Home » NEWS FUORI REGIONE » Massafra. L’Amministrazione comunale ha incontrato commercialisti, esperti contabili, tecnici, associazioni di categoria e sindacati per discutere della TARES 2013

Massafra. L’Amministrazione comunale ha incontrato commercialisti, esperti contabili, tecnici, associazioni di categoria e sindacati per discutere della TARES 2013

Massafra. Nella serata di ieri, 8 maggio, l’Amministrazione comunale ha incontrato commercialisti, esperti contabili, tecnici, associazioni di categoria e sindacati per discutere della TARES 2013.

L’incontro, come ha affermato il sindaco Martino Tamburrano, è servito a chiarire dubbi e procedure sull’applicazione del tributo 2013. Il sindaco, partendo dalla avvenuta “tassazione equa”, ha parlato di contatti con sindacati e associazioni di categoria per giungere ad una TARES, la più “fiscalmente giusta”. Ovviamente – ha continuato Tamburrano – siamo pronti ad accogliere ogni utile suggerimento per rendere più equo il tributo, anche perché la “giustizia fiscale” determina serenità. Il sindaco, oltre a rimarcare che sono state applicate tutte le esenzioni previste, ha preannunciato l’intenzione di dare vita ad una gestione diretta della fiscalità locale, così come ha dichiarato che, relativamente ai recapiti degli avvisi di saldo TARES 2013, non saranno sanzionati coloro che verseranno il tributo anche dopo la scadenza indicata su tali avvisi.

Di termine utile per i pagamenti della rata di conguaglio ha parlato il dirigente dei Servizi Economici e Finanziari, Simone Simeone: 30 giugno 2014.

Simeone ha risposto ai vari quesiti che gli venivano posti ed ha trattato argomenti come le liste ordinarie di aggiornamento, il portale del cittadino (a tal proposito ha rivolto un invito a registrarsi, così da evitare inutili attese presso gli sportelli degli uffici comunali dei tributi), le verifiche e gli accertamenti.

Il consigliere incaricato al Bilancio e Finanze, avv. Antonio De Giorgio, ha sottolineato il desiderio di partecipazione e il fermento generato dai minori trasferimenti ai comuni. Egli ha richiamato l’attenzione sulla lotta all’evasione, che è stata utile per stanare i “furbi”, e sulla TARSU, TARES e TARI. De Giorgio ha evidenziato come in una confusione normativa l’errore sia sempre in agguato, ma l’Ente comunale ha messo in campo tutte le sue risorse disponibili per risolvere tali errori, anche con la collaborazione fattiva dei cittadini. Infatti, ha continuato De Giorgio, da 5000 avvisi di accertamento inviati, sono scaturiti solo 30 contenziosi. Questi numeri – ha concluso il consigliere – denotano ampiamente una disponibilità del Comune a rettificare le inesattezze.

Ampio e partecipato il dibattito scaturito fra gli intervenuti, i quali hanno sottoposto ad un tiro incrociato di domande, alcune generali, altre specifiche, amministratori e dirigente.

Nella foto il consigliere incaricato al Bilancio e Finanze, avv. Antonio De Giorgio; il sindaco dott. Martino Tamburrano e il dirigente dei Servizi Economici e Finanziari, Simone Simeone.
(N.B.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!