Home » NEWS FUORI REGIONE » La Cia e le cartelle esattoriali del Consorzio di Bonifica Stornara e Tara

La Cia e le cartelle esattoriali del Consorzio di Bonifica Stornara e Tara

Taranto. Lunedì, 21 febbraio, su sollecitazioni e pressioni di molti agricoltori, la Cia (Confederazione Italiana Agricoltori) ha incontrato l’assessore regionale alle Risorse Agroalimentari Dario Stefano, sulla questione cartelle esattoriali del Consorzio di Bonifica Stornara e Tara.

La delegazione era composta da Antonio Barile (presidente Cia Puglia), Franco Passeri (vicepresidente Cia di Taranto; ved. foto) e una nutrita delegazione di agricoltori.

Nel corso dell’incontro la Cia ha evidenziato la preoccupazione in merito alla questione delle cartelle esattoriali acqua, dal 2005 al 2010, che in questi giorni la Soget sta recapitando tramite raccomandata alle aziende agricole; dalle cartelle emerge che il costo dell’acqua è di circa euro 1.300,00 per ettaro di acqua prenotato. Questo importo è il frutto dell’accordo di programma tra Puglia e Basilicata che gli allora Presidente Fitto e Bubbico stipularono, in virtù del quale la Puglia dovrebbe ristorare la Basilicata del danno ambientale dovuto al prelievo di acqua.

Nel corso dell’incontro la Cia ha evidenziato il grave momento che le aziende stanno attraversando e l’impossibilità a poter sostenere tali costi.

Peraltro va evidenziato che nella vicina Basilicata il costo dell’acqua è pari a circa euro 200 per ettaro e per una disponibilità di acqua per circa dieci mesi l’anno, al contrario della nostra provincia in cui l’acqua è disponibile al massimo per tre mesi.

Pertanto la Cia ha proposto alla Regione Puglia un congelamento delle cartelle esattoriali del 2005 e anni successivi per ridiscutere il tutto, poiché è inconcepibile che a distanza di cinque anni dopo che gli agricoltori hanno già versato euro 485,00 per ettaro si torni a chiedere una ulteriore somma pari ad euro 890 circa.

Invece per gli importi relativi all’acqua 2010, la Cia ha proposto il pagamento di euro 485,00 per ettaro; la restante somma dovrà essere ridiscussa tenendo conto anche della ridefinizione del vecchio accordo di programma del 2004 tra Puglia e Basilicata.

Inoltre la Cia chiede al Commissario del Consorzio di Bonifica Stornara e Tara, Vito Latorre, al fine di evitare problemi di ordine pubblico, il ritiro di tutte le cartelle esattoriali inviate alla Soget.

La Cia preannuncia sin d’ora azioni di lotta (nel caso in cui il commissario del consorzio di bonifica non provveda al ritiro dei ruoli esattoriali) ed intende, inoltre, sensibilizzare il prefetto di Taranto e i sindaci della zona occidentale, in quanto questo stato di cose potrebbe quasi sicuramente degenerare.
(N.B.)

 




Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!