Home » BACHECA WEB, PRIMO PIANO, SAVONA » L’Enpa raccomanda: “Per favore, non toccate i piccoli di capriolo…”

L’Enpa raccomanda: “Per favore, non toccate i piccoli di capriolo…”

Savona. Protezione Animali, Provincia ed Ambiti di caccia rinnovano l’appello a non toccare e soccorrere cuccioli di capriolo e daino trovati nei boschi e nelle campagne; anche se sembrano soli, non sono stati affatto abbandonati e non bisogna assolutamente toccarli e nemmeno avvicinarli se per caso se ne incontrano, perché la presenza dell’uomo rischia seriamente di compromettere le possibilità di sopravvivenza di questi giovani animali che solo apparentemente sono lasciati soli dalla madre che resta sempre nelle vicinanze e torna da loro appena possibile.

Per questo è molto importante allontanarsi immediatamente se si vedono nei prati piccoli di capriolo o di daino. E la probabilità di incontrarli in questo periodo cresce perché maggio e giugno coincidono con la stagione delle nascite di queste specie, diffuse in quasi tutte le aree boschive e rurali della provincia. I piccoli cervidi sono difesi dai possibili predatori dall’assenza di odori particolari in grado di attrarli e dal mimetismo del loro manto. Le madri, confidando su queste protezioni naturali dei piccoli, si allontanano temporaneamente da loro, lasciandoli in apparenza soli e indifesi, per alimentarsi, o in caso di pericolo, come l’avvicinarsi dell’uomo; ed i loro svezzamento artificiale rappresenta sempre, oltre ad una fatica non indifferente per i volontari, anche una grossa incognita sul loro futuro che, senza gli insegnamenti e gli anticorpi materni, sono spesso destinati ad una breve esistenza. Il prelievo non autorizzato di fauna selvatica è un illecito penale e quello di caprioli e daini (ma anche cinghiali) è sanzionato con un’ammenda sino a 1.500 euro di competenza del tribunale.

Intanto ieri i volontari dell’Enpa hanno dovuto farsi carico del primo cucciolo di capriolo, trovato vicino ad una casa in frazione San Bernardo sulle alture di Savona. E sono ormai quasi 300 i soggetti di fauna selvatica ferita o in difficoltà soccorsi quest’anno dall’associazione, senza alcuna certezza di contributi della Provincia che, per legge, è tenuta a garantire il servizio.
(C.S.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!