Home » GENOVA, LA POSTA » Massacro del giornalista inglese Mark Covell: una domanda al segretario del Coisp

Massacro del giornalista inglese Mark Covell: una domanda al segretario del Coisp

Riceviamo e pubblichiamo la nota indirizzata al segretario provinciale di Genova del sindacato Coisp.

Genova. Pubblicate spesso lettere del Coisp, ultima ieri sui poliziotti della stradale in abiti civili nella quale il segretario Matteo Bianchi definisce i poliziotti “da sempre fiore all’occhiello dell’Amministrazione”.

Mi piacerebbe sapere come la pensa lo stesso Matteo Bianchi sull’archiviazione  della causa penale contro i 20 poliziotti che nel luglio 2001 durante il G8 “massacrarono di botte un giornalista inglese”. Il giornalista Mark Covell nell’autunno scorso vinse la causa civile ottenendo un risarcimento di 350 mila euro, ma per il tentato omicidio invece, grazie all’omertà dei poliziotti, non fu possibile individuare gli operatori di polizia autori materiali dell’aggressione.

Signor Bianchi, sono fiori all’occhiello anche questi pseudo-poliziotti (e quelli che li hanno “protetti”) o mele marce da cacciare dalla Polizia? Quale la presa di posizione del Coisp?

(Lettera firmata – Genova)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!