Home » EVENTI » Le “mani in pasta” con il progetto “Scuola in Fattoria”

Le “mani in pasta” con il progetto “Scuola in Fattoria”

Castellaneta. Nell’ambito del progetto “Scuola in Fattoria”, con gli alunni della scuola Primaria “G. Pascoli”, la Cia (Confederazione Italiana Agricoltori del Comprensorio Occidentale di Castellaneta) ha realizzato i laboratori di cucina in collaborazione con l’Istituto Alberghiero “Mauro Perrone” di Castellaneta.

Per l’occasione gli alunni della classi quarte, accompagnati a turno dalle rispettive insegnanti Melita Ciulli, Maria De Benedictis, Antonietta Di Cillo, Carmela Losito, Patrizia Milillo, Marika Patarino e Patrizia De Vietro, hanno preso parte ai laboratori sviluppando il tema della pasta fatta in casa, di tagliatelle di vario colore, di  cavatelli, tagliolini, ravioli e crepes salate e dolci. I laboratori si sono svolti con l’ausilio degli chef Donato Loberto e Giuseppe Caffé con la collaborazione di Loredana Perdicchia per la Cia, oltre a diversi tecnici della scuola. La loro esperienza ha consentito la preparazione di piatti semplici e tradizionali partendo dalla farina, impastata dai bambini con uova, verdure e altri prodotti.

L’educazione alimentare passa anche dalla lavorazione degli alimenti e dalla realizzazione di ricette sane dal punto di vista nutrizionale. La costituzione di un laboratorio di cucina destinato ai bambini fornisce, infatti (come ci ha detto il giornalista Franco Gigante che la seguito il progetto) un momento formativo e ludico di particolare rilevanza. L’esecuzione di semplici ricette, legate anche alla tradizione alimentare del nostro territorio, offre la possibilità di svolgere azioni fondamentali, nella preparazione dei cibi, come lavare, tagliare, affettare, tritare, pelare, impastare, amalgamare, sbattere, azioni che purtroppo si stanno lentamente perdendo, con l’aumento di semipreparati o di ricette che non richiedono queste abilità. È quindi fondamentale offrire ai bambini queste opportunità e infatti molti di loro sono rimasti affascinati da questo mondo.

In cucina è stata utilizzata la farina proveniente dal mulino Ca.Me.Ma di Altamura (visitato dagli alunni nei giorni precedenti i laboratori) che utilizza grano locale proveniente da produttori della Puglia. La Cia crede molto nella sana alimentazione ed è per questo motivo che organizza simili iniziative, anche per cercare di far comprendere l’opportunità di consumare prodotti locali che non hanno fatto lunghi viaggi, ciò serve anche a sostenere l’economia delle nostre aziende agricole.

Inoltre, l’opportunità di poter consumare verdure fresche di stagione è un altro elemento che la Cia mette in campo organizzando queste attività e dimostrando che preparando nella maniera giusta i bambini, contrariamente a quanto creduto, riescono a mangiare con gusto le verdure utilissime per la loro crescita.

Al termine, dopo aver collaborato tutti insieme a lavare gli arnesi da lavoro, la foto di gruppo con i piatti realizzati e, dopodiché, i presenti hanno potuto degustare i vari tipi di pasta realizzata con le proprie mani, con la stessa metodologia di quella usata in alcune famiglie che conservano queste buone abitudini alimentari.

Ormai è il terzo anno che questa esperienza presso i laboratori viene vissuta con i bambini, ogni volta riscuote un notevole successo; l’auspicio è quello di continuare con queste attività che riteniamo valide per la formazione dei bambini di oggi che saranno i futuri cittadini del domani.
 (N.B.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!