Home » CULTURA, GENOVA, SAVONA » Massimo Sannelli presenta venerdì a Genova a Palazzo Ducale la sua ultima pubblicazione storica

Massimo Sannelli presenta venerdì a Genova a Palazzo Ducale la sua ultima pubblicazione storica

Albenga. L’affermato scrittore ed attore albenganese, Massimo Sannelli presenterà venerdì, nell’ambito dei “Venerdì a Paxo”, organizzati dall’ associazione genovese “A Compagna”, il libro “Filippo va a Genova” scritto grazie alla disponibilità del noto collezionista Vittorio Laura ed edito dal prestigioso Tormena editore.

L’appuntamento è per le ore 17 a Genova, a Palazzo Ducale (sala Borlandi – Società Ligure di Storia Patria, in piazza de Ferrari) dove a presentare il volume ci saranno oltre all’autore, il gruppo dei Venerdì da Compagna coordinato da Francesco Pittaluga, con Isabella Descalzo, Agostino Bruzzone e Luigi Lanzone.

“Si tratta – ci ha spiegato lo stesso Sannelli – di un antico manoscritto che narra una visita importante, quando Genova era grande.  Nel novembre 1702 il giovane Filippo V, re di Spagna, e nipote del  Re Sole, dopo una sosta a Voltaggio si ferma a Genova per qualche giorno, ospite a Palazzo Spinola di San Pietro , nel “lungo, e maestoso Borgo di San Pier d’Arena”. Lo stemma viene sostituito con quello del Re di Spagna, e così Palazzo Spinola diventa Palazzo Reale”.

La presentazione del volume è una occasione davvero interessante per conoscere un momento importante nel passato glorioso della storia di Genova.

“Un libro davvero sorprendente ed unico nel suo genere – dice lo scrittore ed editor Armando D’Amaro – quello scritto da Massimo Sannelli, classe 1973, albenganese di nascita ma genovese d’adozione. Sannelli ha infatti curato la riedizione di un antico testo. Si tratta della lettera di ragguaglio del passaggio di Filippo V di Borbone, re di Spagna, nell’allora Repubblica di Genova nel lontano 1702. Un libro raro e di grande interesse storico”.

Del volumetto ne esistono appena otto copie in Italia, sei si trovano a Genova, due nell’archivio storico della Biblioteca Berio e quattro nella Biblioteca Universitaria, una a Torino nell’Archivio di Stato, ed una, quella da cui ha “attinto” Sannelli di proprietà un privato, Vittorio Laura, noto collezionista di libri genovese che qualche tempo fa ha acquistato per caso questo piccolo volume, rivelatosi poi un tesoro storico. Ma le particolarità non finiscono qui, infatti il testo è da considerarsi come una sorta di pubblicità, fatta dalla Repubblica di Genova che fece una sorta di falso storico, pubblicando il libro come “scritto dal Signor N. al Signor N.”, ovviamente N. sta per nessuno e facendo pubblicare sul retro “stampato in Brescia, 1703, con licenza de’ Superiori”, creò un falso in quanto il volume venne invece stampato a Genova.

La visita di Filippo V di Spagna a Genova durò, nella realtà pochi giorni. Il Sovrano lasciò la città con un’ impressione altamente positiva. Il giovane monarca venne ospitato in un palazzo di un’irriconoscibile Sampierdarena, all’epoca minuscolo borgo marinaro di poche centinaia di abitanti, del tutto differente, come mostrano anche le bellissime illustrazioni d’epoca contenute nel volume. Il palazzo che ospitò Filippo V è oggi, anche se la maggioranza degli stessi genovesi lo ignora, la sede del Liceo Statale “Gobetti” che, nel 1702, per pochi giorni, diventò parte del Regno di Spagna!

Il libro, curato da Massimo Sannelli, in collaborazione con il collezionista ed esperto di libri antichi, Vittorio Laura, è edito da Tormena, che con questo volume ritorna a stampare con grande gioia e sollievo per tutti gli appassionati bibliofili che vedono in questa casa editrice un prezioso scrigno ricco di gioielli lucenti. Il libro è anche disponibile presso la “Libreria Bozzi” di Via Cairoli, la libreria più antica d’Italia, che mantiene la stessa sede dal 1810.

Massimo Sannelli, 40 anni compiuti da poco, nato ad Albenga ma genovese d’adozione, si è diplomato al conservatorio Paganini nel 1992, nel 1996 si è laureato in lettere all’Università di Genova con il voto di 110 e lode, suo relatore è stato il poeta genovese Edoardo Sanguineti. Dal 1997 al 2004 è stato redattore della rivista “Medioevo Latino”, dal 2002 collabora con “La Finestra Editrice” di Laives, dal 2011 collabora alla realizzazione di tascabili della collana fuori commercio “EdiTOIO”. Attivissimo anche nel mondo del cinema e del teatro, ha collaborato alla realizzazione del film “La bocca del lupo” di Pietro Marcello e, nel 2012, è apparso nel film “Kined irod ezt?”, opera prima di Fabio Giovinazzo e, nel 2013 recita nel film “Life span on the object in frame” del regista ucraino Aleksander Balagura, presentato alla selezione internazionale del FID di Marsiglia. Ha inoltre esposto in mostre d’arte personali a Roma e Mendrisio (Svizzera) oltre che in mostre collettive a Vicenza, Nizza e Roma. 
(Claudio Almanzi)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!