Home » CULTURA » Le femministe hanno affittato il cervello?

Le femministe hanno affittato il cervello?

Savona. Negli ultimi tempi, mi sono chiesta spesso come mai le femministe tacciano sulla questione dell’utero in affitto. Sinceramente, mi aspettavo cortei, proteste, rivendicazioni riguardo il corpo della donna che non può essere usato come una merce.

Invece, tutto tace, escluso qualche flebile gemito.

Eppure, prendere un ovulo da una donna (meglio se bianca, sana e bella), inserirlo fecondato nel corpo di un’altra (che può essere anche orientale o di colore), crescere un feto che diventa bambino, indi consegnarlo a chi lo ha commissionato, è una mostruosità.

La donna è usata come una mucca fattrice di vitelli, poi portati al macello. Forse anche peggio, perché, almeno per un po’, la mucca può leccare e allattare il suo vitellino e questi ne può trarre conforto. Mi viene in mente un libro che avevo letto in gioventù sugli esperimenti che i nazisti facevano sul corpo delle donne…[1]

E non mi importa che a ordinare e ritirare figli a comando siano coppie eterosessuali o omosessuali, per me non cambia nulla!

Non mi importa neppure se queste donne siano state comprate (schiavitù) o lo facciano per convinzione.  Quale convinzione, infatti, ci può essere nell’abbandonare una creatura che è stata un pezzo del nostro corpo per nove mesi, il cui cuore ha pulsato in noi, che si è nutrita del nostro sangue, che non potremo abbracciare e sostenere quando sarà malata o quando qualcuno l’avrà offesa?

Neppure la mucca sceglie di abbandonare il suo vitellino.

Perché, dunque, non si grida all’obbrobrio?

Forse, perché le femministe (ma esistono ancora, dopo che è stata sdoganata la prostituzione e resa, nel silenzio, l’unico sistema sicuro per avere successo?) sono donne di sinistra.

Esse hanno paura a criticare la sinistra. Una sinistra che negli altri cerca la perfezione e così pure nelle cose da fare che non sono mai abbastanza di “sinistra”, sempre incurante del fatto che con il suo comportamento dà, ogni volta, il governo in mano alla destra.

Per sé, invece, la sinistra autorizza qualsiasi comportamento spregevole come quando si partecipa alle primarie e, se il risultato non è quello che si vuole, si presenta un altro candidato alle elezioni.

Ma questo è molto peggio. Non c’è pari nella mostruosità.

Io non penso affatto che due genitori maschi oppure femmine non possano educare un figlio. Gli studi hanno dimostrato che non è importante il sesso del genitore che si prende cura, essenziale è l’amore e l’interesse per il bimbo. (D’altra parte, valutando gli esiti dell’educazione eterosessuale, altri tipi di genitori non potranno fare peggio!) Di solito, la salute psichica del figlio dipende anche dalle problematiche psicologiche dei genitori. Certamente, nella nostra società conservatrice e chiusa, gli omosessuali devono subire tante umiliazioni e, probabilmente, avranno qualche problema psicologico. Dunque, se desiderano essere genitori formativi, saranno senz’altro capaci di farsi seguire da uno psicologo e risolvere i loro problemi.

Il sistema giusto, però, non può essere ordinare un bimbo a una fattrice!

Non conosco la situazione dei bambini adottabili in Italia, ma so che nel mondo, causa fame, malattie, guerre, ci sono milioni di creature abbandonate negli orfanotrofi. Perché non adottare un bambino che già esiste, che soffre, che ha bisogno di tutto? Non sarebbe un modo sublime di essere genitori, di sviluppare le proprie sensibilità affettive, facendo del bene ad altri, diversamente condannati a morte?

Non è questo che la Sinistra dovrebbe sostenere in una visione attuale e globale del mondo?

Si batta, piuttosto, perché anche le coppie omosessuali e i single possano adottare. Sarà una lotta per la vita, non la creazione di droni con una quantità indefinita di madri e padri…

E le femministe, se non hanno affittato il cervello, si ricordino che il corpo della donna non è una fattoria.
(Renata Rusca Zargar)
http://senzafine.zacem-online.org/#home

[1] La casa delle bambole Una adoloscente nell’inferno di un campo di concentramento, Ka-Tzetnik 135633, Arnoldo Mondadori (Oscar)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!