Home » CULTURA, SAVONA » Luigi Colli ha presentato i suoi due romanzi liguri

Luigi Colli ha presentato i suoi due romanzi liguri

Albenga. Mattinata con l’autore ad Albenga dalla giornaleria della stazione ferroviaria di piazza Matteotti: ad ospitare il romanziere Luigi Colli è stata infatti la storica, celebre ed ospitale rivendita di Aldo Cacace.

Colli, piemontese d’ origine, che vive da 12 anni a Quiliano, è oggi un editore- scrittore che si prefigge l’obiettivo di incuriosire i lettori e far conoscere la storia del popolo che più di tutto ha fatto penare i Romani durante la loro conquista, ha presentato il più recente volume “Stirpe di eroi” ed il suo precedente romanzo “Liguri”.

“Queste due storie- ci ha spiegato Colli- sono strettamente collegate. Se il primo romanzo è dedicato alla storia degli antichi liguri e culmina con la deportazione di gran parte di questa popolazione da parte dei Romani tra il 182 ed il 180 avanti Cristo, il secondo narra le vicende di questi stirpe di eroi in epoca mediovale. Ma entrambi i racconti sono incentrati su storie che offrono l’occasione per parlare degli usi e costumi di questo popolo”.

Colli, che non ha certo la pretesa di essere uno storico, prima di scrivere ha comunque per molto tempo studiato con passione la storia dei Liguri ed ha approfondito molti aspetti caratteristici che vengono presentati in queste due prime puntate di una saga che sicuramente avrà un seguito.

“È’ stato lo spirito indomito degli antichi liguri – aggiunge lo scrittore- ad ispirare entrambi i romanzi. Un popolo che, grazie al commercio dell’ ambra, comunicò con tutto il mondo allora conosciuto, dal mare Baltico al lontano Oriente. Un popolo che osò ribellarsi al grande potere di Roma conquistatrice. Il racconto di “Liguri” è un’avventura intrigante, che affonda le radici nelle vicende dell’Italia del secondo secolo a. C”.

Molte sono le accurate descrizioni di personaggi, usi, costumi, ambienti e luoghi del misterioso ed audace popolo. Il territorio, oggi compreso nella provincia di Savona, è il teatro delle vicende dei protagonisti del libro: alcuni reali e altri immaginari. Il tesoro cartaginese di Magone Barca, fratello di Annibale, e la battaglia di Albium Ingaunum (Albenga) fanno parte delle testimonianze storiche.

“Proprio Albenga ed il suo comprensorio – conclude Colli – insieme alla Val Bormida sono lo scenario dove si muove Ligurio l’indomito eroe, per combattere, con strategie da guerrigliero Lucio Emilio Paolo e Publio Cornelio Cetego.

Nel secondo romanzo invece il protagonista è Antar, discendente di Ligurio, precettore di Federico II di Svevia e del sultano Al Malik. Un intellettuale che cerca, tra il 1217 ed il 1221, di far dialogare fra loro Cristiani e Maomettani con l’obiettivo di porre fine alla guerra.

Colli per tutta la mattinata ha dialogato con molti lettori che sono passati in giornaleria firmando autografi e spiegando il percorso di studi e di approfondimenti che lo hanno poi portato a scrivere questi due interessanti ed appassionanti romanzi.
(Claudio Almanzi)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!