Home » CULTURA » La Lanterna di Genova s’illumina di musica e parole

La Lanterna di Genova s’illumina di musica e parole

Genova. Dopo un biennio di luci e musica il festival estivo al parco della Lanterna lancia le parole.
La rassegna organizzata dall’assessorato alla cultura della provincia di Genova apre venerdì 16 alle ore 21 con “Uscito dalla trincea. Il fronte dei poeti”.

Poesie e testi letterari, ma soprattutto cartoline, biglietti, lettere scritte a casa dal fronte e diari sul campo di battaglia per raccontare con le parole dei poeti e dei grandi autori della letteratura che vi presero parte, la prima guerra mondiale; dal curioso “sentire” il mondo intorno alle trincee avvolto in una strana pace, con i boschi e le case come oasi di tranquillità di Camillo Sbarbaro, alle terribili immagini di morte, strazio, desolazione e rabbia di Carlo Emilio Gadda, all’illuminata e ispirata visione di alcune poesie di Giuseppe Ungaretti, richiamando anche l’angosciato senso del vuoto di fronte alla tragedia bellica che Giorgio Caproni, più giovane di una generazione dei precedenti, instillerà nei suoi versi del ‘Franco Cacciatore’.
È questo il filo conduttore, nell’elaborazione di Rosario Lisma e Andrea Nicolini, con l’improvviso irrompere tra una cartolina di Sbarbaro e un brano del Diario di Gadda di musiche e canzoni d’epoca come Cara Piccina, Lilli Kangy, Si fa ma non si dice o Gastone, stranianti e stridenti con gli orrori e le sofferenze della guerra.
Altre due date sono previste in luglio: mercoledì 21, sempre alle 21 con “Al di là dell’oceani” spettacolo sull’emigrazione italiana di Gian Carlo Ragni. Martedì 27 “Storia di un cantastorie: Cereghino detto Scialin” uno spettacolo di Daniel Ardini sul capostipite della dinastia dei cantori di Favale di Malvaro.
Ad agosto spazio, il 6, il 12, il 20 e il 27 ovvero tutti i venerdì, alle 21 a “Viaggio musicale nelle culture popolari del mondo” con il Picotage, delle regioni centrali francesi, il magiaro tradizionale Cimbaliland, il lusitano “O fado e a vida” e il celtico irlandese dei Birkin Tree che nel corso della loro lunga carriera hanno tenuto più di un migliaio di concerti in Italia ed in Europa e sono l’unica formazione italiana – ed una delle pochissime nel mondo – ad esibirsi regolarmente in Irlanda.
A settembre si torna a casa. E sotto la lanterna cosa di meglio di un “Viaggio musicale nel Trallalero.
Con questa rassegna anche la luce della Lanterna sembrerà più brillante, per lei che ha illuminato la via a marinai di tutto il mondo, come i versi e le musiche della Festa di parole, luci e musiche per la Lanterna. L’ingresso è libero per tutte le serate sino ad esaurimento dei posti disponibili e nella zona sono a disposizione ampi parcheggi.
Per informazioni: provincia di Genova, Assessorato alla cultura – piazzale Mazzini, 2. Genova. Telefono 010.5499357/238.
(Vincenzo Bolia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!