Home » NEWS FUORI REGIONE » Marietta Di Sario in cammino… a Laus e la Saletta

Marietta Di Sario in cammino… a Laus e la Saletta

Carpi. Abbiamo avuto modo più volte di parlare di Marietta Di Sario. Anzi. Come ricordano bene i nostri lettori, è stata lei a parlare con noi. E questa volta la sua riflessione ci porta con lei in cammino a Laus e la Saletta (*).

Marietta, lo ricordiamo ai nostri lettori (ha compiuto 61 anni il 6 giugno) è invalida al 100% agli arti inferiori e superiori, a causa degli effetti devastanti della poliomielite che l’ha colpita quando aveva solamente quattro anni. Da allora è costretta a vivere inchiodata su una sedia a rotelle e dipende completamente dagli altri in tutto e per tutto (quello che scrive, lo fa con le mani di amici disponibili). Eppure di vitale importanza è per lei l’affetto che riceve in modo incondizionato dai suoi cari e dai tanti amici. Anni fa dalla Lucania si trasferì a Carpi, in terra emiliana, dove ha ritrovato la serenità, tra le pareti domestiche della sua amatissima sorella Carmela, del mio carissimo cognato Rocco e affezionatissimo nipote Antonio. La gioia di vivere in famiglia è per lei una sensazione molto speciale. E’ vero, riceve tanto dagli altri, ma sono proprio gli altri a ricevere molto di più da lei.

Leggiamo quanto ci ha scritto.

“Ho sempre pensato alla vita come a un viaggio e, nel mio caso, come a un viaggio su due ruote! Mi piace molto pensare al viaggio come metafora della vita!
Ciascuno di noi percorre passo dopo passo la sua strada. Esistono percorsi più lunghi, altri più brevi, tratti di strada più aridi e difficili, altri più agevoli e semplici… ognuno porta con sé il proprio fardello esistenziale e le proprie apparenti sicurezze.

La strada è certamente il luogo più reale che esista ma mettersi in viaggio come pellegrino è il modo più reale che esista per affrontare il nostro cammino più importante, la nostra vita. Il pellegrino é un uomo di speranza, che segue un fine e che cammina verso luoghi santi.

Non sempre riusciamo a guardare alla vita con gli occhi del pellegrino ma, quando accade, riscopriamo la bellezza di guardare a ciò che viviamo e a ciò che crediamo di possedere come a un dono, perché nulla ci appartiene veramente.

Momenti, come questo, in cui ci mettiamo effettivamente in cammino, hanno proprio la potenza di farci sperimentare come dovremmo vivere la nostra esistenza tutti i giorni.

Il pellegrinaggio è anche un tempo di grazia che ci permette di fermarci e di ricaricare la “batteria”, è un tempo senza tempo in cui siamo chiamati a fare bilanci, la contabilità è quella del cuore.

È per questi motivi che il pellegrino cerca di raggiungere un luogo dove il divino ha lasciato un segno, dove Dio, o la Madonna o un santo si è manifestato e ha reso sacro, più sacro di altri, un pezzo di terra. Un luogo dove si è fermato un pezzo di cielo.
Il viaggio verso i luoghi mariani, in modo particolare, come quello di questi giorni a Laus e La Salette, più di altri sembra riportarci a quando eravamo bimbi, quando la mamma era il nostro tutto, il nostro mondo. La mamma celeste non ci ha mai lasciati soli e ha continuato nei secoli ad accompagnare l’umanità ferita e bisognosa! Partire per visitare dei luoghi speciali come Lourdes, Fatima, Laus, La Salette e tanti altri ancora diventa, a un certo punto, per una donna ed un uomo di fede, un bisogno naturale. A differenza di altre mete mariane, Laus e La Salette sono luoghi per me sconosciuti ma nello stesso tempo non completamente nuovi. Ho la certezza che mi sentirò a casa! É una sensazione bellissima che auguro a ciascuno di voi di vivere.

Vorrei ringraziare gli instancabili volontari dell’Unitalsi che, grazie alla loro presenza e al loro servizio, permettono a tanti ammalati di mettersi in cammino e di vivere l’esperienza indimenticabile del pellegrinaggio.

Un grazie speciale al presidente e al vicepresidente della nostra sottosezione che abbiamo il piacere di avere con noi in questa esperienza di fede, prego la Vergine Maria perché li protegga e li custodisca nell’amore perché sempre illuminati dallo Spirito Santo nelle scelte, nelle decisioni da prendere e nell’operare.

Non da ultimo, sono grata per la presenza di Sua Eccellenza Francesco Cavina che incarna la presenza viva della Chiesa nel nostro camminare.

Ad ognuno di voi assicuro le mie preghiere e il mio affetto”.

Laus 3/6/2016

(Marietta Di Sario)

Alcune informazioni.

Il santuario Notre-Dame du Laus sorge nel cuore delle Alpi francesi. È stato fondato da una pastorella, Benoîte Rencurel, su richiesta della Madonna. Per 54 anni, Benoîte ha ricevuto la visita della Vergine Maria, degli angeli e perfino di Cristo in croce, il quale le ha rivelato il suo profondo amore per tutti noi. Le apparizioni, dal 1664 al 1718, sono state riconosciute dal Vescovo di Gap et di Embrun nel maggio 2008, e il processo di beatificazione di Benoîte è attualmente in corso al Vaticano.

Il santuario Nostra Signora di La Salette sorge nel comune francese di La Salette-Fallavaux, dipartimento dell’Isère, vicino a Corps. Qui la Chiesa cattolica venera Maria, in seguito alle apparizioni che avrebbero avuto, il 19 settembre 1846, due ragazzi, Maximin Giraud e Mélanie Calvat.

I due pastori, impressionati, riferiscono al parroco Louis Perrin, che ne parla nella predica informando a sua volta l’arciprete di Corps, Pierre Mélin, il quale riferisce al vescovo di Grenoble, Philibert de Bruillard, il 4 ottobre. La notizia della presunta apparizione si diffonde rapidamente. Jean-Maximin Giraud, il padre di Maximin, che non era affatto credente, si converte l’8 novembre. Il primo pellegrinaggio avviene il 24 novembre, guidato dai due ragazzi. Il 31 maggio 1847, al pellegrinaggio in cui viene posta una croce sulla montagna, partecipano 5.000 fedeli.

Nella foto scattata a Laus, Marietta Di Sario (sulla carrozzella al centro) insieme  a pellegrini e volontari Unitalsi ascolta il vescovo mons. Francesco Cavina.
(N.B.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!