Home » NEWS FUORI REGIONE » La cipolla rossa di Acquaviva delle Fonti all’attenzione dell’ITS Agroalimentare del Piemonte

La cipolla rossa di Acquaviva delle Fonti all’attenzione dell’ITS Agroalimentare del Piemonte

Acquaviva delle Fonti (Ba). I prodotti agroalimentari pugliesi rappresentano unanimemente un’eccellenza, come dimostrato dall’interesse suscitato al di fuori dei confini regionali.

Un’ultima prova in tal senso è data dall’elaborato realizzato da Luigi Cerra per l’ITS Agroalimentare del Piemonte, il cui titolo ha valore europeo.

Cerra, classe ’73 e residente a Pinerolo (TO), per il corso biennale in Trasformazione Ortofrutticola conclusosi lo scorso 31 luglio, si è concentrato sulla cipolla rossa di Acquaviva delle Fonti (BA), che, come si legge nel suo “project work”, <<attualmente è inserita dal MIPAAF nell’elenco dei P.A.T. (Prodotti Agroalimentari Tradizionali), il quale – pubblicato annualmente – al 2020 contiene oltre 5000 voci e presenta la particolarità di non essere accettato a livello dell’Unione Europea, avendo quindi un riconoscimento di qualità solo nel contesto italiano>>.

Nello specifico, dopo un’introduzione generica sulla cipolla, il progetto si è focalizzato sulla realtà di Acquaviva, analizzando gli aspetti colturali della varietà locale, anche grazie alla collaborazione di alcuni contatti acquavivesi, quali Piero Racano, e approfondendo uno studio condotto dall’Università di Bari.

In sèguito è stato analizzato lo stato dell’arte relativamente al percorso che la cipolla rossa sta effettuando attraverso marchi di qualità e associazioni di tutela, cercando di capire quale sia l’iter che un prodotto agroalimentare debba intraprendere per vedersi riconoscere una denominazione di garanzia.

In conclusione è stata affrontata la realizzazione di tre prodotti, a partire da trasformati che si trovano normalmente in commercio, dandone un’interpretazione personale pur non discostandosi molto da essi.

Lo scopo delle tre ricette (filetti di cipolla all’olio di oliva, bruschetta di cipolla e pomodori secchi, confettura di cipolla con granella di mandorle), realizzate durante lo stage presso l’Agroalimenta srl di Cavour (TO), è stato, dunque, quello di dimostrare la versatilità gastronomica della cipolla rossa di Acquaviva, sia nelle preparazioni salate che in quelle dolci.

Nella foto: la cipolla rossa di Acquaviva delle Fonti © n. c.
(Nicola Fabio Assi)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2020 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XIV - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!