Home » EVENTI, IMPERIA, SAVONA » La diocesi ingauna si prepara a celebrare degnamente il ricordo di don Luigi Giussani

La diocesi ingauna si prepara a celebrare degnamente il ricordo di don Luigi Giussani

Albenga. In occasione del nono anniversario della morte di don Luigi Giussani ad Albenga ed in tutta la diocesi verranno officiate messe in suo ricordo. Ma questo non avverrà solo nella diocesi di Albenga-Imperia, guidata da monsignor Mario Oliveri, sono centinaia infatti le diocesi e le parrocchie che nel mondo, a partire da metà febbraio, celebreranno il ricordo di questo sacerdote davvero speciale.

“Le messe – dicono alcuni fedeli della parrocchia di San Michele ad Albenga – si svolgeranno in tutte le città della diocesi dove hanno sede comunità che si ispirano alle idee di don Giussani. Oltre all’anniversario della sua scomparsa, avvenuta il 22 febbraio, verrà infatti anche ricordato il 32° anno dal riconoscimento pontificio della Fraternità di CL, che avvenne l’11 febbraio 1982”.

Come detto, oltre che nella diocesi ingauna, in questi giorni, come ogni anno, verranno celebrate messe che saranno presiedute da cardinali e vescovi in Italia e nel mondo. Nel corso delle messe verrà espressa la seguente intenzione: “A 60 anni dall’inizio del Movimento, nella fedeltà al carisma di don Giussani, chiediamo a Dio la grazia di una sana e bella inquietudine affinché, seguendo papa Francesco, riconosciamo in ogni circostanza della vita l’iniziativa di Dio che sempre ci precede e ci attrae a Sé con il Suo amore. E con Cristo presente andiamo incontro a ogni uomo che Lo desidera e Lo cerca con verità per rendere visibile l’essenziale”.

Nella nostra diocesi sono numerosi i seguaci del “Gius” il cui ricordo resta ancora vivo, soprattutto come grande maestro di vita. La Fraternità di Comunione e Liberazione è un movimento ecclesiale il cui scopo è l’educazione cristiana matura dei propri aderenti e la collaborazione alla missione della Chiesa in tutti gli ambiti della società contemporanea. Il movimento è sorto a Milano nel 1954 quando don Luigi Giussani, diede vita, a partire dal Liceo classico «Berchet», a un’iniziativa di presenza cristiana chiamata Gioventù Studentesca (GS). La sigla attuale, Comunione e Liberazione (CL), compare per la prima volta nel 1969. Essa sintetizza la convinzione che l’avvenimento cristiano, vissuto nella comunione, è il fondamento dell’autentica liberazione dell’uomo.

Attualmente Comunione e Liberazione è presente in circa settanta Paesi in tutti i continenti. Con più di 200 messe in tutta Italia e centinaia in 70 paesi del mondo l’anniversario della morte del “Gius” sarà ricordato con il dovuto e grande rilievo. Il 13 febbraio a Genova (ore 21 nella chiesa di Santa Marta) celebrerà il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova. Sempre nella stessa data a Chiavari (ore 21 in cattedrale) officerà monsignor Alberto Tanasini, vescovo della diocesi di Chiavari. Il 20 febbraio a Noli (ore 21 nella parrocchia della Santissima Annunciazione) celebrerà la messa monsignor Vittorio Lupi, vescovo della diocesi di Savona e Noli. Messe in ricordo di don Giussani anche il 22 febbraio a Sanremo (in Santa Maria degli Angeli) e a Spezia (nella parrocchia di Maria Ausiliatrice).
(Paolo Almanzi)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!