Home » NEWS FUORI REGIONE » In libreria il nuovo romanzo “L’Amore Cattivo” di Francesca Mazzucato (Giraldi Editore)

In libreria il nuovo romanzo “L’Amore Cattivo” di Francesca Mazzucato (Giraldi Editore)

San Lazzaro di Savena (Bo). E’ in libreria  “L’Amore Cattivo” (Giraldi Editore, pagina 200, Collana “Riflessi del presente”), nuovo romanzo di Francesca Mazzucato che da anni si occupa del corpo, delle sue mutazioni e rappresentazioni e che ha già pubblicato innumerevoli romanzi, saggi brevi e racconti, tradotti in Francia, Germania, Grecia, Spagna e USA. Sulla sua opera sono state scritte anche tesi di laurea. In “L’Amore Cattivo” racconta la storia di una degenerazione ossessiva dell’amore, ambientato a Milano, ma potrebbe essere qualsiasi realtà. Un testo ad alta tensione per i profili psicologici molto intensi e strutturato su un doppio binario, maschile e femminile. Diverse le recensioni su questo libro. Ne riportiamo una della giornalista professionista Camilla Ghedini dell’Ufficio Stampa @ Comunicazione che ha curato anche la prefazione dello stesso romanzo.

Col suo nuovo romanzo, “L’Amore Cattivo” (Giraldi Editore), Francesca Mazzucato, non lesina in durezza. Tratta dell’amore che degenera in ossessione, e che per questo, forse, non è neppure mai stato amore. Lo fa utilizzando il codice interpretativo della cattiveria – preferendolo a ‘malattia’ – , quella usata dai bambini per codificare il mondo, dove nell’aggettivo ‘cattivo’ c’è tutto ciò che attiene all’istinto. Quindi la diffidenza, la paura, il buio, il freddo, l’ansia, la perdita di controllo. Il bisogno di aggrapparsi alla mano dei genitori, che da adulti diventa bisogno di condurre la propria vita condividendola con qualcuno. Quello di Mazzucato è un viaggio nella menti femminili e maschili dei protagonisti, Nora e Alessandro, pubblicitaria di successo lei, professionista immobiliare lui. Ambientato a Milano, è  la storia di un incontro casuale, in una libreria della stazione centrale, col suo susseguirsi di trepidazione, speranza, desiderio. Sia di essere amati che si sopraffare. Mazzucato racconta l’amore tra sogno, rassegnazione, abnegazione, rivendicazione. Conduce il lettore nel disagio e nella disumanità, lo accompagna di pagina in pagina nei meandri dell’età adulta che deve darsi un ‘senso’ -  rinuncia o prevaricazione che sia – , partendo dall’infanzia, laddove l’anima di noi tutti si forgia. E in questo, cerca di dare una spiegazione, trovandola, del perché si possa arrivare da un lato a negare se stesse, dall’altro a volere dominare gli altri. Le risposte sono nei rispettivi passati. Famigliari per Nora, sentimentali per Alessandro. Mazzucato, come scrive Camilla Ghedini, nella prefazione, «mette in stretta relazione l’età adulta con l’infanzia, palesando – seppur non dichiarandola e lasciandola all’intuizione e alla sensibilità del lettore -  una verità sacrosanta: se non ti sei sentita amata dalla mamma, non ti sentirai mai veramente amata da nessuno; se la mamma è stata cattiva, allora non potrai mai riconoscere davvero la cattiveria degli altri, perché in qualche modo ti sembrerà normale, giusta, addirittura meritata». E così offre lo spunto per capire quei tanti fatti di cronaca apparentemente inspiegabili e improvvisi. Per comprendere come si può arrivare a provare (per lui) e ad accettare (per lei) un amore… cattivo.

Ricordiamo che Francesca Mazzucato, laureata in Lettere e specializzata in Biblioteconomia, è scrittrice, consulente editoriale e traduttrice. Ha pubblicato 16 libri. Collabora con magazine, portali come GQ-Menstyle, riviste letterarie. Si occupa di erotismo, viaggi, costume, new media e critica letteraria. Nel 2003 ha vinto il premio Fiuggi ed è arrivata seconda al premio Argentario-Narrativa donna. Fra i suoi romanzi: “Hot line”, Einaudi; “Relazioni scandalosamente pure”, Marsilio; “L’anarchiste”, Aliberti; “Confessioni di una coppia scambista”, Giraldi; e “Kaddish profano per il corpo perduto”, Azimut, ambientato a Budapest e dedicato al premio Nobel Imre Kértesz. A Febbraio 2009 è uscita negli Stati Uniti l’antologia “Rome Noir”, per Akashic Books. Contiene racconti di Lucarelli, Carofiglio, e altri, insieme a “Tiburtina noir blues” di Francesca Mazzucato. Sulla sua opera sono state scritte alcune tesi di laurea. Svolge da tempo l’attività di consulente editoriale. Ha avviato la collana delle “Confessioni” e “Riflessi del presente” per Giraldi editore, ha collaborato a progetti sulla scrittura femminile con case editrici italiane come Edizioni Creativa e straniere, dal 2009 dirige la collana “Cahier di viaggio” per le edizioni Historica. Sempre nel 2009 è uscita “Romanza di Zurigo: mosaico eretico e visionario”. Fa parte del Who’s Who in Italy 2009/10. Nel 2010 è uscito”Autobiografie Pornografiche”, Giraldi Editore, e il saggio “Storia del preservativo”, Odoya edizioni, che ha tradotto e curato. Vive in una terra di frontiera

Per contatti con la giornalista Camilla Ghedini – Tel. 335454928; e-mail: info@ufficiostampacomunicazione.com

Per informazioni e richiesta del libro rivolgersi a GiraldiEditore – Via della Fisica, 33 – 40069 San Lazzaro di Savena (Bo) – tel. 051-6256539; fax 051-6256312; e-mqail: info@giraldieditore.it; ufficiostampa@giraldireditore.it; twitter@giraldi_editore
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!