Home » NEWS FUORI REGIONE » Massafra. Secondo inceneritore bloccato. Il 17 febbraio incontro pubblico per affrontare gli aspetti legislativi e sanitari

Massafra. Secondo inceneritore bloccato. Il 17 febbraio incontro pubblico per affrontare gli aspetti legislativi e sanitari

Massafra. Nuovo incontro pubblico del “Comitato per la corretta gestione dei rifiuti” che si sta battendo contro il raddoppio dell’inceneritore. Raddoppio che è stato bloccato in quanto contrasta con le norme di attuazione del Piano Urbanistico Territoriale Tematico Paesaggistico (PUTT/P).

Per avere l’autorizzazione necessita della deroga al PUTT/P che va chiesta alla Regione previo parere obbligatorio di interesse pubblico da parte del Comune.

Il gestore minaccia ricorso.

Questo quando fa sapere  il comitato che invita i cittadini ad un incontro pubblico per affrontare gli aspetti legislativi e sanitari della questione.

E’ organizzato per domenica 17 febbraio (ore 19.00) presso l’Auditorium della Parrocchia di San Francesco di Paola.

Dopo il saluto del parroco don Giuseppe Oliva che gentilmente ospita l’incontro, interverranno l’ing. Luigi Ambruoso (farà una breve cronistoria), l’avvocato amministrativista Antonio Lupo e il medico pediatra dott.ssa Anna Maria Moschetti.

Modera Mariagrazia Solabate, membro del comitato organizzatore dell’incontro.

Da ricordare che in merito alla rovente questione del ventilato raddoppio dell’inceneritore richiesto dall’Appia Energy, si sono già tenuti diversi incontri, cortei e manifestazioni varie.

In tanti hanno affrontato da punti diversi argomenti ambientali e di corretta gestione dei rifiuti, per dire il loro “no” alla realizzazione della seconda linea della centrale, alimentata a cdr e biomasse.

Tra gli altri: Lucia Lazzaro di Mediterranea Consumo, Savino Lattanzio di Orizzonti Nuovi,  Giovanni Tammaro della Coop. Il Filo di Arianna; i consiglieri regionali Alfredo Cervellera di Sel e Michele Mazzarano del Pd; i capigruppo consiliari Maurizio Baccaro di Sel e Vito Miccolis del Pd; il capogruppo dei Verdi di Taranto Angelo Bonelli; l’esponente regionale di Legambiente Leo Corvace, Marcello Di Noi, direttore di Tarantoggi, ecc., nonché rappresentanti di varie associazioni e sindacati. Sulla legalità e il termovalorizzatore è intervenuto anche l’avv. Giulio Mastrangelo,  past president dell’Archeogruppo e cultore di Storia del Diritto Italiano presso l’Università degli Studi di Bari – II Facoltà di Giurisprudenza di Taranto,

Per informazioni rivolgersi a Savino Lattanzio del Comitato per la corretta gestione dei rifiuti”. E-mail: savinolattanzio@alice.it

Nelle foto la chiesa di San Francesco di Paola e il manifesto Madre-inceneritore.
(N.B.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!