Home » MUSICA, PRIMO PIANO » Il super format radio “ll Re del Gancio” ideato e condotto da Giancarlo Passarella conquista tutti in Italia e all’estero

Il super format radio “ll Re del Gancio” ideato e condotto da Giancarlo Passarella conquista tutti in Italia e all’estero

Firenze. Via libera all’ascolto de “Il Re del Gancio”, ideato, prodotto e condotto da Giancarlo Passarella che lo spedisce gratuitamente alle piccole emittenti italiane e anche straniere (sono oltre 100). Come la Rai, anche lui fa servizio pubblico…

Da una parte i giovani artisti italiani che non hanno occasioni concrete per promuovere la loro musica. Dall’altra le piccole radio che faticano tanto a rimanere vive! Queste emittenti devono continuare ad esistere, così da fare quel prezioso lavoro di collante con la realtà della provincia italiana: è una di quelle peculiarità (dice Passarella) di cui noi italiani non siamo coscienti. Lo show Il Re del Gancio è una piccola idea per aiutare queste due realtà a frequentarsi. Ricordiamo a tutti che storicamente Giancarlo Passarella è il primo talent scout radiofonico.

Basta ricordare che nel biennio 1986/87 a Rai Stereo Uno, una storica gloriosa realtà del servizio pubblico, vi collaborava con la rubrica che si chiamava “Ululati dall’Underground”. Assieme a lui, conduttori erano Luca De Gennaro, Serena Dandini, Eleonora Mensi e Rupert Bottaro. Il responsabile della rete era Eodele Belisario e Marina Mancini la regista. Tra gli artisti che Giancarlo ha mandato in onda (e che erano sconosciuti al grande pubblico) c’erano i Rats, i Goppions (alla voce Irene Grandi allora 17enne), i Fleurs du Mal, i Crazy Mama & gli E.S.P. (con membri dei futuri Bandabardò) e gli OraZero, dove cantava Ligabue. Lo scorso 13 novembre Giancarlo, come giornalista e critico musicale, ha moderato l’incontro che si è tenuto presso la libreria café Alis di Campi Bisenzio per la presentazione del libro di Elisa Giobbi “Firenze suona” – La scena musicale e artistica raccontata da protagonisti. “Bello vedere che in quest’occasione (ha scritto su Musicalnews.com Maria Liberata Apisconi) tocca al nostro diretur Passarella coordinare il tutto, lui che in quel periodo storico ha agitato le acque di una Firenze che forse si specchiava un pò troppo: per questo dal 1984 al 1989 l’abbiamo visto organizzare, produrre e presentare (dischi, convention, libri, raduni, contest…) che allora furono etichettati come troppo rock e popolari, perché il trend dei primi anni’80 in città era invece più dark, new wave e radical chic! Con l’autrice Giobbi sono intervenuti l’attore Daniele Trambusti, la cantante Susy Bellucci, Erriquez e Orla della Bandabardò. E in quel periodo storico Giancarlo è stato proprio il primo talent scout radiofonico (nel biennio 1986/87 a Rai Stereo Uno, una storica gloriosa realtà del servizio pubblico, vi collaborava con la rubrica che si chiamava “Ululati dall’Underground”), scoprendo gli allora sconosciuti al grande pubblico, oltre alla Bandabardò, artisti come i Rats, i Goppions (alla voce Irene Grandi allora 17enne), i Fleurs du Mal, i Crazy Mama & gli E.S.P. (con membri dei futuri Bandabardò) e gli OraZero, dove cantava Ligabue. Nel pomeriggio dello scorso 2 ottobre, al convegno “Medicina narrativa e tumori rari” tenutosi al Salone dei Cinquecento a Firenze, grande emozione per Giancarlo. Tutti hanno apprezzato il lavoro svolto da Silvia Gasperoni e Gabriella Bernini dell’ospedale pediatrico Meyer ed anche il suo libro “Dolore No-te”, una raccolta di interviste a musicisti e operatori del settore, che hanno avuto esperienze dolorose. Un libro che vuole essere una testimonianza e un esempio per tutti ed offrire un aiuto concreto per l’associazione “Vincere il Dolore Onlus”. E ora passiamo alle nuove puntate da ascoltare.

Lunedì 16 novembre

Primo brano “Relax” del gruppo musicale inglese Frankie goes to Hollywood, che era spesso riconosciuto con la sigla FGTH. Questo, è il loro singolo di debutto che è censurato dalla BBC, ma (grazie anche alla pubblicità suscitata dallo scandalo) raggiunge le vette delle classifiche inglesi dei singoli. Si sono riformati nel 2004, ma senza successo. Nonostante ciò i FGTH vengono ricordati fra i gruppi più controversi di quegli anni nonché la seconda band nella storia della musica britannica a raggiungere la prima posizione con i primi 3 singoli (Relax, Two Tribes e The Power of Love), eguagliando il primato dei Gerry and the Pacemakers avvenuto nel 1964.

Secondo brano in scaletta “Keine Gegenstände aus dem Fenster Werfen” dei fiorentini m2. Sono una reazione musicale nata da due elementi instabili (Matteo Fioravanti e Matteo Bianchini) e che può unirsi a elementi di altro tipo creando ogni volta a differenti reazioni: giusto che questa accada, perché l’artista deve mettersi in gioco. “Global Pigeon” è la prima uscita ufficiale per l’etichetta fiorentina Danza Cosmica.

Martedì 17 novembre

Il primo brano di oggi s’intitola “Meri” dei Gemelli Diversi. Brano celebre di questo quartetto soft hip hop uscito nel 2003 e che tutt’oggi rappresenta forse il loro biglietto da visita: si racconta un rapporto drammatico all’interno del nucleo familiare. A inizio 2014 Strano (voce) e Thema /rapping)hanno intrapreso un tour in giro per l’Italia sotto il nome di 2 Gemelli DiVersi. Il 2 giugno Grido ha annunciato la sua uscita dal gruppo e la sua nuova carriera da solista con lo pseudonimo di Weedo. “Tutto da capo” (2013) è il sesto singolo dei Gemelli DiVersi estratto dall’omonimo album.

Il secondo brano è “A bitter taste” degli Everglade di Rovigo. Segnalati anche in studio di registrazione a comporre musica per un thriller. Gli ex Etilika vengono dalle paludi rovigiane e sognano i Tool e gli Audioslave: sono una risposta italiana alla lezione dei Kyuss e dei Soundgarden.

Mercoledì 18 novembre

Primo brano che oggi Giancarlo ci fa ascoltare a grande richiesta (ce l’aveva fatto ascoltare anche lo scoro 3 novembre) è “Silent running” di Mike & The Mechanics. Nel 1985 dai Genesis arriva il chitarrista Mike Rutherford e chiama Paul Carrack come cantante: l’esordio con questo brano è forte e li balza in cima alle classifiche. Poi ritornano i Genesis e Paul Carrack va a fare il solista. Nel 2011 esce “The Road“, album del ritorno con la nuova formazione, che oltre a Rutherford comprende ora i cantanti Andrew Roachford e Tim Howar.

Il secondo brano è “Il valzer della routine” di Giorgio Maggiore, un simpatico autore milanese, iper produttivo ed anche sarcastico e un pò fuori di testa. Il testo di questo brano è davvero interessante, profondo nei quadri che dipinge, ma il tutto affrontato con un nonsense leggero. Il brano è tratto dal suo primo album “Oasi di cemento” del 2005 . Gli altri suoi album: “I colori che cambiano” (2006), “Dentro ai tuoi sogni” (2007), “Radioanima” (2008).

Giovedì 19 Novembre

Il primo brano in scaletta è “Angels” di David Byrne. Siamo nel 1994 ed è finita l’esperienza positiva con i Talking Heads e Byrne diventa un cantore moderno. …There are no angels left in America anymore / They left after the Second World War heading west / Stopping briefly in Japan during the 60s… Il brano è tratto dall’album “David Byrne” che contiene anche: “A Long Time Ago”, “Crash”, “A Self-made Man”, “Back in the Box“, “Sad Song”, “Nothing at All”, “My Love Is You”, “Lilies of the Valley”, “You & Eye”, “Strange Ritual” e “Buck Naked”.

Il secondo brano s’intitola “The strada to hell” della band livornese Titty Twisters. Il brano che si ascolta è tratto dall’album “In the silvery waters” (LadyMusic Records, 2006). Il quartetto labronico si fa spazio tra tanti cloni di Evanescence ed Helmet, approdando su un isolotto, piccolo ma stabile. L’iniziale nu-metal si sposa con l’hard pop…

Venerdì 20 novembre

Oggi gli ultimi due brani in scaletta. Il primo brano s’intitola “Black Betty” dei Ram Jam. New York nel 1970: Myke Scavone, Jimmy Santoro, Bill Bartlett, Howie Arthur Blauvelt e Pete Charles formano i Ram Jam e sette anni dopo ebbero solo questo grosso successo, poi ripreso da artisti di tutto il mondo, anche in versione rap e da discoteca… La band è stata in attività dal 1970 al 1996 Ultimo album (il terzo) è uscito nel 1994 (“Thank you man”).

L’altro brano del giorno è “New Excess Desire” dei romani Laceblack. L’universo rock di Luca Celletti (front man anche degli Eurosmith) si concreta in questa band che avrebbe ben altro successo, se fosse nata a Los Angeles.

Se gli artisti giovani proposti vi sono sconosciuti, cercate su MusicalNews.Com altre notizie su di loro: scrivete pertanto m2, Everglade, Giorgio Maggiore, Titty Twisters e Laceblack nel motore di ricerca che si trova in alto a destra. Scrivete uno di questi nomi accanto alla parola CERCA: se invece volete che la vostra radio del cuore mandi in onda gratuitamente il format Il Re del Gancio, mandate una e-mail a info@ilredelgancio.it.

Nelle foto: Giancarlo Passarella presenta il suo libro “Dolore No-te” al Palazzo Vecchio (2 ottobre) al convegno “Medicina narrativa e tumori rari”; la copertina dell’album dei m2 “Global Pigeon”; la band Everglade.
(Nino Bellinvia)



Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!