Home » ALTRI SPORT » Loris Capirossi. ‘65, la mia vita senza paura’

Loris Capirossi. ‘65, la mia vita senza paura’

Loris Capirossi, 308 gare disputate, 99 podi conquistati, 29 volte vincitore, tre titoli mondiali in bacheca. Molti sono quelli che nel corso della sua carriera hanno provato a raccontarlo cercando di tirarne fuori l’essenza, il carattere… Ma questa volta è lui, Loris Capirossi, a prendere la parola per dirla tutta e raccontarsi.

A cuore aperto. Come mai ha fatto prima d’ora. E affidando la sua voce alla capace penna di Simone Sarasso, scrittore, ma prima di tutto suo grande tifoso dal suo esordio nel motomondiale, in un lungo viaggio appassionante ripercorre la sua carriera e non solo. “65, la mia vita senza paura” è più che una biografia di uno sportivo, un racconto.

Una storia cominciata in mezzo alla polvere delle colline romagnole di Borgo Rivola e proseguita grazie al suo talento e ai sacrifici della sua famiglia, del padre Giordano e della mamma Patrizia, sulle piste, prima quelle italiane e poi di tutto il mondo. Una carriera quella di Capirossi lunga oltre un quarto di secolo capace di attraversare tre epoche del motociclismo e di confrontarsi in tutte le classi del Motomondiale raccogliendo, come è lui stesso ad ammettere meno di quello che avrebbe potuto con il suo talento.

Nelle quasi quattrocento pagine del libro, corredato anche da alcune significative fotografie che impreziosiscono il racconto, esce il lato più autentico di Loris Capirossi. C’è il Motomondiale. Ci sono le sfide, i duelli ma soprattutto gli amici, il Dottor Costa, le gioie, il dolore, le ossa rotte e le delusioni. Una vita per la moto quella di Capirex che scorre come un fiume nella pagine di “65, la mia vita senza paura” e si legge come un romanzo che saprà far rivivere ed emozionare tutti quelli che ne hanno seguito le gesta sportive o chi vuole oggi conoscere uno dei piloti italiani che hanno lasciato il segno nelle corse e che continua a vivere fra le pieghe della velocità, visto che Loris ha smesso di correre alla fine del 2011 ma è rimasto nel paddock e dopo essere stato safety advisor e commentatore per Sky oggi è il rappresentante Dorna in direzione gara.

Lo stile di scrittura è incalzante, leggendolo ci troviamo di fronte ad una biografia che vuole farsi romanzo, e per farlo sceglie una presa diretta lunghissima, che parte da prima che Loris nascesse e ripercorre i debiti di famiglia per correre, il primo incontro con Fausto Gresini, l’incidente con Harada, l’incontro con Ingrid, la MotoGP

“65 – La mia vita senza paura” oltre che essere un libro ben scritto, è il romanzo della vita di un grande campione, vita sportiva e vita privata di un uomo innamoratissimo e marito di Ingrid, papà orgoglioso di Riccardo e oggi – dopo aver salutato i tifosi in sella a una Ducati con il numero 58 in onore del compianto amico Marco Simoncelli – rappresentante Dorna in Direzione Gara nel Motomondiale.
(Lara Calogiuri)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!