Home » LA POSTA » Massafra continua ad essere sporca e la raccolta differenziata a giugno ha raggiunto un misero 4,8%

Massafra continua ad essere sporca e la raccolta differenziata a giugno ha raggiunto un misero 4,8%

Il Segretario Pd Massafra, Imma Semeraro, ci ha fatto pervenire, unitamente a diverse, questo comunicato che pubblichiamo.

Massafra continua ad essere sporca e la raccolta differenziata a giugno ha raggiunto un misero 4,8%: il che significa che in discarica finisce ancora il 95,2% dei rifiuti!

Ad un mese dalla nostra iniziativa sulla situazione della raccolta differenziata e sulla sporcizia presente in città, la situazione non è cambiata.

Persistono ancora cumuli di rifiuti in città, persino su strade principali e vicino a monumenti; c’è scarsa pulizia ed ancora si riscontra la presenza di blatte e scarafaggi.

Le basse percentuali di raccolta differenziata e l ‘esasperazione dei cittadini raccontano bene di come le nostre denunce e proposte per migliorare il servizio, siano state recepite malamente dall’Amministrazione di destra.

Nel centro storico, in città, nelle periferie, i cittadini si lamentano della scarsa igiene, della sporcizia e della scarsa qualità del servizio di raccolta differenziata.

Siamo convinti che, a breve, quando arriverà la stangata della TARES i cittadini aggiungeranno alle lamentele, la protesta per gli alti costi di questi servizi!

Il centro destra, ancora una volta, incurante della crisi, metterà le mani nelle tasche dei Massafresi e farà pagare loro somme elevate a fronte di un servizio inefficiente ed antieconomico: ricordiamo, infatti, che solo riducendo la quantità di rifiuti che finiscono in discarica, ovvero, differenziando i rifiuti, è possibile pagare meno per la tassa sui rifiuti.

Se l’amministrazione di centro destra non vuol comprendere l’importanza sociale, ambientale ed economica di questa tematica, non può tuttavia pensare di continuare ad affrontare la situazione con soluzioni raffazzonate ed improvvisate, scaricando il costo sociale del tutto sui cittadini!

Deve ascoltare le loro proteste e le loro proposte ed affrontare in modo programmatico il tema raccolta /costi rifiuti così come avrebbe dovuto ascoltare ed accogliere le proposte avanzate dal PD, in sede di approvazione del regolamento della Tares, per rendere più equa la tassazione per le fasce più deboli, per le famiglie, per i commercianti, artigiani ed imprese.

Un mese fa, una piazza V. Emanuele gremita di cittadini massafresi ha ascoltato, più che interessata, due sindaci di paesi limitrofi, parlare del proprio sistema di programmazione della raccolta rifiuti e dei benefici economici della differenziata: quando ascolteranno dalla voce del loro Sindaco discorsi altrettanto edificanti?

Ad oggi, non solo non vediamo migliorare le condizioni della nostra città, ma siamo ancora in attesa di capire dal centrodestra cosa vuole fare e come vuole gestire i rifiuti a Massafra, secondo quale logica e criteri.

Non si può liquidare l’argomento con il rilascio di dichiarazioni e/o conferenze stampa indette ad hoc: è necessario e doveroso affrontare la tematica nel luogo istituzionale più importante, ovvero, il Consiglio Comunale.

Chiediamo, pertanto, all’amministrazione di indire, al più presto, un nuovo Consiglio Comunale monotematico sul tema.

Massafra lì, 24 Luglio 2013

Imma Semeraro

Segretario PD Massafra


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!