Home » NEWS FUORI REGIONE » L’immagine di Maria di Nazaret a Castellaneta dal 29 ottobre al 1° novembre

L’immagine di Maria di Nazaret a Castellaneta dal 29 ottobre al 1° novembre

Castellaneta. Lunedì 29 ottobre arriva presso la Parrocchia San Domenico a Castellaneta la sacra immagine di Maria di Nazaret, titolare della Basilica dell’Annunciazione di Nazaret, una deliziosa immagine della Vergine, opera dello scultore G. Mussner.

La Vergine è ritratta con il grembo appena pronunciato, mentre scende in fretta i gradini per portarsi in aiuto di Elisabetta, sua parente. La statua, scolpita in occasione del Giubileo per consacrare il mondo a Maria, fu incoronata dal B. Giovanni Paolo II; nel 1998/99 ha visitato ben 35 nazioni e la peregrinatio è ad opera di P. Michele Perruggini, delegato della Custodia di Terra Santa.

Alle ore 18.30 c’è la celebrazione dalla Santa Messa e alle ore 19.15 raduno presso il Monumento della Madonna in via Assunta, dove, alle ore 20.00, verrà accolta della Sacra Immagine, con intronizzazione e liturgia di benvenuto, cui seguirà, alle ore 20.30, la recita del “Rosario Antico” con proiezione di xilografie del sec. XV: presiede P. Michele Perruggini o.f.m.; sino alle ore 22.30 visita, preghiera personale e saluto a Maria (chiusura della chiesa)

Martedì 30 ottobre la chiesa nella mattinata sarà aperta per la visita e la preghiera personale: ore 7.30 preghiera delle Lodi, ore 12.00 Angelus, ore 18.00 S. Rosario, ore 18.30  S. Messa con la partecipazione di una rappresentanza dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, ore 20.00 Veglia Mariana: “Maria, donna giovane chiama i giovani”, animata e guidata dai giovanissimi della parrocchia e alle ore 22.30 saluto a Maria

Mercoledì 31 ottobre: ore 7.30 preghiera delle Lodi, ore 12.00 Angelus, ore 16.00 visita degli ammalati alla Vergine, momento di preghiera presieduto da don Domenico Cantore, cappellano dell’ospedale civile, con partecipazione dell’AVULSS, ore 18.00 S. Rosario, ore 18.30 S. Messa prefestiva per tutti i gruppi della parrocchia e per le confraternite della città; dalle ore 21.00 alle ore 22.30 adorazione eucaristica di riparazione alle bestemmie, atti, oscenità e discorsi contro il nome di Gesù,  della Madonna, dei santi  e della religione (nella notte anticristiana di halloween).

Giovedì 1° novembre, solennità di tutti i santi: ore 7.30 preghiera delle Lodi, ore 8.00 S. Rosario, ore 8.30 S. Messa con benedizione agli anziani, ore 10.30 S. Rosario recitato dai bambini e omaggio floreale, ore 11.00  S. Messa della famiglia animata dai bambini della parrocchia, con benedizione dei bambini, delle mamme in attesa, consacrazione delle famiglie a Maria, e atto di affidamento della parrocchia alla Madonna, ore 12.00 liturgia di congedo e saluto all’immagine di Maria che parte per  Roma.

La Vergine, appena restaurata dall’autore, sta peregrinando per un breve periodo nel Meridione d’ Italia, prima di tornare nella sua sede naturale. L’itinerario di fede è curata dal francescano Fr. Michele Perruggini, delegato dal Custode di Terra Santa, Rev.mo Fr. Pierbattista Pizzaballa. Finora, la peregrinazione del 2011 ha visto la Vergine di Nazaret sostare in più di centotrenta comunità. Il Simulacro di Maria di Nazaret, infatti, visita comunità parrocchiali, comunità religiose e luoghi speciali che necessitano dell’illuminazione della fede: ospedali, carceri, comunità di recupero, etc.

Oltre che ai fedeli e alle persone sinceramente devote di Maria, la visita di Maria di Nazaret dà l’occasione a chi è in ricerca, ai dubbiosi, agli estranei alla fede di ascoltare l’annuncio del Vangelo di Maria, incentrato sui “Passi”, che di gradino in gradino procede verso l’umiltà, vera porta della fede. La Celebrazione Eucaristica di consegna è presieduta dal delegato.

Nel programma è da inserire  la recita del “Rosario Antico” con proiezione di xilografie del sec. XV. Esso costituisce una vera novità nel panorama spirituale e culturale, trattandosi delle più antiche espressioni xilografiche, precedenti addirittura al “Liber Chronicarum” di Haltman Shedel (1493). Mentre i chierici, le persone colte e le grandi famiglie recitavano i 150 Salmi, gli illetterati  e la povera gente, invece, recitavano 150 “AVE MARIE”. Queste, prima, furono ripartite in 15 diecine (misteri gaudiosi, dolorosi e gloriosi) in seguito, ad opera di Domenico di Prussia (di Cracovia), ad ogni AVE MARIA fu data una motivazione biblica e illustrata con xilografie. Il B. Giovanni Paolo II, si è ispirata ad esse per darci la quarta corona, i “Misteri Luminosi”. Il “Rosario Antico” è accompagnato da commenti sia teologico-spirituali che stilistico-iconografico.

Generalmente, la visita di Maria di Nazaret conserva uno schema celebrativo fisso e uno variabile. Lo schema fisso prevede: una liturgia di accoglienza, la catechesi sui “Passi di Maria”, una “Veglia Mariana”, la recita del cosiddetto “Rosario Antico”, la consacrazione alla Madonna di mamme e donne incinte e, infine, una liturgia di ringraziamento e di congedo. La visita prevede preghiere personali o di gruppo, visita delle scolaresche (ove possibile), celebrazioni eucaristiche e altre iniziative che la comunità visitata riterrà opportuno.
(Franco Gigante)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!