Home » NEWS FUORI REGIONE » Massafra, problematiche del comparto agricolo

Massafra, problematiche del comparto agricolo

Massafra. Se verranno confermati i dati resi noti dalla Coldiretti, il Comune di Massafra sarà in prima linea a sostenere gli agricoltori.

Così il sindaco Fabrizio Quarto, l’assessore all’Agricoltura Raffaello di Bello e il consigliere incaricato alle Politiche Agricole, Vito Masi, dopo le notizie inerenti al calo produttivo in agricoltura.

I nostri agrumi – affermano gli amministratori - sono ottimi e richiesti sui mercati nazionali ed esteri per la qualità e bontà che posseggono. Porre la questione agrumi sotto paventati termini catastrofici, in questa fase delicata per il comparto agricolo, non giova all’intero settore. Pertanto chiederemo alla Regione Puglia la reale portata del fenomeno per valutare, insieme ai produttori e alle associazioni di categoria, le consequenziali misure da adottare.

Come amministratori locali – continuano sindaco, assessore e consigliere - siamo sensibili ai problemi inerenti all’Agricoltura e disponibili ad ogni confronto utile con tutte le istituzioni e associazioni di settore. Da anni il nostro territorio è oggetto di continui monitoraggi effettuati dalla Regione Puglia per evidenziare eventuali livelli di contaminazione presenti nella zona massafrese.

La superficie coltivata ad agrumeto, almeno per l’agro di Massafra – afferma Vito Masi - si è ridotta non a causa del virus “Tristeza”, che comunque è presente sul territorio, ma per le scelte oculate dei nostri agricoltori di effettuare cambi produttivi o di realizzare nuovi impianti con porta innesti resistenti a tale virus.  Le recenti politiche agricole comunitarie, sulla scorta della vecchia programmazione permettono, infatti, la realizzazione di nuovi impianti proprio con innovativi porta innesti, che entreranno in produzione nei prossimi anni. Questo ricambio varietale e queste scelte agronomiche sono solo frutto dell’intuito e della maestria dei nostri imprenditori ed agricoltori nell’affinare le tecniche di produzione agrumicola. Inoltre è errato associare la Tristeza al batterio della Xylella, di cui ancora oggi non si è saputo spiegarne l’origine.

Il sindaco evidenzia che un punto fondamentale nel rilancio del comparto agricolo è quello di una commercializzazione in grado di contrastare la competizione con altri paesi mediterranei produttori agrumicoli.

Tutto ciò – chiudono Quarto e Di Bello – passa dal dialogo continuo con le associazioni sindacali di categoria e dall’istituzione di un tavolo concertativo e di supporto all’Amministrazione sulle politiche agricole.
(A.N.F.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!