Home » NEWS FUORI REGIONE » Massafra. La storia del Palio della Mezzaluna nei ricordi del prof. Roberto Caprara

Massafra. La storia del Palio della Mezzaluna nei ricordi del prof. Roberto Caprara

Massafra. Si è di recente concluso il Palio della Mezzaluna 2015 e l’Archeogruppo “Jacovelli” ha opportunamente pensato di ricordare come esso nacque nel lontano 1957.

Martedì 27 ottobre nella sala principale del Palazzo della Cultura, introdotti dalla presidentessa Maria Renzelo, hanno preso la parola Roberto Caprara, Giulio Mastrangelo ed Antonio Pagliara: preceduto dal pensiero ad Orazio Santoro, il professor Caprara ha rammentato come, in seno all’originaria Pro Loco, egli, il fratello Attilio, Espedito Jacovelli e Paolo Catucci (coadiuvati da altri, tra cui Nicola Andreace e Tonino Rospo) ebbero l’idea di creare nel nostro paese un Palio similmente a quanto avveniva a Siena.

Il proposito era di dar vita ad un’esibizione in costume che commemorasse <<un pezzo di storia patria>>, e l’aggancio storico venne rinvenuto in un documento del Sacrista Giovanni Cordola presente nell’archivio della Collegiata di San Lorenzo. In esso si narra del respingimento dei turchi ad opera di un gruppo di massafresi e di altre genti provenienti da Taranto capeggiati dal Vescovo di Mottola Jacopo Micheli, presso la foce del fiume Tara il 22 settembre 1594.

Il luogo della battaglia e la presenza del Vescovo di Mottola, ha spiegato l’avv. Mastrangelo, sono da collegarsi alla circostanza per cui il territorio di Massafra, che al tempo era ben più ampio dell’attuale, doveva essere difeso – assieme al castello – oltre che dal feudatario anche dall’autorità religiosa (che al tempo usava spesso la spada assieme al Vangelo).

Il Palio della Mezzaluna, interrotto dopo il quinto anno per difficoltà economiche, fu un atto fondante della nostra comunità e vedeva gareggiare i rioni allora esistenti (Gesù Bambino, Imperiali, Pappacoda, San Marco, Santi Medici) non in una semplice rievocazione folkloristica bensì in un importante evento culturale e agonistico col quale culminava il Settembre Massafrese e che travalicava i confini locali.

Le vicende dell’originale Palio sono narrate, seppur in forma romanzata, nel vol. Il Palio della Mezzaluna del dott. Pagliara (edito nel 2007 dalla Dellisanti Editore) nel quale si può leggere un <<affresco della Massafra di fine anni ’50, rivissuto attraverso l’ideazione e la realizzazione appunto del Palio>>, con anche un accenno al passaggio in città della Torcia olimpica nel 1960.

Chi volesse approfondire il tema può consultare gli opuscoli Il Palio della Mezzaluna di don Cosimo Damiano Fonseca, 1594 – La Battaglia del Tara realizzato dal Liceo De Ruggeri e I Cinquant’anni del Palio della Mezzaluna a cura del Comune e dell’associazione Massafra Nostra, ed inoltre le relative sezioni de Il recinto dei ricordi – frammenti anni 1950/1980 di Paolo Catucci e Massafra anni Cinquanta, Il vissuto, La memoria anch’esso a cura del Comune e dell’associazione Massafra Nostra.

Poiché l’anno venturo si terrà la decima edizione del rinato Palio, per celebrarla si potrebbe pensare ad uno speciale annullo filatelico e alla pubblicazione di un libro che ne ripercorra la storia (con documenti, testimonianze e la riproduzione delle illustrazioni utilizzate per i manifesti e per i drappi dal ’57 ad oggi), eventualmente con l’ausilio di Giovanni Sanseverino in quanto memoria storica della manifestazione.

Nelle foto: un momento della conferenza ed un’opera di Nicola Andreace
(Nicola Fabio Assi)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!