Home » NEWS FUORI REGIONE » L’inaugurazione dello Iat in piazza Vittorio Veneto e di un percorso ciclabile in zona Conca d’Oro, a chiudere la sagra del mandarino

L’inaugurazione dello Iat in piazza Vittorio Veneto e di un percorso ciclabile in zona Conca d’Oro, a chiudere la sagra del mandarino

Palagiano (Ta). Il taglio di due nastri, a chiudere la 26° edizione della festa della clementina palagianese. Il primo, in piazza Vittorio Veneto, per lo Iat, l’Ufficio di Informazione ed Accoglienza Turistica.

Prima, un momento di discussione, nell’auditorium comunale, con gli interventi del sindaco Antonio Tarasco e dell’assessore alle Politiche Agricole Vincenzo Nardelli. A Dario De Leonardis, presidente della Pro Loco, che ha organizzato l’iniziativa, con fondi comunali, il compito di fare un bilancio dell’evento: “Soddisfatti, perché si è trattato di un’edizione sperimentale, peraltro organizzata in poco tempo e con poche risorse umane. Ma è servita per riaccendere i riflettori sulle clementine e per preparare il terreno alle edizioni future, forti dell’esperienza maturata quest’anno”.

A Giovanni Colonna, quale rappresentante di PugliaPromozione, il compito di spiegare l’importanza dello Iat. “E’ una vetrina aperta sul territorio, necessaria a monitorare la domanda e l’offerta turistica di un’area, che ha capacità ricettive e, soprattutto, tutte le potenzialità per garantire accoglienza. Alla Pro Loco, poi, il compito di gestire questo ufficio, avvalendosi della carta dei servizi, nel segno dell’innovazione, facendo rete con il territorio e con gli altri Iat, puntando anche alla collaborazione tra pubblico e privato”.

A portare i saluti dell’Unpli Puglia, il componente della giunta esecutiva Renato Bruno. Dall’auditorium comunale, in piazza Vittorio Veneto, quindi, per la benedizione dello Iat, impartita da don Giuseppe Ciaurro. Lo stesso, che, domenica mattina, ha celebrato la santa messa nella chiesetta di Conca D’Oro, prima che fosse inaugurato il percorso ciclabile, realizzato, come lo Iat, con fondi del Gal “Luoghi del Mito”. A sperimentarlo per primo, il gruppo sportivo “G.S. Ciclistico Palagiano”.

“L’inaugurazione di questo percorso – ha detto don Giuseppe – è il segno di un’accoglienza reciproca, intesa come opera di misericordia ed occasione di contemplazione del volto di Dio Padre”.

Al vicesindaco Vincenzo Nardelli, affiancato dai consiglieri comunali Vittorio Gentile e Maria Grazia Mellone e dal Direttivo della Pro Loco, il compito di tagliare il nastro. L’itinerario “Conca d’Oro”, come spiegato dallo stesso Nardelli, “costituisce un circuito che, immerso nel paesaggio agrario della piana costiera di Palagiano, nei pressi di Chiatona, attraversando aranceti, vigneti ed uliveti, si conclude nei pressi dell’insediamento rurale Conca d’Oro”.

Qui, nei pressi dell’omonima masseria, si è provveduto alla riqualificazione dell’area break, attraverso la sostituzione della pavimentazione esistente con masselli in calcestruzzo e l’installazione di tavoli e panche, cestini portarifiuti e rastrelliere per biciclette. E’ stata, così, realizzata una zona picnic ed un’area di sosta per amanti della bike e non solo.

Poiché l’iniziale finanziamento Gal è stato integrato di ulteriori 50mila euro, per un importo complessivo di circa 100mila euro, a breve si provvederà anche all’inserimento di cartellonistica e segnaletica stradale e alla pulizia del bordo stradale e delle cunette su ambo i lati della strada, lungo l’intero percorso ciclabile.

Nella foto inaugurazione percorso ciclabile
(Maria Florenzio)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!