Home » NEWS FUORI REGIONE, PRIMO PIANO » L’Ambasciata d’Italia nel Principato di Monaco ha celebrato la Festa della Repubblica

L’Ambasciata d’Italia nel Principato di Monaco ha celebrato la Festa della Repubblica

Principato di Monaco. Domenica 2 giugno, con lo stesso entusiasmo degli anni precedenti, l’Ambasciata d’Italia a Monaco ha celebrato la Festa della Repubblica. Una festa importante per le comunità italiane all’estero, a cui permette di esprimere, non solo l’amore per la Patria, ma anche il valore della propria ricchezza culturale, vissuta in armonia e in condivisione del Paese d’accoglienza.

È importante ricordare che, la sovranità della Repubblica italiana venne proclamata il 2 giugno del ‘46, a seguito del referendum costituzionale che chiuse la più sanguinosa pagina di storia del 20° secolo.

Oltre 800 persone avevano risposto all’invito di S.E. Cristiano Gallo, Ambasciatore d’Italia nel Principato di Monaco che, affiancato dal personale dell’Ambasciata, è riuscito regalare momenti di grande convivialià, nonché ad impreziosire l’immagine dell’Italia nel Principato, nel suo ricco patrimonio d’arte, cultura, letteratura, moda, design, musica, canto, eno-gastronomia…

Nel quadro prestigioso del Monte-Carlo Beach, con accanto la moglie, Signora Sabrina Ducceschi e, sostenuto dalle sue più accanite fans, le tre deliziose figlie, l’Ambasciatore Gallo, ha pronunciato il suo discorso istituzionale, durante il quale ha per primo portato i saluti alle alte autorità monegasche presenti, rivolgendosi poi ai connazionali invitati, cui ha espresso sentiti ringraziamenti per il loro operato a favore della buona immagine dell’Italia nel Principato. L’Ambasciatore ha in seguito reso omaggio alla autorevole ed ancora crescente comunità italiana residente nel Principato, che ha oramai superato le 8500 unità ed ha valorizzato le eccellenti relazioni bilaterali, che diventano sempre più strette e proficue tra i due Paesi.  ‘‘L’Italia ha una capacità di irradiazione straordinaria della sua cultura millenaria e lo stile di vita dei propri cittadini viene ovunque nel mondo preso ad esempio. Abbiamo eccellenze straordinarie e siamo una vera e propria superpotenza di bellezza, che rende unico nel mondo il “Brand Italia”.

A seguito dell’Ambasciatore Gallo, si è esibita sul palcoscenico la giovane e brillante soprano ligure Elisa Balbo, la quale ha dapprima intonato gli inni nazionali italiano e monegasco. Fra le numerose autorità intervenute citiamo  S.E. Jacques Boisson, Segretario di Stato, in rappresentanza del Principe Alberto II; S.E. George Lisimacchio, Capo di Gabinetto del Principe Sovrano;  S.E. Monsignor Bernard Barsi, Arcivescovo di Monaco; S.E. Stéphane Valérie, Presidente del Consiglio Nazionale (Parlamento) di  Monaco; S.E. Patrick Cellario, Consigliere/Ministro dell’Interno; Isabelle Rosabrunetto, Direttore  Generale del Dipartimento delle Relazioni Esterne; Catherine Caruso Ravera, Direttore delle Relazioni Diplomatiche e Consolari del Dipartimento delle Relazioni Esterne; l’Ambasciatore del Sovrano Militare Ordine di Malta. Alla Festa sono inoltre intervenuti il Presidente dell’Associazione Imprenditori di Monaco, Paolo Risso, il Presidente del Comitato della Dante Alighieri di Monaco, Giuseppe Sarno, il Delegato di Monaco dell’Accademia italiana della Cucina, l’ing. Luciano Garzelli; l’attore Remo Girone con la moglie Victoria Zinny;

il conduttore televisivo Ezio Greggio, nonché Presidente del COMITES di Monaco; la Presidente della Fondazione Carlo Abarth, Signora Anneliese e la poetessa Maria Salamone, che ha declamato una poesia composta per l’occasione, intitolata ‘‘Viva la Repubblica italiana’’, da lei dedicata all’Ambasciatore Gallo e consorte e che riportiamo con piacere:








W la Repubblica Italiana

Dopo due guerre di estrema violenza
fonti di strage, paura, sofferenza…
nel 2 giugno del 46, più che mai sovrana,
nacque la Repubblica italiana:
addio monarchia, fascismo, guerra…
pace e amore, canta il cuore, per la sua terra.

Dall’Alto Adige al basso Meridione,
dalla Costa Smeralda a quella Amalfitana,
per mari, monti, colline…
ovunque festosa suona la campana :
è nata la Repubblica italiana!

Una Repubblica per cui,
per la prima volta votarono le donne :
donne che sull’altare del sacrificio
avean perso padri, figli, mariti…
persa ogni speranza,
rifiorita con la Repubblica e con esultanza.

Da quel lontano 2 giugno del 46
13 Capi di Stato, con patriottismo e onore
han segnato il destino di una grande Nazione :
stella fra le stelle dell’Unione Europea,
perla fra le perle di una preziosa collana :
viva la Repubblica italiana!

Maria Salamone


All’evento hanno partecipato, inoltre, l’Accademia di Belle Arti di Perugia, che ha presentato una collezione di abiti artistici indossati da modelle che giravano tra il pubblico attorno alla grande piscina dove erano state allestite le diverse stazioni di un ricco percorso enogastronomico che ha proposto le eccellenze culinarie delle principali Regioni italiane.

All’ingresso della struttura sono state esposte due automobili Abarth, il rinomato marchio creato 70 anni fa dal costruttore Carlo Abarth, al quale l’Ambasciatore Cristiano Gallo ha rivolto un tributo nel suo discorso. Molto interesse ha suscitato la HyperCar realizzata per l’occasione della Festa Nazionale dai giovani costruttori e designers della Casa Frangivento di Moncalieri-Torino, così come apprezzate sono state le essenze artigianali (luxury perfumes) proposte dalla società Acqua dell’Umbria, i succhi biologici de “Il Melograno” di Santarcangelo di Romagna (Ravenna), il caffè colombiano di “Oasis Café”, prodotto a Ventimiglia per l’Associazione Oasis for Peace.

Due bravi e simpatici cantanti napoletani, Giuseppe Gambi (tenore) e Carlo Famularo (compositore della sigla della serie televisiva “ Un posto al sole” hanno allietato la serata con canzoni del repertorio italiano e napoletano, riscuotendo grande successo. In definitiva, una serata memorabile che rimarrà scritta negli annali del cuore e del tempo.

Nelle foto: l’Ambasciatore Cristiano Gallo nel corso del suo applaudito discorso; la poetessa Maria Salamone (diploma “WLa Repubblica Italiana”) con la moglie dell’Ambasciator Gallo, Sabrina Ducceschi; Maria Salamone con Ezio Greggio; l’Ambasciatore Cristiano Gallo con la poetessa Maria Salamone.
(N.B.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2020 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XIV - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!