Home » EVENTI, SAVONA » Millesimo festeggia la festa della DONNA celebrando in arte la MODA

Millesimo festeggia la festa della DONNA celebrando in arte la MODA

Grandi preparativi a cura dell’associazione di Volontariato Renzo AIOLFI di Savona, per festeggiare la DONNA in una mostra tutta al femminile, con una rassegna artistica “Sulle trame di Penelope”, per questa edizione, dedicata alla moda con il titolo: “Camera della moda, ieri e oggi”.

Si suddivide in due mostre in cui espongono solo artiste donne residenti in Liguria: avranno luogo a Millesimo dal 3 al 10 marzo presso la Sala Consiliare del Comune, mentre a Savona dal 8 al 13 Maggio, presso la Sala Mostre della Provincia.


Un tema variegato ed interessante, che si è conquistato un posto di rilievo nella società contemporanea: ora una parte integrante del futuro di ogni giovane donna, ma un tempo, per la netta differenza tra le classi sociali, la moda era solo un privilegio dei “ricchi”.

Quanta sofferenza ed invidia avranno sopportato in miseria le donne povere, dedite principalmente al lavoro casalingo e dei campi, o a servizio presso i ricchi, ma sempre con dignità, lasciando solo cadere qualche lacrima di nascosto, per non disturbare e non attirare l’attenzione.


Il ricordo corre a mia nonna Nora, che gestiva la sua “Osteria del Pino” con mio nonno Pietro, in Riofreddo di Murialdo, e ad una foto del 1926, che la ritraeva in compagnia d’altri compaesani e loro famiglie, in un prato. Guardando attentamente la foto, in rigoroso e sbiadito bianco/nero, eroso dal tempo, ecco che si nota che le 4 donne ritratte hanno i vestiti creati con la stessa stoffa a fiori. Si, avevano comprato insieme la stoffa e mia nonna con la sua vecchia “Singer”  del 1910, che conservo ancora gelosamente, li aveva cuciti su misura per tutte.


Lei soleva dire a mia madre Tina, che ritornava dal lavoro a Roma, solo per il mese di agosto al paese in Liguria:

“Ricorda, piuttosto pane ed acqua tutto l’anno, ma per S.Rocco, un vestito nuovo, anche se creato in economia!”

Era la dignità degli anziani, che se pur poveri, volevano onorare, con fede e rispetto, il giorno più solenne dell’anno: la festa Patronale del 16 agosto.


Molti di loro, prima delle due guerre mondiali, nacquero e vissero nell’entroterra ligure, in montagna impervia, senza aver mai la possibilità di andare al mare: per loro un miraggio, data l’enorme distanza senza mezzi di locomozione, ma soprattutto senza denaro e tempo per concedersi una vacanza.

Avevano solo due vestiti per il lavoro settimanale ed uno per la festa e cerimonie, per andare alla Santa Messa domenicale, e la moda per loro, non certo esisteva, dato che le grandi città non le avevano mai viste e tanto meno, quali analfabeti, letto i giornali dell’epoca.

L’unica brezza di moda sorprendente, era quel vestiario bizzarro, lungo e con il corpetto attillato, da “nasino all’insù” altezzoso, sul quale si posava la larga tesa del cappello, pavoneggiato dalle mogli del padrone dei terreni e della Ferriera locale. Dalle loro mani tintinnavano pesanti monete verso il cestino dell’elemosina domenicale, mani con i guanti, che solevano stringere il manico di ombrellini parasole in lino bianco.

Questa era la moda quotidiana delle donne ricche, mentre per quelle povere, era solo consacrata per un giorno unico e speciale nella loro vita: il matrimonio.

Di rigoroso colore bianco merlettato, il vestito della sposa, con corredo, era preparato fin da bambine, dalle mamme, zie e nonne, e profumava di tradizione e di virtuose mani d’oro.


Questo ricordo mi ha ispirato la poesia e il quadro della mostra dedicata alla moda femminile.


La sposa al mare


Sei la bimba che l’amore ha coccolato

tradizione di Fede nel tempo amato.

É di mani d’oro il profumo familiare

e calore dove è brace del casolare.


Sei la ragazza che intreccia di seta

il ricamo della vita in poesia segreta

in un coro d’angelo, la voce candida

con il sorriso sulla bocca fulgida.


Sei la donna che nel vento spera

che non consumi mai la cera

per tessere d’emozioni il futuro

con sposo e bimbi, nido sicuro.


Sei la nonna che langue celata

nei rimpianti, antica e dolce fata

per stringere a sé la bianca luna

aspettando la pace e la fortuna.


By Simona Bellone – 2 marzo 2012



Nella foto in alto:

Quadro acrilico su tela 50X60 “La sposa al mare” di Simona Bellone

Foto del 1926 – Famiglie di Riofreddo di Murialdo – Savona

Foto tratta da:

Riofreddo, una piccola Inghilterra nel cuore dell’Alta Val Bormida

Libro di Simona Bellone – 1998

http://www.caarteiv.it/riofreddo/libro%20riofreddo%20promo.htm

Programma:


Sulle trame di Penelope “Camera della moda, ieri e oggi”

Millesimo, Sala Consiliare 3-10 marzo 2012

Inaugurazione, sabato 3 marzo, ore 16.00

Orario mostra dal giovedì al sabato dalle 16:00 alle 18:30

Espongono le loro opere le artiste:


Simona Bellone, Luciana Carragna, Antonietta Cavallero, Elisa Giacosa,  Franca Giugurta Moraglio, Cristina Mantisi, Giovanna Marrone, Ingrid Mijic, Ida Nicolucci, Daniela Olivieri, Pasqualina Poggio, Silvana Prucca, Valbona Ramo, Carmen Spigno, Lilia  Viriglio, Cristina Zipporri.


Con la partecipazione del Gruppo storico Città di Savona


Un ringraziamento corre doveroso al Comune di Millesimo che da diversi anni ci

ospita nell’occasione significativa della Festa Internazionale della Donna (8 marzo),

alla Provincia di Savona e Consulta Provinciale Femminile di Savona che hanno

concesso il loro patrocinio.


Mostra a Savona, 08.05.2012

Savona, Sala Mostre della Provincia 8-13 maggio 2012

Inaugurazione, martedì 8 maggio, ore 17.00

Espongono le loro opere le artiste:


Sandra Cavalleri, Anna Corti, Damiana  Ciferri, Maria Di Nitto,  Elena Frontero, Silvia Fucilli, Anna Gioia Del Fauro, Luisa Giovagnoli, Anna L’Altrella, Laura Macchia,  Rosanna  Mondino, Anna Morlotti, Nora Polenghi Quagliaroli, Ines Ponzone,  Laura Romano, Anna   Santoiemma, Cristina Sosio, Giovanna Sturniolo, Laura Tarabocchia, Aurelia Trapani.


Con la collaborazione dell’Atelier Frati di Savona e “Indaco” grafica – SV


Intervento musicale

“Ensemble Fuggilozio” Anna Delfino (soprano), Virginio Fadda (tiorba).

Programma

Barbara Strozzi “Amor dormiglione” Girolamo Frescobaldi “Così mi disprezzate” (Passacaglia) Vincenzo Calestani “Damigella tutta bella”


Associazione “R.Aiolfi” – Savona

http://aiolfiassociazione.blogspot.com/


Donne unite nel Decoro: ponte nel tempo e nello spazio

Liguria2000news – 6 marzo 2011

http://www.liguria2000news.com/donne-unite-nel-decoro-ponte-nel-tempo-e-nello-spazio.html


Ass. Culturale caARTEiv

http://www.caarteiv.it

(Simona Bellone)









Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!