Imperia. Mostra di acquarelli di Pierangela Fierro Trincheri

Scritto da Redazione Il 25 marzo 2014 @ 16:47 Nella categoria ARTE,IMPERIA

Imperia. In via de Sonnaz  8 ad Imperia, vicino alla Camera del lavoro, in quella che per 25 anni è stata l’erboristeria Santa Chiara, saranno in esposizione per alcuni giorni i lavori più recenti di Pierangela Fierro Trincheri che in questo locale ha svolto la sua attività. Sarà sicuramente per lei una forte emozione condividere con i visitatori le sensazioni che scaturiscono dai suoi acquerelli,  proprio nello stesso locale dove ha ascoltato  i problemi di molti suoi clienti ed ha scrupolosamente cercato di risolverli con prodotti naturali e buoni consigli. Dopo aver cessato l’attività e tre tentativi di affitto del locale andati clamorosamente a male l’erborista/pittrice ha pensato di trasformare il suo negozio in una sala per esposizioni, conferenze e momenti culturali.

L’autrice, appassionata di disegno fin da bambina, da anni, avendo a disposizione più tempo, si è dedicata alla tecnica dell’acquerello, realizzando dipinti a tema naturalistico. Dopo ben due edizioni della riuscitissima mostra nella Sala comunale Polivalente di Piazza del Duomo dal titolo “Uccelli del nostro territorio”, insieme al valente fotografo Gianpietro Pittaluga, ha deciso di aprire questo suo spazio in centro città, per far conoscere i suoi lavori. Tema della mostra sono sia soggetti ornitologici, che da sempre affascinano l’autrice, sia i frutti della terra, che nella loro semplicità ci portano il messaggio delle stagioni.

Ma ecco cosa ci dice Pierangela: “Anche se ho disegnato a matita e dipinto ad olio ed acrilico, la tecnica dell’acquerello ha per me un fascino particolare per la sua delicatezza, la sua precisione, le sue velature che alleggeriscono i soggetti dipinti. E’ una tecnica tutt’altro che facile, che richiede molta concentrazione e proprio per questo mi piacerebbe definirla una meditazione, in cui ci si apparta dal mondo esterno e si diventa un tutt’uno con il foglio di carta. Quando si inizia a bagnare la carta bianca, vuota, si ha in mente una figura, dei colori. Via, via  tutto prende forma e sul finire pare quasi di essere stati toccati da una magia che ci ha concesso di trasformare il nostro foglio in un qualcosa di vivo, di trasmettere un’emozione, un ricordo. Il mio primo importante lavoro, che ha richiesto parecchio tempo per la sua realizzazione, è stato il libro sugli uccelli di Liguria, che ho scritto insieme a mio marito Natale Trincheri, dal titolo ”Il rissoso pettirosso e gli altri. Uccelli di Liguria, vita, curiosità, carattere…”. Nelle pagine del libro, oltre alle notizie ornitologiche, affiancate da detti popolari e racconti in cui si affaccia prepotente la tradizione e la cultura locale, si scoprono i nostri amici alati raffigurati ad acquerello e si ritrovano così una cinquantina tra gli uccelli più comuni e conosciuti che volano nel nostro cielo. Lo scorso anno, a Bellissimi, dove sono residente, ho realizzato un murales che, insieme agli altri sette che si possono ammirare sulle pareti delle case, vede raffigurato in modo personale il tema delle mongolfiere di carta. Infatti la nostra frazione, conosciuta anche come il “Paise di balui”, ha come antica tradizione appunto quella delle mongolfiere di carta velina, che allietavano l’uscita dalla Chiesa dopo i vespri. Oggi l’associazione “ Amici di Bellissimi” si è impegnata a far rivivere anche fuori dal proprio comune tale arte, allietando feste patronali o facendo conoscere questo manufatto nelle scuole, ma anche arricchendo pareti di abitazioni con murales sul tema.  La realizzazione di questo murales mi ha arricchito profondamente, perché sono riuscita a realizzare un’idea su di una superficie notevolmente più grande di quella a cui ero abituata e con una tecnica completamente diversa, è stato quasi come superare una sfida con me stessa. Molti sono stati i riconoscimenti personali riscossi durante le numerose mostre realizzate, ma  spesso quando mi soffermo a guardare i miei lavori vedo, al di là della capacità artistica personale, che sicuramente è cresciuta con l’esercizio ma ancora tanto anela di imparare, un qualcosa di inafferrabile, di inspiegabile, che non viene da me, ma che mi è stato regalato senza un preciso motivo: mi sento così in dovere di meritarlo mettendolo a frutto nel modo migliore. Per questo ho sempre affiancato alle mie mostre progetti per ragazzi che non hanno avuto la mia stessa fortuna di poter studiare e costruirsi un futuro”.

La mostra sarà aperta dal 27 al 30 marzo dalle ore 16 alle 19. L’inaugurazione è per giovedì 27 alle ore 16. Ingresso libero.
(C.S.)



Articolo pubblicato da: LIGURIA 2000 NEWS

URL dell'articolo: http://www.liguria2000news.com/imperia-mostra-di-acquarelli-di-pierangela-fierro-trincheri.html

Copyright © 2007-2018 Liguria 2000 News 'Testata giornalistica telematica di informazione'