Home » ARTE, PRIMO PIANO, SAVONA » Itinerario artistico di fine anno ad Albenga partendo dalla Biblioteca Civica Comanedi

Itinerario artistico di fine anno ad Albenga partendo dalla Biblioteca Civica Comanedi

Albenga. Sono numerose le offerte artistiche e culturali nel centro storico albenganese per trascorrere l’ultimo giorno dell’anno. Oltre agli importanti ed interessanti Musei cittadini (Diocesano, Civico Ingauno, Navale, Torre Civica, Magiche Trasparenze e dell’Olivo) infatti vanno segnalate ben sei mostre temporanee che elenco brevemente.

Alla civica Biblioteca “Simonetta Comanedi”, diretta con passione dal dottor Antonio Giordano, proseguirà, fino all’ 8 gennaio, la bella personale dell’artista finalese Paola Moreno. “Immagine e coscienza in divenire” è il titolo proposto dall’esposizione che mette in mostra una trentina di pezzi realizzati dall’ artista-cantante: “Il tema della mostra – commenta la stessa Moreno – verte intorno al concetto del non genere. Quel che sembra essere astratto non è altro che una conoscenza inconsapevole, una realtà ancora sconosciuta al sapere dell’ occhio, ma non al sapere dell’inconscio. A questa realtà l’artista giunge spesso per visioni, o intuizioni. La mostra alterna opere figurative surreali ad opere appunto astratte, raccontando il continuo dialogo tra l’ io ed il mistero dell’ universo”.

Orario dal lunedì al venerdì’ dalle 10 alle 19, sabato dalle 10 alle 15. Al Museo Diocesano è invece ospitata una interessante retrospettiva dedicata a don Luigi Morelati. storico parroco di Cristo Re ad Imperia.

“L’esposizione – dice monsignor Giovanni Battista Gandolfo, giornalista e critico d’arte – vuol mettere in luce il talento artistico di don Luigi e la sensibilità che trovava libero sfogo nelle sue creazioni, animate da una forte potenza espressiva. Il suo grande impegno verso il prossimo e il suo amore per la gente e per Dio emerge evidente dalle sue opere, dove trovano spazio sia la sofferenza di Cristo e dell’uomo che il silenzio delle montagne e i bellissimi volti di Madonna”.

La mostra proseguirà fino al 31 gennaio.

Si è chiusa ieri la tradizionale collettiva natalizia dell’Ucai (Unione Cattolica Artisti Italiani) allestita nella sezione di Albenga-Imperia, situata nella splendida piazza dei Leoni. In mostra una quarantina di opere di molti artisti appartenenti al sodalizio ingauno che si sono impegnati a realizzare creazioni sul tema: “ Natale: La vita che rinasce”.

Una interessante mostra dedicata all’artista versiliese Marco Giordano è ospitata nelle sale del terzo piano di Palazzo Oddo. “Meminisse iuvabit- i nostri maggiori” è il titolo della mostra che presenta al pubblico una serie di opere realizzate con la tecnica del dripping dall’ affermato artista toscano che ha ritratto, per l’occasione, dodici persone illustri che hanno inciso nella storia del settimanale “Il Mondo” di Pannunzio, lasciando una traccia all’interno del “Centro Pannunzio”.

L’ esposizione, che mette a disposizione del pubblico le pregevoli opere del maestro e musicista jazz Marco Giordano è visitabile fino al 9 gennaio dal martedì alla domenica dalle 10 e 30 alle 12 e 30 e dalle 15 e 30 alle 18 e 30. Prosegue con successo anche l’ omaggio degli artisti appartenenti all’associazione “Amici nell’arte”, alla grande pittrice messicana Frida Kahlo che è ospitato nella Torre Civica del Vecchio Palazzo comunale ingauno. La mostra vede esposte opere di venti artisti internazionali appartenenti alla stessa associazione artistica e culturale che ha varato il progetto organizzato in occasione del 60° anniversario della sua scomparsa dell’artista. In mostra anche lavori dei bambini e dei giovani delle scuole di Albenga.

“Viva la Vida! Frida Kahlo: il coraggio di vivere” è il titolo della collettiva che presenta opere di Walter Accigliaro, Maidè Aicardi, Cesare Botto, Elisabetta Brunetti-Buraggi, Carlos Carlè, Pietrina Cau, Mario Dabbene, Gabriele Di Costanzo, Daphne Folliero, Marinella Franchi, Marilisa Giordano, Mario Mondino, Caterina Massa, Constantin Neacsu, Silvio Rosso, Carmen Spigno, Magda Tardon, Luisa Tinazzi, Vasile Tolan e Giovanna Usai. La mostra, allestita da Pierluigi Luise, proseguirà fino all’ undici gennaio con il seguente orario: dalle 16 alle 19 e chiusura al lunedì.

C’è infine una interessante mostra d’altri tempi nella sede della “Veggia Arbenga”. Si tratta di oggetti, documenti e materiali che hanno lo scopo di rinfrescarci le idee sulla tradizione ligure di Natale. L’esposizione è in via Roma al pianterreno di Palazzo Oddo. Sono messi in evidenza pezzi d’epoca originali prestati dai soci dell’Associazione: piatti e bicchieri del 1930, credenze, arredi per lo studio del padrone di casa e dell’angolo dei nonni, strumenti musicali, ritratti di familiari e persino ricette originali. Una mostra da non perdere, visitabile tutti i giorni dalle 15 alle 18 e 30 e nelle mattine di martedì e domenica dalle 10 alle 12, fino a martedì 6 gennaio”.
(Claudio Almanzi)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!