Home » NEWS FUORI REGIONE » Massafra. Il 4 gennaio presso il Palazzo della Cultura presentazione de “Il libro dell’amore proibito” di Mario Desiati

Massafra. Il 4 gennaio presso il Palazzo della Cultura presentazione de “Il libro dell’amore proibito” di Mario Desiati

Massafra. Sabato 4 gennaio 2014, alle  ore 18.00, presso il Palazzo della Cultura, presentazione de “Il libro dell’amore proibito” (Mondadori editore) dello scrittore poeta e giornalista pugliese Mario Desiati. Presentazione, a cura della prof. Carla Gallo (vice presidente dell’UPGI) che avviene a cura dell’Università Popolare delle Gravine Ioniche (UPGI), Assessorato alla Cultura-Biblioteca Comunale e Consulta delle Associazioni in collaborazione con Lions Club Massafra-Mottola “Le Cripte”, Leo Club, FIDAPA, liceo “De Ruggieri”, libreria Im@n, Presidio del Libro, TOGA, l’ATO Puglia, Rotaract club Massafra, AIDO e CRI.

Indirizzi di saluto di Martino Carmelo Tamburrano, Sindaco della Città di Massafra, Antonio Cerbino Assessore alla Cultura e Loris Rossi Vicepresidente U.P.G.I.

Relaziona la prof.ssa Carla Gallo, Vice presidente U.P.G.I.

Coordina Annalisa Turi, presidente Leo Club.

Conclusioni dell’autore Mario Desiati.

In occasione dell’iniziativa, l’Associazione Trapiantati Organi A.T.O. Puglia in Protocollo d’Intesa con Lions e Leo del Club Massafra-Mottola “Le Cripte”, il Comune di Massafra e la A.S.L. di Taranto, in collaborazione con l’AMO e la Croce Rossa Italiana, provvederà alla raccolta delle espressioni di volontà per la donazione degli organi e tessuti.

Tornando al libro, da sottolineare che è ambientato in Puglia, terra di origine dello stesso autore Mario Desiati, che ne racconta anche tradizioni, cultura e paesaggio.

Desiati, nato a Locorotondo (BA), è cresciuto a Martina Franca occupandosi di cronaca politica e sportiva sui giornali locali. In seguito alla laurea in giurisprudenza, conseguita a Bari, ha lavorato in uno studio legale e pubblicato saggi sulla responsabilità civile. Nel 2003 si è trasferito a Roma dove è stato caporedattore della rivista Nuovi Argomenti ed editor junior della Mondadori editore. Dal 2008 ad ottobre 2013 si è occupato della direzione editoriale di Fandango Libri. Ha scritto e pubblicato poesie, antologie, saggi e romanzi per i quali ha avuto premi e riconoscimenti. Tra i suoi romanzi di maggiore successo si ricordano “Vita precaria e amore eterno” (Mondadori 2006), “Il paese delle spose infelici” (Mondadori 2008), da cui è tratto l’omonimo film di Pippo Mezzapesa e “Ternitti” (Monadori 2011), entrato nella cinquina finalista del Premio Strega, il più importante riconoscimento letterario italiano. Collabora con la Repubblica e l’Unità. Il suo ultimo lavoro “Il libro dell’amore proibito” racconta di la storia di una adolescente Francesco, detto Veleno, che si innamora irrimediabilmente e drammaticamente della sua professoressa di Educazione tecnica, Donatella.

Un caso questo che porterà il protagonista Veleno all’affidamento all’assistenza sociale, in quanto ancora minorenne e grossi problemi alla professoressa, oltre naturalmente allo scandalo cittadino. Elemento dominante è il desiderio, che coinvolge cuore e mente, portando a fare follie. Un amore che l’autore definisce “dispari” fatto di assenza, silenzio, distanza ma soprattutto differenza di mondi.

Per informazioni: upgi.massafra@libero.it

Nella foto la locandina dell’evento; l’autore Mario Desiati, finalista nel 2011 del “Premio Strega” con “Ternitti”, edito da Mondadori nella collana “Scrittori italiani e stranieri”.
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!