Home » NEWS FUORI REGIONE » Massafra. Studenti di vari istituti incontrano il giornalista scrittore Lino Patruno per parlare del suo libro “Io resto al Sud” (Adda Editore)

Massafra. Studenti di vari istituti incontrano il giornalista scrittore Lino Patruno per parlare del suo libro “Io resto al Sud” (Adda Editore)

Massafra. Venerdì 16 maggio alle ore 17.30 presso l’I.I.S.S. “De Ruggieri” via per Crispiano, gli studenti degli Istituti Comprensivi “De Amicis-Manzoni”, “Pascoli-Andria” e dell’I.I.S.S. “De Ruggieri” incontreranno il giornalista scrittore Lino Patruno per parlare del suo libro “Io resto al Sud” : Il libro è stampato dalla casa editrice Adda che è stata fondata nel 1963, proponendosi sin dall’inizio una linea editoriale tendente alla conoscenza e alla valorizzazione del ricco patrimonio storico-artistico del Mezzogiorno d’Italia. Dal 1984 l’azienda è condotta da Giacomo Adda.

L’incontro-dibattito sul libro tra gli studenti e l’autore Lino Patruno è stato organizzato da: Università Popolare delle Gravine Ioniche, Comune di Massafra Biblioteca Comunale Ass.to alla Cultura, Consulta delle Associazioni, IISS “De Ruggieri” e Istituti Comprensivi “De Amicis-Manzoni” e “Pascoli-Andria”.

Saranno presenti portando un indirizzo di saluto il Sindaco dott. Martino Tamburrano, l’Assessore alla Cultura e Associazionismo Antonio Cerbino e l’Assessore alla Pubblica Istruzione Giancarla Zaccaro.

Interverranno la presidente della UPGI prof.ssa Carla Gallo; le docenti Mariella Leogrande dell’IISS “De Ruggieri”, Maria Teresa Longo dell’I.C. “De Amicis-Manzoni”, Paola Cantoro dell’I.C. “Pascoli-Andria” e i loro alunni.

Coordinerà il giornalista Antonio Dellisanti.

Lino Patruno, all’età di 18 anni, inizia a dedicarsi al giornalismo e alla scrittura. Si laurea in Economia, con indirizzo sociologico. Nel 1966 entra nella redazione de “La Gazzetta del Mezzogiorno” di Bari e nel 1995 ne diventa direttore responsabile. Dal 1991 è docente alla facoltà di Economia dell’Università di Bari. Nel 2003 è docente al master di “Beni Culturali e Comunicazione” all’Università di Foggia. Nel 2007 è docente di “Scrittura giornalistica” al master di giornalismo Università di Bari e Ordine dei giornalisti di Puglia di cui è Direttore. Nel 2008 cessa la direzione del quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno” e diviene sulla stessa testata editorialista, titolare di una rubrica e autore di critica cinematografica. Vincitore di numerosi premi giornalistici tra i quali: “il Saint Vincent” per la campagna “Nobel al Salento”; Fondazione di S. Domenico sulla civiltà rupestre; “Giochi del Mediterraneo”; Campione dell’Ordine dei Giornalisti di Puglia; Bari-Franco Sorrentino. Autore di saggi, di interventi e relazioni sul giornalismo, è da sempre impegnato in un’intensa attività pubblica sui temi della storia, della cultura, della società e dell’economia del Sud, sviluppati nei libri “Alla riscossa terroni. Perché il sud non è diventato ricco. Il caso Puglia” – Editore Manni; “Alle sponde del Mediterraneo” – Adda Editore; “Bari vecchia” – Adda Editore; “Bari la città di San Nicola” – Mario Adda Editore; “Invito a Bari” – Mario Adda Editore; “Bari. Istruzioni per l’uso” – Mario Adda Editore; “Trani” (con Stefania Mola e Raffaele Nigro) – Adda Editore; “Invito in Basilicata” (con Raffaele Nigro) – Adda Editore; “Puglia meravigliosa” (con Ornella Cucci) – Capone Editore; “Puglia e Basilicata. La natura e i segni dell’uomo” – Editoriale Giorgio Mondadori; “Puglia e Basilicata. Mura, castelli e dimore” (con prefazione di Franco Cardini) – Edito dalla Banca Popolare di Bari; “Puglia e Basilicata. I luoghi e i gesti della fede” (con prefazione di Franco Cardini) – Edito dalla Banca Popolare di Bari; “Puglia e Basilicata. L’uomo e le sue tradizioni” (con prefazione di Franco Cardini) – Edito dalla Banca Popolare di Bari; “Fuoco del sud – La ribollente galassia dei Movimenti meridionali ” – Editore Rubbettino; “Ricomincio da Sud – È qui il futuro d’Italia – Editore Rubbettino e “Io resto al Sud”.

Libro, questo, per i giovani, scritto “a cuore aperto”, in stile chiaro, semplice, accattivante, cercando di guidare, informare, far ragionare gli studenti sul loro presente e sul loro futuro, attraverso vivaci spunti di attualità, cultura, economia. Vuole far comprendere perché il Sud è un pò meno sviluppato rispetto al resto del Paese, stimolando i giovani a sentirsi orgogliosi di essere meridionali, perché il Sud è bellissimo e pieno di tesori non conosciuti. E’ necessario che siano convinti che l’Italia potrà crescere solo puntando al Sud e sui suoi protagonisti.

Nelle foto: Lino Patruno; la copertina del libro “Io resto al Sud”; manifesto dell’incontro-dibattito.
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!