa repentina strappa l’orologio dal polso del suo legittimo proprietario per poi immetterlo nel mercato organizzato della mala campana, godersi il bottino per un paio di settimane e poi tornare a colpire in un’altra città con un altro motorino che chiaramente non deve  essere in nessun modo riconducibile a lui.
Questa volta però al ladro è andata male e, a causa delle ferite sul braccio che ha provocato alla sua vittima, dovrà rispondere del reato di rapina così per come è stato abilmente repertato dai carabinieri che, particolarmente attenti ad ogni emergenza, hanno raccolto tutte le fonti di prova utili alla magistratura per infliggere al rapinatore una pena esemplare.
Ora la parola passa all’autorità giudiziaria che deciderà del prossimo futuro di G. P.  il quale, da vero uomo d’onore, è entrato in carcere chiedendoci di porgere le sue scuse alla ragazza e promettendoci che a breve la donna riavrà ciò che le è stato rubato…

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!