Home » LA SPEZIA, NEWS, PRIMO PIANO » La Spezia, Lotta alla contraffazione: sequestrati migliaia di profumi contraffatti, denunciato un operatore economico cinese

La Spezia, Lotta alla contraffazione: sequestrati migliaia di profumi contraffatti, denunciato un operatore economico cinese

La Spezia. Nel corso della costante attività di controllo dei traffici commerciali provenienti dall’Estremo Oriente, sebbene nell’ultimo anno solare sia stato registrato un forte decremento di merci contraffatte  in transito presso il porto spezzino, i militari della Guardia di Finanza operanti all’interno dell’area portuale, con la collaborazione dei funzionari dell’Ufficio delle Dogane, continuano incessantemente l’opera di tutela dei diritti di proprietà intellettuale e dei marchi registrati nella Comunità Europea.

Significativo, in questo comparto, è il sequestro, operato nei mesi scorsi, di circa 40.000 profumi con marchio contraffatto riproducenti brand molto noti nel settore. La merce sequestrata, oltre a imitare i prodotti originali nel nome e nel confezionamento, si caratterizzava per fornire le medesime impressioni olfattive distintive dei profumi originali e, considerato il prezzo allettante con il quale sarebbero stati posti in commercio per il pubblico, avrebbero avuto un grande successo nelle vendite.

I profumi, provenienti dalla Repubblica Popolare Cinese, erano apparentemente destinati ad una società nigeriana ma l’attività info-investigativa svolta ha permesso di accertare che la società che appone le griffes sui prodotti ha sede in Spagna, e che sequestri di analoga tipologia di merce sono stati operati nei porti di Barcellona e di Marsiglia.

Gli investigatori hanno pertanto ipotizzato che la merce sarebbe poi stata dirottata all’importazione in uno dei Paesi comunitari fruttando un illecito introito ai contraffattori pari a circa 3 milioni di euro in danno delle grandi case produttrici, delle casse degli Stati dove queste hanno sede e, in maniera indiretta, anche sui fondi comunitari, oltre alla truffa nei confronti degli ignari consumatori.

La minuziosa attività operativa e le procedure di collaborazione internazionale poste in essere dal Comando Generale della Guardia di Finanza e dall’ Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno permesso di identificare e segnalare alla locale Procura della Repubblica il responsabile della società che, in Cina, ha prodotto e smerciato i profumi contraffatti.

Il sequestro è stato accolto con grande soddisfazione da parte delle case di produzione delle essenze, i cui diritti sono stati tutelati con l’attività di polizia doganale eseguita, al punto che al provvedimento di distruzione dei profumi, disposto dal Pubblico Ministero titolare del procedimento, talune delle società interessate hanno manifestato la volontà di procedere a propria cura e spese, senza aggravio per lo Stato.
(C.S.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!