Home » NEWS FUORI REGIONE » Massafra. Ieri seduta consiliare con approvazione bilancio di previsione 2014 e bilancio pluriennale 2014/2016. Esposta la “Bandiera della Pace”

Massafra. Ieri seduta consiliare con approvazione bilancio di previsione 2014 e bilancio pluriennale 2014/2016. Esposta la “Bandiera della Pace”

Massafra. Ieri, venerdì 18 luglio, si è tenuta una nuova seduta consigliare. Diversi i punti discussi.

In apertura di seduta il presidente del Consiglio Giandomenico Pilolli ha dato comunicazione di due note: una inerente ai confini territoriali “Massafra – Crispiano – Statte” presentata dal Comitato Parco di Guerra e l’altra, proposta dal Comitato difesa cittadini, con la quale si chiede un interessamento, presso le autorità competenti, per la manutenzione di alcuni tratti della Strada Statale 7 Appia.

Il consigliere Maurizio Baccaro ha chiesto di esporre dalla sede municipale la “bandiera della pace”, come segno di contrarietà a tutti i conflitti nel mondo. Il consigliere Maurizio Ludovico ha comunicato la sua uscita dal gruppo consiliare del PDL, dichiarandosi indipendente. Ludovico ha criticato un partito verticistico, anche a livello locale, che non condivide, non partecipa e non compie “scelte”. All’unanimità dei presenti, il Consiglio ha approvato il punto inerente all’approvazione del progetto definitivo della costruzione della rete idrica in località Parco di Guerra anche ai fini espropriativi.

Il consigliere incaricato al Bilancio e Finanze, Antonio De Giorgio, ha relazionato sul Bilancio di Previsione 2014 e sul Bilancio Pluriennale 2014-2016. De Giorgio ha affermato che, nei ristretti margini concessi, la pressione fiscale è stata notevolmente alleggerita, con particolare attenzione per le fasce deboli della popolazione e per le attività produttive: esenzione del pagamento dell’addizionale Irpef per i redditi fino a €. 12.000,00; benefici fiscali per coloro che avviano attività nel centro storico; rimodulazione della TARI per le attività commerciali, artigianali ed industriali; eliminazione della TOSAP sui garage; contenimento al minimo del 10% della parte di imposizione TASI a carico dell’inquilino; riduzione dell’aliquota IMU allo 0,78% per gli immobili di categoria catastale C/1 e C/3 (laboratori e negozi) utilizzati direttamente dal proprietario come bene strumentale per la propria attività lavorativa; esenzione dall’IMU per gli immobili concessi in comodato gratuito in linea retta entro il primo grado fino a €. 500,00 di rendita catastale ed applicando l’aliquota dello 0,76 per la parte eccedente tale importo. De Giorgio, nel corso del suo certosino intervento, ha sottolineato che quest’anno, nella redazione del bilancio, è stato cambiato verso, nel criterio di coinvolgimento delle organizzazioni di categoria, intendendo stimolare l’imprenditorialità locale e la creatività culturale e turistica, attraendo, quanto più possibile, risorse finanziarie esterne. Altri punti trattati dal consigliere incaricato sono stati: la lotta all’evasione, la programmazione della spesa, l’avanzo di amministrazione pari a €. 5.938.548,00, accantonato per il Lodo CISA; la TARI (resa equa considerando i parametri superficie e componenti); il Bilancio Partecipato (per la prima volta a Massafra), che aveva l’obiettivo di raccogliere suggerimenti ed idee in vista delle scelte programmatiche che l’Amministrazione avrebbe dovuto compiere nel bilancio 2014. De Giorgio ha così concluso la sua relazione: il bilancio che spesso viene accusato di essere senz’anima e semplicemente pieno di freddi numeri, in fondo è lo strumento per comunicare con i nostri cittadini.

Le aliquote IMU saranno: 0,4% abitazione principale; 0,9% altri immobili; 0,76% immobili concessi in comodato gratuito oltre primo grado (oltre 500 €uro); 0,76% terreni agricoli non esenti; 0,76% laboratori e negozi. Il totale delle entrate per l’Anno 2014 ammonta a €. 105.977.779,28. Quelle tributarie sono di €. 17.874.000,00, le extratributarie €. 2.216.328,22, mentre quelle rivenienti da contributi e trasferimenti €. 3.622.029,06. La spesa complessiva è di 105.977.779,28 (spese correnti €. 23.072.893,46 e €. 74.607.780,00 di investimento).

Lungo e partecipato il dibattito che ne è seguito. Il consigliere Giovanni Ventura si è soffermato su alcuni suoi emendamenti presentati e non accolti, come quello sul compostaggio domestico e sull’ampliamento delle riduzioni previste per la TARI. Il consigliere Vito Miccolis ha affermato che nella relazione di De Giorgio avrebbe voluto sentir parlare meno di tasse e più di sviluppo, di giovani, di agricoltura e di anziani. Miccolis ha chiesto come mai, nonostante l’avvio della raccolta differenziata, dallo scorso anno già in alcune zone della Città, e ora in tutta Massafra, il costo/conferimento sia uguale al 2013, anzi, ha affermato Miccolis, si spenderanno circa 400.000 euro in più ed ha inoltre espresso parere negativo circa la vendita degli immobili comunali (strutture ex macello). Il sindaco Martino Tamburrano ha replicato al consigliere evidenziando gli interventi in favore dei meno giovani e gli sforzi fatti, nelle righe del Bilancio, per far risparmiare il cittadino. Il consigliere Giuseppe Cofano ha parlato di una relazione filosofica fatta da De Giorgio e di come aumenterà la pressione fiscale nel 2014. Qui – ha continuato Cofano – si sta facendo cassa a spese del cittadino e il programma triennale delle opere pubbliche è un libro dei sogni.

Il consigliere Fernando Pelillo ha parlato di un Bilancio partecipato e del più equo che potessimo proporre alla Città, spaziando dalla raccolta differenziata al volantinaggio selvaggio, dai Piani di Zona alla alienazione degli immobili. Il consigliere Nicola Zanframundo ha detto di un bilancio, nel complesso, positivo facendo qualche puntualizzazione sull’alienazione dei beni comunali. Ludovico ha evidenziato la bontà dei regolamenti presentati e l’accantonamento di somme per il lodo CISA, leggendo nel bilancio una grande attenzione al sociale. Il consigliere Cosimo Damiano Giannotta ha espresso voto favorevole al Bilancio del gruppo PDL, con l’impegno di registrare, da subito, la macchina amministrativo-burocratica. Maurizio Baccaro ha sviscerato costi e modalità della raccolta differenziata e del sistema tariffario puntuale, mentre il consigliere Antonio Laghezza ha chiesto maggiore trasparenza negli atti. Con 18 voti favorevoli e 2 contrari (5 assenti) il Consiglio ha approvato il Bilancio di Previsione 2014 e il Bilancio Pluriennale 2014/2016.

Nella foto un momento del consiglio comunale. In primo piano la bandiera della Pace, esposta come segno di contrarietà a tutti i conflitti nel mondo.
(N.B.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!