Home » LA POSTA » Ilva: grave e inutile per l’ambiente non dissequestrare i prodotti finiti

Ilva: grave e inutile per l’ambiente non dissequestrare i prodotti finiti

Dalla Federazione Italiana Metalmeccanici riceviamo e pubblichiamo.

Dichiarazione del Segretario nazionale Fim Cisl Marco Bentivogli

Ilva: grave e inutile per l’ambiente non dissequestrare i prodotti finiti.

E’ inaccettabile che chi deve far applicare le leggi decida quali applicare.


“Mentre sono sempre più chiari gli effetti che produrrebbe la chiusura dell’Ilva di Taranto, tutti abbiamo ridiscusso le posizioni rimettendoci in gioco per assicurare un futuro sostenibile alla siderurgia in Italia e a Taranto. Tuttavia, non è pensabile che nel nostro paese ci sia una piccola parte della magistratura che selezioni quali sono le leggi da applicare, finanche le denunce che le vengono presentate. E’ assurdo da parte di chi dovrebbe sovrintendere al rispetto delle leggi.

La magistratura non ha nelle sue prerogative la decisione sulla vita e la morte degli stabilimenti, ma impedire che si violino le leggi. Abbiamo visto di buon grado l’intervento iniziale per colmare anni di vuoto politico e d’incapacità risolutoria. Serve ora, il ripristino di un maggiore equilibrio dei poteri dello Stato, anche perché la situazione attuale ha due effetti, entrambi negativi: non ambientalizzare lo stabilimento e il territorio e mette a rischio ventimila famiglie fornendo un ottimo alibi all’azienda per non dar corso all’AIA.

Dopo la disponibilità dell’Ilva a destinare i proventi dei prodotti sequestrati all’applicazione dell’Aia e salari, riteniamo che il Governo debba dar corso quest’oggi  al decreto che aveva annunciato venerdì sera.

Lo dico chiaramente alla Procura di Taranto, nessuno vuole che l’azienda continui come in passato ad inquinare e sono minoritari e isolati coloro che pensano che si possa, al contempo produrre acciaio e inquinamento come uno scotto inevitabile, ma la sostenibilità della produzione dell’acciaio a ciclo integrale non è un miraggio, è praticata in gran parte del mondo e pertanto possibile anche a Taranto.

L’intervento della Procura è stato utile e importante, ma è il momento di cambiare rotta altrimenti il protagonismo importante avuto sin qui cambierà di segno i suoi effetti saranno devastanti per l’ambiente e per i lavoratori che non meritano di pagare il conto per le colpe di altri”.

Roma,22 gennaio 2013

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!