Home » EVENTI » La Croce Rossa Femminile si confronta su volontariato e rispetto, valori sempre attuali

La Croce Rossa Femminile si confronta su volontariato e rispetto, valori sempre attuali

Massafra. “Volontariato femminile e Rispetto dell’Altro” è il tema della conferenza che si è tenuta  nei giorni scorsi presso il Teatro Comunale di Massafra. L’incontro è stato organizzato dal “Gruppo Locale CNF della Croce Rossa Italiana” insieme all’Amministrazione Comunale, la FIDAPA, il Rotary Club, il Lions Club “Le Cripte” e la Scuola Manzoni.

La serata ha avuto inizio con un momento davvero toccante, creato dai docenti strumentisti della Scuola “A. Manzoni”, che hanno suonato l’Inno Nazionale creando immediatamente un’atmosfera suggestiva e coinvolgente. Il pubblico ha, poi, potuto apprezzare l’esecuzione dell’Inno di Croce Rossa, brano inserito nel repertorio dei docenti della Manzoni, che negli ultimi anni si sono esibiti in molte manifestazioni ufficiali organizzate dalla Croce Rossa, in un rapporto di solidarietà e di impegno che la Scuola ha con il territorio e con la vita culturale della città.

La Presidente della FIDAPA, Emilia D’Aprile Di Masi, nel suo saluto ha evidenziato l’intesa che, da sempre, c’è stata fra la FIDAPA, associazione di donne, ed il gruppo locale della Sezione Femminile di Croce Rossa. Fra i progetti in comune, ha ricordato la partecipazione della FIDAPA ad un importante convegno nazionale a Napoli sul tema “Donne, ritratti inediti tra storia e territorio”. Furono presentate due stupende figure di donne del territorio, una delle quali la dott.ssa Anna Maria Mauro Fumarola, crocerossina, definita dalla relatrice, Anna Serio Donvito, “mediatrice del bene” , ed ancora un convegno su “Storia, Principi della CRI” condotto al femminile con la Presidente Regionale CRI Puglia, dott.ssa Angela Capriati, la Presidente Provinciale Anna Maria Liviano D’Arcangelo, l’Ispettrice Gruppo CF CRI Anna Serio Donvito, la Presidente FIDAPA Silva Morea.

Il dottor Angelo D’Elia, Presidente del Rotary Club, ha introdotto i lavori ed ha sottolineato l’importanza del volontariato nella vita quotidiana e, in qualità di medico, ha messo in evidenza il ruolo importantissimo delle Associazioni di Volontari nelle corsie mediche, dove l’incontro con l’Altro diventa totale e dove l’aiuto e la presenza dei volontari è fondamentale. Il Presidente del Rotary ha puntato l’attenzione sull’importanza delle Associazioni di volontariato poiché permettono la realizzazione della “globalizzazione” della solidarietà.  Il Presidente del Lions Club Massafra, Tony Altamura, ha sottolineato l’importanza dell’evento che si inserisce nell’attuale clima fervido di iniziative dell’Associazionismo.

Ha fatto seguito l’intervento della prof.ssa Marcella Battafarano, preside della Scuola Manzoni che ha sottolineato l’importanza della parola “Rispetto”, al centro del tema della conferenza; parola che, secondo la Dirigente, è sinonimo di “garbo” e di “gentilezza”,  comportamenti che fanno bene al cuore. Un tema quello del Rispetto e della Solidarietà verso l’Altro, davvero importante soprattutto nel mondo della scuola, luogo del cambiamento della società, espressione della crescita delle nuove generazioni, di quei giovani, sempre più visti all’esterno della scuola non come persone, ma come consumatori: questo non permette loro la scoperta di quei valori come il Rispetto e la Solidarietà che permettono di divenire persone migliori.

Il dono della disponibilità verso l’Altro, l’esigenza di confrontarsi con il resto del mondo, di condividere la propria esistenza sono elementi fondanti per una rinascita della società stessa e che permettono, così come ha affermato l’on. Domenico Amalfitano, Commissario Provinciale della Croce Rossa, anche la ricerca e l’affermazione dell’identità, poiché non ci può essere dignità senza l’esperienza dell’Altro, senza la sua conoscenza.

Il Commissario Gruppo CNF CRI di Massafra, Anna Serio Donvito, ha ricordato che la Croce Rossa sul territorio è sorta al femminile con le Volontarie del CNF nel 1981 ed è tutt’ora presente con significativi interventi sul territorio e progetti socio –sanitari nelle scuole. A Massafra è in itinere la costituzione di altre componenti di Croce Rossa: uomini e donne con spirito di solidarietà e umanità che certamente contribuiranno a far meglio conoscere la Croce Rossa e a creare una realtà più serena per tutti nel rispetto della persona umana.  Ha, poi, presentato la relatrice, la dott.ssa Santa Fizzarotti Selvaggi, psicologa e psicoterapeuta, con un curriculum che spazia dall’impegno nel volontariato agli studi scientifici e letterari, volontaria di Croce Rossa dal 1992, attualmente Commissario Regionale del Comitato Femminile della CRI in Puglia. La dottoressa Fizzarotti ha ripercorso l’importanza del volontariato e soprattutto del ruolo della donna nel volontariato, attraverso alcune parole chiave e ad alcuni momenti storici fondamentali. E’ ritornata più volte sulla parola Rispetto, sulla sua origine etimologica e sul suo significato di “ Guardare” l’Altro che diventa specchio di noi stessi.

Importantissimo in questo percorso verso l’Altro è il ruolo delle donne che anche da prima della fondazione della Croce Rossa hanno mostrato la loro dedizione nella cura dei feriti durante i conflitti, di qualunque fronte facessero parte, nella consapevolezza che le diversità debbano entrare in dialogo per una sintonia che permetta ad ognuno di noi di uscire dal proprio mondo, dalle proprie convinzione per costruire – insieme – una TERZA TERRA  – che diventa necessariamente luogo dell’incontro e della scoperta. Operazione, questa, non certo semplice in una società in cui l’affermazione di se stessi diventa imprescindibile e laddove per affermazione personale si intende un viaggio solitario, la cui meta è solo la soddisfazione di obiettivi del tutto egoistici. La relatrice, invece, ha definito quello umano un viaggio che, citando Kavafis, è un Raggiungere  Itaca, laddove Itaca rappresenta l’Altro e l’obiettivo non è la meta, ma il viaggio stesso, un viaggio che è già relazione con l’altro e la sua conoscenza. L’identità, dunque si rivela non nell’affermazione personale, ma nella conoscenza degli altri, di quel “mosaico di colori” – come lo ha definito la relatrice – che ci permette di trascenderci per realizzarci.

A conclusione dell’incontro, è intervenuto il vice sindaco, Giandomenico Pilolli, che dopo aver ringraziato per l’impegno le Associazioni di Volontariato di Massafra, ha voluto ringraziare, in modo particolare, l’istituzione scolastica per la presenza ed il lavoro svolto. La collaborazione tra il mondo dell’Associazionismo e quello della Scuola è importante proprio perché permette ai giovani di venire in contatto con il mondo fattivo della solidarietà. Obiettivo, questo, che è al centro della didattica e delle attività della Scuola Manzoni che attraverso le molteplici collaborazioni con le Associazioni di Volontariato del territorio, si rende protagonista di quel percorso di formazione dei giovani, da educare al Rispetto e al viaggio verso l’Altro. Significativa in questo senso è stata la numerosa presenza dei giovani del Liceo De Ruggieri, a confortante riprova dell’interesse delle istituzioni scolastiche verso valori ancora attuali. A conclusione della serata l’esecuzione del Coro del Nabucco di Verdi, uno dei brani più emozionanti dell’Opera lirica italiana ha coinvolto il folto pubblico anche nella musica dopo che le relazioni ne avevano conquistato l’attenzione. Nella foto un momento del convegno.
(Marilena Carelli)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!