Home » NEWS FUORI REGIONE » Massafra. Festa del lavoro con spettacoli organizzati da Residenza Teatrale e Gruppo Teatrale SPI

Massafra. Festa del lavoro con spettacoli organizzati da Residenza Teatrale e Gruppo Teatrale SPI

«Un inno al lavoro. Il lavoro è un progetto di vita. È il futuro, ma anche il passato e il presente che lo costruiscono. La fatica è solo dovere e sfruttamento. Questo progetto nasce dall’esigenza di dare risposta ad un bisogno sociale sempre più tragicamente impellente e si celebra a ridosso del 1° maggio per celebrare, con gli strumenti del teatro, una giornata che rischia altrimenti di perdere un senso».

La Residenza Teatrale (Teatro Le Forche), in collaborazione con la Cgil e lo Spi-Cgil “Luigi Morea”, in occasione della “Festa del Lavoro”, ha voluto fortemente promuovere un’iniziativa ad hoc, intitolata “Lavorare non stanca”, articolata in diversi momenti.

A fare da apripista, domenica 29 aprile, lo spettacolo di teatro canzone per il lavoro “Lavorare con lentezza” che la compagnia Radicanto porterà in scena nel Teatro Comunale, con inizio alle ore 20.00 con Maria Giaquinto, Antonella Genga, Giuseppe De Trizio e Claudio Prima.

«Lo spettacolo racconta le realtà lavorative del nostro paese nella  forma del “Teatro Canzone”, un’alternanza di canzoni e monologhi o, più precisamente, di parti cantate e recitate.

“Lavorare con lentezza” (titolo di una famosa canzone del cantautore pugliese Enzo Del Re) si sviluppa intorno alle tematiche del mondo del lavoro e alle sue attuali criticità, con particolare riferimento ai temi scottanti della precarietà, dell’immigrazione, del lavoro delle donne, fino alla tragedia delle “morti bianche”».

Il costo del biglietto intero è di 10 euro, ridotto 8 euro. Info e prenotazioni: www.teatroleforche.com; 0998801932.

Lunedì 30 aprile, invece, alle ore 18.30, nel Palazzo della Cultura (nei pressi di Piazza Garibaldi), si terrà invece un incontro-dibattito, che sarà moderato da Maria Luisa De Toma, giornalista freelance, al quale interverranno: Antonio Vigilante e Gennaro Balzano, ricercatori in Dinamiche formative ed educazione alla politica dell’Università di Bari (dipartimento Scienze Pedagogiche), che tratteranno rispettivamente i temi “Non violenza e diritto al lavoro, la pedagogia della liberazione: Danilo Dolci e lo sciopero al contrario” e “La dimensione interpersonale del lavoro nell’ottica di Giuseppe Di Vittorio”; Alfredo Ferrara, dottorando di ricerca in Filosofie e Teorie sociali contemporanee all’Università degli Studi di Bari che affronterà l’argomento “L’identità personale all’epoca della flessibilità”. Concluderanno: Eva Santoro, segretario generale Spi-Cgil Taranto, e Filomena Principale, segretario Cgil Taranto.

I contributi dei relatori saranno completati da letture a cura degli attori Ermelinda Nasuto e Giancarlo Luce.

Martedì 1° e mercoledì 2 maggio, infine, nel Teatro Comunale, andrà in scena lo spettacolo teatrale “1861 La Presa della Canonica” di Antonio Pagliara, a cura del Gruppo Teatrale Spi Massafra. Ingresso alle ore 19.30, sipario ore 20. Info: 3341096687.


Il progetto rientra nella rassegna Teatri della Memoria della stagione 2011 – 2012 “Scenari in Rete”, promossa dal “Teatro Le Forche”, nell’ambito di “Teatri Abitati: una rete del contemporaneo”, finanziato dal FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) Asse IV azione 4.3.2, affidato dalla Regione Puglia Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo al Teatro Pubblico Pugliese.

Nelle foto la locandina dello spettacolo “Lavorare con lentezza” e una scena dello stesso spettacolo.
(N.B.)



Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!