Home » NEWS FUORI REGIONE » L’ITAS “C. Mondelli” di Massafra dal 18 maggio in Burkina Faso per la diffusione delle migliori pratiche agricole

L’ITAS “C. Mondelli” di Massafra dal 18 maggio in Burkina Faso per la diffusione delle migliori pratiche agricole

Massafra. L’Istituto Tecnico Agrario Mondelli conferma l’impegno per la diffusione delle migliori pratiche agricole nei paesi in via di sviluppo. Già nel 2005 L’Istituto tecnico agrario “C. Mondelli” ha realizzato uno scambio interculturale con una scuola professionale a Malindi in Kenya.

Il 18 maggio l’Istituto d’Istruzione Superiore “Mondelli” torna in Africa per rendere coltivabili 70 are di savana.

È questo l’obiettivo che si è posto l’istituto al fine di aiutare uno Stato tra i più poveri in assoluto come il Burkina Faso.

Per conseguirlo ha sottoscritto un partenariato con altre scuole di Taranto e della provincia di Prato. Tra queste l’IISS A. Righi, l’IPS F. S. Cabrini, l’IISS Maria Pia, il Liceo Aristosseno, l’IISS Calò e l’ITES Pitagora oltre ai sei istituti della provincia di Prato.

Ogni scuola si è posta un diverso obiettivo, accomunate però dall’idea di rendere autonoma una comunità producendo energia da utilizzare tra l’altro  per sollevare l’acqua dal sottosuolo.

L’iniziativa è nata 3 anni fa, quando l’Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’Energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA) ha avviato la campagna SUSTAIN nell’ambito del progetto “EDUCARSI AL FUTURO” coinvolgendo anche le scuole italiane. Le  consulte studentesche di Taranto e Prato hanno sin da subito accolto con entusiasmo il progetto invitando alcune scuole.

In questi 3 anni, le scuole hanno partecipato a vari incontri coordinati dall’ENEA ed hanno meritato l’interesse della ONG SHALOM che ha messo a disposizione delle consulte studentesche la propria organizzazione italiana ed estera rendendo possibile il progetto. Una delegazione di studenti e docenti ha partecipato a Firenze l’8 Dicembre 2012 alla “Festa dei popoli e della mondialità” organizzata da SHALOM alla presenza di delegati dell’ ENEA, di funzionari del Ministero della Istruzione  e alla presenza del Ministro della Cooperazione Internazionale e dello sviluppo che hanno apprezzato l’iniziativa e promesso sostegno.

Altro momento importante è stato l’incontro a Taranto del 23 Febbraio 2013 dove in videoconferenza con la scuola africana e con la Consulta degli studenti di Prato, tutte le scuole coinvolte nel progetto hanno illustrato il proprio progetto a Dirigenti, funzionari degli uffici scolastici di TARANTO E BRINDISI e gli studenti hanno potuto incontrarsi, conoscersi e stabilire contatti per scambi di informazioni successive.

Il giorno 12 maggio 2013 nei pressi della Concattedrale di Taranto si è svolta la “Festa dei popoli” alla quale ha partecipato anche l’Istituto Mondelli che ha suscitato l’interesse del pubblico con le testimonianze del passato, con il progetto attuale e con la propria offerta formativa.

Il vero “deus ex machina” della campagna SUSTAIN è il professor Giustino Melchionne del “Righi” di Taranto che con grande trasporto e spirito di abnegazione ha illustrato il progetto a dirigenti, docenti e studenti riuscendo a coinvolgere le scuole che hanno messo subito in campo le proprie peculiarità.

Altre personalità di spicco coinvolte nel progetto sono l’ingegnere De Paoli dell’ENEA e la dottoressa De Paoli, i quali, rivolgendosi agli studenti, hanno messo in relazione gli sprechi della società industriale con le necessità energetiche di popolazioni costrette a vivere in condizioni disastrose.

Una delegazione formata da 8 persone di cui 5 insegnanti e 3 alunni parte il 18 maggio 2013 alla volta del Burkina Faso per donare ad un Istituto Professionale di Fada N’Gourma alcuni pannelli fotovoltaici, strumenti di misura, attrezzature varie e dispense in lingua francese che dovranno servire a formare i giovani diplomati a rendere autonome dal punto di vista energetico delle piccole comunità locali.

In rappresentanza dell’IISS Mondelli il professor Gennaro Leogrande e lo studente Antony Surano della IV B che avranno il compito di valutare la qualità del terreno e di attrezzare con una pompa solare un pozzo per distribuire l’acqua e rendere coltivabili 7.000 metri quadrati di savana.

Il tutto non si potrebbe realizzare senza il sostanziale contributo di CONAD, che ha subito creduto nel progetto accollandosi le spese per il trasporto dei materiali e delle persone, e senza il sostegno della ONG SHALOM che offre la sua logistica in Burkina Faso per ospitare strutture e persone.


Nelle foto: il dirigente dell’IISS “Mondelli” prof. Vito Giuseppe Leopoldo con un gruppo di docenti in occasione della celebrazione del Cinquantenario dell’ITAS “Mondelli”; a Malindi in Kenya; ingresso ITAS “Mondelli”.
(N.B.)



Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!