Home » NEWS FUORI REGIONE » La Cantina Produttori Vini di Manduria con il suo Museo alla BIT ospitata da Fieramilano dal 13 al 15 febbraio

La Cantina Produttori Vini di Manduria con il suo Museo alla BIT ospitata da Fieramilano dal 13 al 15 febbraio

Milano. Dal 13 al 15 febbraio Fieramilano ospita la nuova edizione della BIT, la Borsa Internazionale del Turismo, il grandissimo evento dedicato a tutto ciò che riguarda il viaggio e la vacanza e che vede presenti 2000 espositori da 120 paesi del mondo. All’evento (diviso in tre macroaree: Italy, The World e Business Village) sarà presente anche la Cantina Produttori Vini di Manduria per raccontarsi come meta del turismo eno-gastronomico.

La Cantina Produttori Vini di Manduria da anni promotrice dell’Enoturismo legato al Primitivo di Manduria, arricchendo ogni anno l’offerta di proposte eno-gastronomiche e di scoperta dei tesori del territorio, dal 13 al 15 febbraio sarà, infatti, con il suo Museo, alla BIT (Borsa Internazionale del Turismo), al Pad. 1 stand A09 C02 (come afferma Anna Gennari, responsabile del settore enoturistico della Cantina). “Saremo presenti (dice fra l’altro la Gennari) come uno dei 35 co-espositori, operatori del territorio Puglia in rappresentanza sia della ricettività, sia delle aziende dell’incoming dove, attraverso il brand coniato ‘Primitivo Wine Tour’ proporremo, ad un pubblico internazionale, i percorsi tra aree naturalistiche, Parco Archeologico, patrimonio artistico ed architettonico e il Museo della Civiltà del Vino Primitivo che solitamente si concludono con le degustazioni di Primitivo di Manduria”.

La Puglia giunge alla Bit 2014 proclamando il suo orgoglio di meta turistica di eccellenza a livello mondiale – come testimonia National Geographic Traveller, che ha inserito la regione tra le 10 mete “must” del 2014 – attraverso l’hashtag #wearepuglia, protagonista della nuova campagna promozionale che sarà presentata in anteprima durante la manifestazione, attraverso una conferenza stampa con la partecipazione del Governatore Nichi Vendola.

L’aspetto eno-gastronomico è diventato nel tempo una componente di rilievo, ricercata da un turismo desideroso di riappropriarsi delle atmosfere e dei segreti di ogni territorio anche attraverso la conoscenza sensoriale dei suoi prodotti: legare difatti una località ai suoi sapori, le suggestioni paesaggistiche e museali alle sue tradizioni, rappresenta un modo infallibile per approfondire la conoscenza di specifici territori.

“Ancora un impegno della Cooperativa manduriana (conclude Anna Gennari) per la valorizzazione turistica del territorio di appartenenza, storicamente legato alla produzione del Primitivo di Manduria”.

Ricordiamo ai lettori che il Museo della Civiltà del Vino Primitivo, ubicato all’interno del Consorzio Produttori Vini di Manduria (TA), assomma rilevanza etnografica e importanza documentaria circa la civiltà contadina del Salento e l’evoluzione culturale e applicativa dei processi di produzione vitivinicola nello stesso territorio. Sotto le volte a stella, nell’ala più antica dell’ottocentesca cantina manduriana, infatti (come leggiamo in un elegante depliant) è possibile addentrarsi in due tipi di percorsi di visita del Museo. Se, da un lato, oggetti di vita quotidiana e attrezzi di lavoro del contadino di un tempo narrano la storia sociale e l’economia agraria di queste zone, dall’altro, l’esposizione cronologica di vetusti torchi e contenitori di mosti e vini, unitamente al succedersi di macchinari ed attrezzature per opifici vinari, testimoniano l’evoluzione della tecnologia nei campi della vinificazione e dell’enologia.

La ricca galleria di reperti e manufatti, collocabili, nella datazione, tra la seconda metà dell’ ‘800 e i primi del ‘900 (ma il Museo ospita anche un imponente torchio su base in pietra del XVIII secolo), è accompagnata, inoltre, dall’esposizione di diversi documenti originali coevi, riproducenti scritti e immagini relativi al mondo dell’agricoltura e del vino. Tra questi, un editto di Ferdinando I di Borbone del 1823.Il Museo della Civiltà del Vino Primitivo è meta continua di turisti e di appassionati del vino, accolti in maniera affabile dalla cordialità del personale addetto del Consorzio Produttori Vini, il quale è a disposizione del visitatore per qualsiasi informazione e per una degustazione guidata e gratuita dei prodotti di cantina. Dopo aver visto il Museo, infatti, l’avventore potrà ritrovare le stesse suggestioni della memoria, sperimentate durante la visita, nei Primitivo di Manduria del Consorzio. Il cuore della più antica cantina del territorio, che unisce i palpiti di circa 400 piccoli agricoltori, infatti, custodisce sotto le sue volte e dentro le sue bottiglie quell’intima essenza di storia e tradizione che è valsa l’appellativo indiscusso di Maestri in Primitivo.

Concludiamo informando che il Museo della Civiltà del Vino Primitivo si trova presso il Consorzio Produttori Vini, a Manduria (TA) ed è aperto tutti i giorni (escluso la domenica pomeriggio). Questi gli orari.
Estate: mattina dalle ore
8.00 alle ore 13.30; pomeriggio dalle 16.30 alle ore 20.00.
Inverno: mattina dalle
8.00 alle ore 13.30; pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 18.30. La domenica dalle ore
9.00 alle ore13.00. Ingresso e degustazioni gratuiti. Comitive e gruppi possono prenotare la visita telefonando al numero 0999735332 oppure inviando e-mail a: info@museodelprimitivo.it

Per altre informazioni: Fax +39.099.9701021; e-mail: rec@cpvini.com.

Nelle foto: Museo della Civiltà del Vino Primitivo; logo del brand Primitivo “Wine Tour”; logo del Museo Civiltà del Vino Primitivo.
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!