Home » NEWS FUORI REGIONE » Lezioni con nutrizionista e veterinario a Scuola in fattoria

Lezioni con nutrizionista e veterinario a Scuola in fattoria

Castellaneta. La Cia, nell’ambito del progetto Scuola in Fattoria, proseguendo con le attività svolte in collaborazione con gli Istituti Comprensivi di Castellaneta “F. Surico” e “Pascoli-Giovinazzi”, ha chiuso l’anno scolastico organizzando lezioni in classe con la nutrizionista Barbara Neglia e con il veterinario Sebastiano Tinelli.

Nei giorni scorsi le classi della scuola primaria hanno potuto assistere a lezioni della nutrizionista dott.ssa Neglia che ha parlato dell’importanza della corretta alimentazione e delle corrette abitudini alimentari; sono state proiettate diapositive relative alle proteine animali e vegetali. É stata evidenziata la necessità di fare una buona colazione al mattino per affrontare la giornata con la giusta energia e di mangiare tanta frutta e verdura; in particolare bisogna consumare prodotti di stagione e colorati, poiché ogni prodotto contiene sostanze utili all’organismo. L’obiettivo è quello di consumare alimenti che rientrano nella dieta mediterranea, definita patrimonio dell’Unesco. Dalle lezioni è emersa la necessità di svolgere tali attività formativa anche con i genitori, che molto spesso hanno perso le buone abitudini delle precedenti generazioni di preparare piatti semplici, affidandosi a merendine e altri prodotti pre-confezionati che molto spesso sono responsabili dell’obesità infantile.

Le lezioni svolte con il veterinario dott. Sebastiano Tinelli sono state utili per far conoscere ai bambini alcuni animali della fattoria e l’origine di prodotti quale il latte e i formaggi. É stata evidenziata l’importanza di consumare latte fresco che conserva elementi nutritivi importanti che a volte si perdono con i processi ad alta temperatura per la conservazione del latte per un periodo lungo. Il dott. Tinelli si è soffermato anche sull’origine dei nomi dati ai prodotti: il caciocavallo é il cacio che si conserva appeso a coppie a cavallo di un bastone, tipico dell’Italia meridionale; la mozzarella deve il suo nome all’operazione di mozzatura compiuta per separare dall’impasto i singoli pezzi durante la lavorazione artigianale. É necessario abituarsi ai gusti dei formaggi sin da piccoli, è opportuno preferire formaggi acquistati direttamente in fattoria rispetto a quelli venduti negli ipermercati; preferire formaggi di animali che pascolano (le mozzarelle sono di colore giallo); tutto ciò incide positivamente rispetto alle malattie cardiache. Nel corso della lezione si è parlato delle api e del processo della produzione di miele.

Durante le lezioni numerose sono state le domande poste dagli alunni.
(Franco Gigante)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!