Home » BACHECA WEB, SAVONA » L’Enpa denuncia fucilate illegali nella cava di Pallare

L’Enpa denuncia fucilate illegali nella cava di Pallare

Savona. Mentre i politici liguri stanno facendo i salti mortali per riaprire la caccia, chiusa perché nella stesura del calendario venatorio non hanno rispettato le leggi pro-caccia che essi stessi avevano approvato, un rapace protetto è caduto nella cava di Pallare (SV) in valle Bormida, colpito da una fucilata.

A soccorrerlo, al posto della Provincia inadempiente, sono stati come sempre i volontari della Protezione Animali savonese; aveva un’ala trafitta dai pallini e si sta facendo il possibile per curarlo, riabilitarlo e liberarlo a guarigione avvenuta, se riuscirà a sopravvivere.

E’ una femmina di gheppio, uccello rapace che si ciba principalmente di topi ma anche di piccoli uccelli e grossi insetti e si appropria spesso dei nidi dei corvi, contribuendo quindi alla loro limitazione. La specie è in lento declino numerico ed assolutamente protetta; una delle sue maggiori caratteristiche è quella di fare lo “spirito santo”, cioè di stare fermo nel vento con ali e coda aperti a croce; difficile quindi non distinguerlo in volo ed ancora più incomprensibile quindi che sia stato colpito per sbaglio. In libertà può vivere fino a 15 anni circa, fucilate permettendo. 
(C.S.)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!