Home » NEWS FUORI REGIONE » Massafra. Celebrata la Ricorrenza del 25 Aprile 2014. Il sindaco ha anche rivolto un pensiero ai due marò Girone e Latorre

Massafra. Celebrata la Ricorrenza del 25 Aprile 2014. Il sindaco ha anche rivolto un pensiero ai due marò Girone e Latorre

“Massafra è città aperta e fortificata sia nello stemma comunale, sia nei suoi abitanti, che attuano valori quali la solidarietà, l’indipendenza, la legalità e il dialogo. I massafresi conoscono molto bene le conseguenze di tutto ciò e lottano contro improvvisati capipopolo che forse hanno come unico obiettivo urne e non futuro. Poter agire con scienza e coscienza … questa è l’autentica libertà. Chi occupa posizioni diverse deve dialogare e non strumentalizzare”.

Così il sindaco Martino Tamburrano, questa mattina, ha aperto il suo discorso commemorativo sull’importante appuntamento del “25 Aprile”.

Il corteo cittadino, dopo essersi formato presso la casa comunale ed aver percorso Corso Italia, è giunto in Piazza Vittorio Emanuele per la deposizione di una corona di alloro al Monumento ai Caduti.

Erano presenti: autorità civili, militari e religiose, l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, l’Associazione Carabinieri, la Sezione Combattenti e Reduci, la Sezione Invalidi e Mutilati di Guerra, la Società Operaia, l’ANMIL, l’Istituto Nazionale per la Guardia D’Onore alle Reali Tombe del Pantheon, la Sezione della locale Protezione Civile; rappresentanze: Distaccamento SP2  Marina Militare, Croce Rossa Italiana, Gruppo MASCI, Istituto d’Istruzione Superiore Statale “C. Mondelli”.

Il sindaco Tamburrano, nel corso del suo intervento, ha rivolto un pensiero ai nostri due marò Girone e Latorre, ricordando che il Consiglio comunale ha fatto propria la delibera della Giunta comunale finalizzata a sostenere l’attivazione di un arbitrato obbligatorio ai sensi della convenzione ONU sul diritto del mare, per la soluzione dell’annosa controversia.

Il sindaco ha ricordato coloro che con il tricolore stampato sul petto agiscono per la libertà e per la conquista della pace anche al di fuori dei confini nazionali.

Tamburrano ha affidato la conclusione del suo discorso ad una frase di Benedetto Croce: “La libertà al singolare esiste soltanto nella libertà al plurale”.

Per la prima volta, a Massafra, la celebrazione del “25 Aprile” ha visto l’intervento dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia.

Il vicepresidente, signora Leo, nel corso di un intenso e conciso saluto, si è soffermato sul valore della resistenza e sugli uomini e sulle donne che abbracciarono la lotta per far trionfare la libertà e la democrazia, riportando a conclusione del suo intervento, una pertinente citazione di Piero Calamandrei.

Nella foto un momento della commemorazione del 25 Aprile.
(N.B.)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!