Home » ARTE, IMPERIA » Imperia. Mostra Azzurro Mediterraneo di Serenella Sossi alla Biblioteca Lagorio

Imperia. Mostra Azzurro Mediterraneo di Serenella Sossi alla Biblioteca Lagorio

Imperia. Martedì 1° settembre si inaugura la mostra Azzurro Mediterraneo di Serenella Sossi presso la Biblioteca Civica “L. Lagorio” – Sala Mostre Piazza De Amicis – Imperia.

Dopo 5 anni Serenella Sossi torna nella sua Imperia con una mostra personale di pitture e sculture. L’artista “imperiese di Nizza” che in questi ultimi anni ha esposto e partecipato a molti importanti eventi d’arte contemporanea a livello internazionale, la maggior parte grazie all’attivissima Galleria Monteoliveto, è lieta di occupare nuovamente le belle sale della Biblioteca Civica, recentemente ampliate, con questa mostra itinerante che ha già toccato i porti di Nizza e di Milazzo.

Ad Azzurro Mediterranneo versione imperiese, saranno esposti dipinti dalle tematiche care all’artista: vele, mare, lune ma anche quadri di tendenza informale/astratto sempre in sintonia col soggetto trattato e un paio di nuovi dipinti di grande formato su cui azzurri e blu carichi di luminosità primeggiano.

Azzurro Mediterraneo è un colore di tante sfumature e tonalità di azzurro, un azzurro cangiante e in movimento come il mare; è il colore del Mare Nostrum, quello della nostra storia, delle nostre origini, mare che dà vita, origine e centro dell’universo, quel centro del mondo che, secondo Omero, era situato in Ogigia, l’isola di Calipso; è l’azzurro luminoso dell’orizzonte infinito, il blu profondo dove immergersi alla ricerca di se stessi, è il nero della morte che tutto sommerge come un mare di piombo di troppe morti, passate e recenti… Così viene definito da Serenella Sossi.                                                                                     

Una visione di passaggio tra ieri ed oggi; tra antichità e contemporaneità. Uno sguardo d’arte allargato ove si attingono, si apportano e si mescolano valori antropologici, culturali- sociali, veicolati dalla ricerca interiore e speculativa propria dell’artista. Sottolinea Maria Galasso, critico d’arte, scrittrice, giornalista, Cavaliere della Repubblica Italiana.

Nella visione artistica di Serenella Sossi, il Mediterraneo assume un corpo, una sensualità, un senso d’infinito, ha una sua energia del profondo, una sua dimensione metafisico-onirica e spirituale nella pennellata multistratigrafica; ha una sua pluralità etnica, è crocevia di culture, un arcipelago di miti e di leggende, di memorie dell’antico, ma anche di poesia, d’introspezione psicologica che si compone e scompone nel mosaico infinito delle luci e dei colori di forme plasmate nella materia impregnata d’azzurro, di toni sospesi tra il persiano lazward (lapislazzulo) e il blu Klein. È quanto, scrive Maria Grazia Imarisio, docente di Storia dell’Arte presso l’Ateneo torinese, curatrice di mostre, autrice di volumi e saggi, relatrice in conferenze e convegni sull’Arte contemporanea, collabora con La Stampa e col Giornale dell’Arte ed è attualmente impegnata a scrivere un manuale di storia dell’arte per i licei.

Al richiamo verso la libertà, al Mediterraneo, luogo di incontro di civiltà e all’arte che unisce i popoli, è dedicata la mostra personale di Serenella Sossi. È il naturale fluire del percorso avviato dall’artista che già in passato ha proposto il suo mare. Un mare da abbracciare e nel quale immergersi, soffermandosi a guardare quei toni di blu di Nizza, dove l’artista imperiese vive e lavora ormai da anni, un mare “di un blu accecante, quasi sfacciato e partire su immaginari battelli, verso orizzonnti sconosciuti, tranquilli, tumultuosi. S.S.

Serenella Sossi, aggiunge Chantal Lora, direttrice della Galleria Monteoliveto Napoli-Nizza- artista eclettica, si esprime sia in pittura che in scultura con carattere e forte personalità. Nonostante la consolidata maturità artistica non teme di cambiare e sperimentare con l’intento -inconscio?- di trasmettere la propria sensibilità e creare il contatto empatico e di comunicazione privilegiata con chi sa entrare in sintonia con la sua arte e il suo messaggio. Da Imperia, Liceo Artistico a Genova, poi Torino, da anni ormai vive a Nizza (FR). Con Galleria Monteoliveto Napoli-Nizza e Museo MIIT di Torino, ha partecipato e partecipa a innumerevoli prestigiosi Saloni ed eventi d’Arte Contemporanea in tutta Europa.

Dal 1° al 22 settembre 2015 saranno esposte sculture ispirate al mondo marino in bronzo, terra cotta, ceramica, ardesia, pietra del Gard e l’inedita serie definita dall’artista relitti, piccole sculture di materiale di recupero di provenienza marina ispirate all’arte povera, altro movimento di predilezione dell’artista.

Riferimenti storico mitologici e filosofico spirituali saranno percepibili, come sempre, nei lavori di Serenella Sossi.                                                                 Si ricorda, inoltre, il ricco programma di eventi durante tutto il periodo della mostra che, con inizio il 1° e chiusura il 22 settembre, avrà orari d’apertura.

- 1° settembre 2015, martedì, ore 18, Sala Convegni – Inaugurazione, introduce Maria Galasso, critico d’arte.  
- 11 settembre, venerdì ore 18, “Passeggiata con letture e musica tra le opere esposte”: intervengono gli allevi della Scuola di musica “Luchino Belmonti” e del Teatro “Lo Spazio Vuoto” Iole Di Bernardo e Amedeo Casella.
- 18 settembre, venerdì ore 18, Sala Convegni, Conferenza e dibattito con intermezzo musicale, relatori:                                                                                 Maria Grazia Imarisio, storico dell’arte: “Educare l’anima oltre lo sguardo: arte contemporanea dell’azzurro”.                                                                     Chantal Lora, direttrice e Antonio Ciervo, curatore artistico, Galleria Monteoliveto Napoli Nizza:                                                                                               “Dall’Azzurro Mediterraneo nell’arte contemporanea il percorso internazionale di Serenella Sossi, il suo arcaico contemporaneo con Calipso personaggio universale e autobiografico”.

Intermezzo musicale degli allievi della Scuola “Luchino Belmonti”.

- Visite guidate a cura dell’artista durante il periodo dalla mostra: mercoledì alle ore 17 e giovedì alle ore 11.                                                                           Sono in programmazione visite guidate per le scolaresche. Per le visite guidate di gruppi e scolaresche è gradita la prenotazione presso la biblioteca.      (Francesco Mulè)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!