Home » IMPERIA, PRIMO PIANO » Imperia. Continua il controllo della filiera ittica da parte della Guardia Costiera

Imperia. Continua il controllo della filiera ittica da parte della Guardia Costiera

Imperia. Continua l’ intensa estate per gli uomini della Guardia Costiera imperiese, impegnati anche nel controllo della regolarità di tutta la filiera ittica. Nella giornata di ieri, 1 settembre, durante un controllo di Polizia Marittima nei confronti di un noto ristoratore dianese, personale militare dipendente riscontrava il cattivo stato di conservazione di ben kg 40,7 di prodotto ittico (tra cui seppie, orate, calamari, gamberoni, spigole), non correttamente conservato nei frigoriferi del predetto esercizio commerciale. Con la collaborazione del personale dell’Asl 1 imperiese i militari ponevano sotto sequestro penale quanto rinvenuto, ai fini della successiva distruzione, su autorizzazione del magistrato di turno della Procura della Repubblica di Imperia, in quanto non idoneo al consumo umano. Successivamente veniva quindi notiziata la stessa Procura con una Informativa di Reato per violazione dell’art. 5, lettera b), legge 283/62, punito dall’art. 17 della stessa legge, per detenere ai fini della somministrazione / distribuzione per il consumo sostanze alimentari in cattivo stato di conservazione.

Nell’ambito dello stesso controllo, inoltre, si provvedeva ad elevare, a carico dello stesso esercente, un processo verbale di illecito amministrativo per violazione dell’art. 18, Reg CE n° 178/2002, punito ai sensi dell’art. 2 del Dlgs n° 190/2006, per un ammontare di euro 1.500, in quanto si rinveniva prodotto ittico commercializzato privo della prevista rintracciabilità.

Un intervento quindi a garanzia del consumatore, in un periodo ancora di forte afflusso turistico nel corso del quale importante è l’immagine di un territorio, che offra ai turisti sole, divertimento ed anche cibo sano e genuino; un intervento che pone in risalto l’importanza della sinergia tra le Istituzioni presenti nel territorio, quali la Guardia Costiera e l’Asl, per una maggiore efficacia, efficienza ed economicità degli interventi, soprattutto in un periodo, come quello attuale, caratterizzato dalla scarsezza di risorse a disposizione dell’Amministrazione pubblica.

Con l’occasione si ricorda ai consumatori che le disposizioni vigenti prevedono la tracciabilità di tutti i prodotti ittici dal primo momento in cui vengono pescati fino all’ultima fase presso il consumatore finale, in modo tale da garantirne la provenienza e la genuinità. 

Imperia. Continua l’ intensa estate per gli uomini della Guardia Costiera imperiese, impegnati anche nel controllo della regolarità di tutta la filiera ittica. Nella giornata di ieri, 1 settembre, durante un controllo di Polizia Marittima nei confronti di un noto ristoratore dianese, personale militare dipendente riscontrava il cattivo stato di conservazione di ben kg 40,7 di prodotto ittico (tra cui seppie, orate, calamari, gamberoni, spigole), non correttamente conservato nei frigoriferi del predetto esercizio commerciale. Con la collaborazione del personale dell’Asl 1 imperiese i militari ponevano sotto sequestro penale quanto rinvenuto, ai fini della successiva distruzione, su autorizzazione del magistrato di turno della Procura della Repubblica di Imperia, in quanto non idoneo al consumo umano. Successivamente veniva quindi notiziata la stessa Procura con una Informativa di Reato per violazione dell’art. 5, lettera b), legge 283/62, punito dall’art. 17 della stessa legge, per detenere ai fini della somministrazione / distribuzione per il consumo sostanze alimentari in cattivo stato di conservazione.

Nell’ambito dello stesso controllo, inoltre, si provvedeva ad elevare, a carico dello stesso esercente, un processo verbale di illecito amministrativo per violazione dell’art. 18, Reg CE n° 178/2002, punito ai sensi dell’art. 2 del Dlgs n° 190/2006, per un ammontare di euro 1.500, in quanto si rinveniva prodotto ittico commercializzato privo della prevista rintracciabilità.

Un intervento quindi a garanzia del consumatore, in un periodo ancora di forte afflusso turistico nel corso del quale importante è l’immagine di un territorio, che offra ai turisti sole, divertimento ed anche cibo sano e genuino; un intervento che pone in risalto l’importanza della sinergia tra le Istituzioni presenti nel territorio, quali la Guardia Costiera e l’Asl, per una maggiore efficacia, efficienza ed economicità degli interventi, soprattutto in un periodo, come quello attuale, caratterizzato dalla scarsezza di risorse a disposizione dell’Amministrazione pubblica.

Con l’occasione si ricorda ai consumatori che le disposizioni vigenti prevedono la tracciabilità di tutti i prodotti ittici dal primo momento in cui vengono pescati fino all’ultima fase presso il consumatore finale, in modo tale da garantirne la provenienza e la genuinità.

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!