Home » CULTURA, PRIMO PIANO, SAVONA » La tesi di Sandro Pertini presentata a Loano, ritrovata a Firenze e pubblicata dopo 88 anni

La tesi di Sandro Pertini presentata a Loano, ritrovata a Firenze e pubblicata dopo 88 anni

Loano. Una mattinata dedicata al ricordo del più amato fra i Presidenti nella storia della Repubblica Italiana, si è svolta nella  Sala Consiliare di  Palazzo Doria a Loano, dove è stato presentato il volume “Sandro Pertini – La cooperazione” curato dall’Associazione AMES  (Associazione per lo studio del mutualismo e dell’economia sociale) in collaborazione con Lega delle Cooperative Liguria.

Alla presenza di un gran numero di docenti e studenti delle classi quinte della Ragioneria e dei Geometri dell’Istituto “Falcone” di Loano, il libro è stato presentato dal curatore Sebastiano Tringali, coordinatore scientifico dell’Ames (Associazione per lo studio Mutualistico e dell’ Economia Sociale).

Sono intervenuti anche con interessanti relazioni Silvano Bozzo (presidente dell’AMES), Gianluigi Granero (Presidente Lega Coop Liguria) ed il sindaco di Loano Luigi Pignocca. L’incontro pubblico è stato promosso dall’Assessorato al Turismo, Cultura e Sport del Comune di Loano con il patrocinio della Fondazione Sandro Pertini.

“E’ stata una importante occasione – hanno detto gli organizzatori – per divulgare la pubblicazione, curata da Sebastiano Tringali con la prefazione del professor Paolo Fabbri, della tesi di laurea discussa dall’allora ventottenne Sandro Pertini, nel 1924 all’Istituto di Scienze sociali Cesare Alfieri di Firenze”.

La tesi del Presidente Pertini si occupa soprattutto di mettere in luce l’importanza della Cooperazione come mezzo per riscattare la classe operaia ed emancipare i lavoratori dallo sfruttamento.

La pubblicazione del volume è un evento editoriale importante in quanto si pensava che questo documento fosse andato perduto. Al contrario ottantotto anni dopo la sua scrittura, grazie a Roberto La Marca e Alessandro Chiabra, che lo hanno riscoperto nella Biblioteca Umanistica dell’Università degli Studi di Firenze ed Sebastiano Tringali, che ne ha curato l’edizione, il libro è stato pubblicato.

“L’Ames – ha detto Silvano Bozzo – ha deciso di pubblicare questa tesi di Laurea, non solo per rendere omaggio a un Padre della Repubblica, ma perché si tratta di una lezione sorprendentemente valida, nella sua essenza, anche per gli studi di oggi”.

I vari relatori hanno anche messo in luce l’importanza della Cooperazione nello sviluppo del nostro Paese: “Una tesi lucida, chiara nel linguaggio, didattica – ha scritto Fabio Fabbri nell’introduzione al volume – nella proposizione di uno dei fondamenti della teoria classica ricardiana, della regolazione dei fattori di rendita – capitale (produzione e consumo), prezzo, salario e profitto – nell’ambito del ciclo economico, che Pertini privilegia con spirito illuminista verso lo sbocco nell’ economia sociale. È stata una scelta la sua, se non esclusiva, certo in netta distinzione rispetto alle teorie liberiste e dell’impresa privata capitalistica, che «del profitto fa un uso privato». «Non rifiutiamo il capitale, rifiutiamo il capitalismo», scrive il giovane socialista. Oggi si potrebbe aggiungere, anzitutto, la sua degenerazione finanziaria”.
(Claudio Almanzi)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!