Home » NEWS FUORI REGIONE » Il sindaco Martino Tamburrano ha consegnato le Chiavi della Città di Massafra alla Madonna della Scala

Il sindaco Martino Tamburrano ha consegnato le Chiavi della Città di Massafra alla Madonna della Scala

Massafra. Ieri mattina, come da atavica tradizione, è stato rinnovato il Patrocinio alla Madonna della Scala.

Prima di affidare alla Vergine della Scala le simboliche “Chiavi della Città”, il sindaco Martino Tamburrano nel suo rituale discorso ha fotografato la situazione attuale della nazione e della città soffermandosi anche su particolari episodi che hanno interessato la collettività massafrese.

“Massafra – ha affermato il sindaco – risente della difficile e lunga congiuntura economica, ma è salda ed integra sul piano della coesione sociale. Abbiamo investito molto sul dialogo, sul rapporto con i cittadini, sulla condivisione delle scelte più importanti per il nostro territorio dando spazio ad ogni forma di confronto democratico sulle grandi questioni del paese. Siamo in controtendenza rispetto al quadro politico nazionale, entrato in crisi di credibilità”. Occorre ripristinare – ha continuato Tamburrano – il corretto rapporto tra il cittadino e la politica. Le cronache nazionali di questi ultimi tempi hanno messo a nudo una classe dirigente che gli stessi partiti politici non hanno saputo esprimere e rinnovare. Allora il vero problema è l’uomo, la sua cultura, i suoi valori, la sua capacità di servire il bene comune. La crisi non è solo economica, ma soprattutto morale.

Il vescovo della diocesi di Castellaneta, Mons. Pietro Maria Fragnelli, si è rivolto alla popolazione invitandola ad apprezzare il “quotidiano” ed a trovare in ogni azione la nostra “Madonna”. Mons. Fragnelli ha parlato della “Beata Vergine” come vero “catechismo” per tutti noi.

La protezione della Madonna della Scala risale al 1743 quando in occasione di un devastante terremoto che colpì duramente molte località dell’Italia meridionale, Massafra fu graziata. Il popolo massafrese, attribuendo lo scampato pericolo all’intercessione della Madonna della Scala, la invocò come sua protettrice e ne chiese il riconoscimento al Papa che lo accordò nel 1776.

Nella foto il manifesto stampato a cura del Comune.
(N.B.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

LEGA DEL FILO D’ORO

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!