Home » NEWS FUORI REGIONE » Il noto artista M° Rino Bertino ricorda amici musicisti siciliani scomparsi negli ultimi anni. È nel mondo dello spettacolo da oltre mezzo secolo

Il noto artista M° Rino Bertino ricorda amici musicisti siciliani scomparsi negli ultimi anni. È nel mondo dello spettacolo da oltre mezzo secolo

Guardia/Catania. Da quando aveva sei anni è nel mondo della musica. E’ il M° Rino Bertino, 78 anni il prossimo 13 agosto.  Della sua attività di ottimo esecutore (suona cinque strumenti), compositore di talento, organizzatore di spettacoli, bravo direttore artistico di festival, componente d’importanti giurie di manifestazioni varie, ecc., ne hanno parlato giornali e radio-tv in Italia e all’estero.

E un “jolly” nel mondo dello spettacolo sempre pronto a dare con competenza e serietà la sua collaborazione a quanti gliela chiedono, anche come giurato o presidente di giuria di festival o per consegnare “Premi Culturali” a personaggi del mondo della cultura, dello spettacolo e della televisione ed anche in concorsi per “Miss” di bellezza (Fra l’altro ha premiato il giornalista Enzo Stroscio, l’editore di Globus Magazine Network).

Ora tiene lezioni di musica, serate per matrimoni suonando il violino, e nel nostro recente incontro telefonico ci ha ricordato che nel corso degli ultimi anni ci hanno lasciato diversi maestri da lui conosciuti. Diversi di questi artisti, la maggior parte della provincia di Catania e di Messina, li abbiamo conosciuti anche noi. Maestri che a volte non hanno svolto solo l’attività di musica e canto, ma si sono evidenziati anche in altre attività. Accanto ai nomi è possibile trovare, quindi, qualcuna di queste sigle riguardante altra loro attività musicale: A=autore di testi di canzoni; AR, arrangiatore; BA, banjo; C, compositore; CH, chitarrista; CMB, compositore musiche per banda; CS, compositore di musiche sacre; CT, cantante; DI, discografico; DO – direttore d’orchestra; DB, direttore di banda musicale; E, esecutore di vari strumenti; FI, fisarmonicista; OFS, organizzatore festival e serate; OR, organista: PI, pianista; VI, violinista.

Artisti che abbiamo apprezzato e che ricordiamo volentieri: M° Costantino Cammarata (C), M° Michele Cuccaro (C – BA – CH), LM° Luciano Maglia (PI – tra i suoi allievi ha avuto anche Marcella Bella), Carlo Antonacci (PI – E), M° Gaetano Brindisi (CS – CMB), M° Santi Caruso (A – C -PI – CT), M° Franco Greco (PI – C -  OFS -Direttore Corale  “Pierluigi da Palestrina”), M° Nello Catalano (PI – C – CH), M° Sebastiano Ardita (PI – C ), M° Pippo Patti (PI – C – DI –OF “Vela d’Oro”), M° Isidoro La Rosa (PI – C – OR), M° Giovanni Messina (FI), M° Nunzio Belfiore (FI), M° Alessandro Riggi (PI), M° Franco Laimo (PI – CT – C – Showman), M° Carletto Scuderi (PI – OR – C), M° Pietro Nuccio (C – AR), Prof. Giuseppe Calveri (A – C – DI – OFS), M° Giovanni Santonocito (A – C – OFS), M° Nunzio Famà (A), M° Vincenzo Cecere (C – DB), M° Stefano Milioti (C – FI), Padre Bernardo Modaro di Messina, (compositore di musiche sacre, insegnante di canto corale e composizione presso il Conservatorio “F. Cilea” di Reggio Calabria), i maestri Vittorio Alberti (A) e Ignazio Privitera (C – DO- DI), ai quali si devono centinaia di canzoni di successo in dialetto siciliano, tra cui “Ciuri Ciuri” e “Vitti ‘na crozza”.  Da ricordare con loro il M° Carmen Di Giorgio di Malta  (oltre ad essere insegnante di musica e canto, ha diretto con il marito una prestigiosa scuola che ha permesso a tanti cantanti di esibirsi con successo anche in Italia) e infine il  Cav. Uff. Gaetano Riggio di Caltanissetta (ideatore e fondatore dell’A.S.P.E.S., poeta, scrittore, autore, operatore culturale, artigiano realizzatore di tantissimi manufatti artistici).

Torniamo al M° Rino Bertino che spesso si trova a far parte delle giurie di festival insieme con altri maestri (al Festival di Mascalucia, ad esempio, era con il M° Beppe Vessicchio). A scoprire il suo talento è stato il padre Paolo, insegnante di cinque strumenti, che all’età di 6 anni (quasi 72 anni fa!) lo fece debuttare come violinista nella sua orchestra. ll M° Bertino considera, però, l’inizio della sua carriera artistica all’età di 20 anni, quando, militare, entrò a far parte dell’orchestra reggimentale suonando il mandolino. Tornato in Sicilia continuò a suonare e a formare nel tempo varie formazioni musicali che hanno allietato tre generazioni.  Mel corso della sua attività artistica ha vinto diversi festival, è stato insignito dei titoli di Accademico e di Cavaliere U.C.C.I. e ricevuto numerosi premi, tra i quali: “La Vela d’Argento”, “Premio delle ACI” (Acireale, Acicatena, Acitrezza, Acicastello, Aci Bonaccorsi e Aci S. Filippo), “Gonfalone d’Oro della RAI”, Targa della Nato, “La Fiches d’oro” del Casinò di Sanremo, Targa D’Argento “Castagno dei 100 Cavalli”, “Golden Cross” al Festival di Malta, Premio “Bruxelles Festival”, Premio “Pantheon d’Oro” (presentato in TV da Maria Giovanna Elmi), Premio “I Magnifici delle 7 note”, Premio “Madonnina d’Oro”, Premio “Scudetto d’Oro ” (consegnatogli da Rita Pavone), “Stellina d’Argento”, “Mongibello d’Oro”, “Stella D’Oro”,  “Pilone d’oro”,…  E’ inserito nel volume “I premiati d’Europa”.

Un personaggio vero, preciso, che sa quel che vuole e che ottiene meritamente senza chiedere nulla a nessuno. All’età di 50 anni, ad esempio, decise di laurearsi in lingue e letterature straniere e, poi, a scrivere un libro (“La mia laurea a cinquant’anni”). E vi è pienamente riuscito con successo. Lo conosciamo personalmente dai primi anni ’60 e lo abbiamo seguito sul palco accanto ad artisti come Pippo Baudo, Corrado, Enzo Tortora, Gabriella Farinon, Nunzio Filogamo, Aba Cercato, ecc,…

Dal 1974 al 1985 (ricevendo allora anche gli elogi dei maestri Pippo Barzizza e Angelini) ha diretto l’orchestra del “Festival Sanremo Domani” e “Festival di Sanremo dei Giovani” (trasmessi da Tele Capodistria e Tele Svizzera), organizzati da Sanremo International del M° Mario Cupisti presso il Teatro Ariston e il Casinò. Per 20 anni è stato anche direttore artistico del Festival della Canzone Marinara e,  anche per 20 anni, ha diretto l’Agenzia “Star Spettacoli”, portando in Sicilia artisti come Morandi, Vasco Rossi, i Pooh,…

E iscritto alla SIAE da 43 anni e nella sua vita ha avuto, ed ha, due grandi amori: la musica e la sua famiglia. «Mia moglie e sempre stata con me. Lei era una cantante (la vedette maltese Anna Deguara, sposata nel 1976) e mi accompagnava sempre. Le figlie sono: Isabella che vive a Londra da 18 anni, ha lavorato alla National Gallery e ora lavora per il governo inglese; Loredana che organizza viaggi all’estero. “Per mia moglie (ci ha ancora detto il M° Bertino) ho scritto la mia più bella canzone: “Serbami un caro ricordo”. Canzone con la quale Anna Deguara ha vinto al festival “Sanremo domani” il primo premio per gli stranieri, canzone eseguita anche alla Madison Square Garden di New York. I loro sguardi, quello del maestro e della moglie Anna, sono complici quando insieme ripercorrono il salone, dove hanno trascorso tanti bei momenti della loro vita, che è tappezzato di copertine di dischi, foto di premiazioni, foto con altri noti artisti, lettere di complimenti di noti personaggi italiani e stranieri, medaglie, targhe, coppe…

Il M° Bertino, ha scritto circa 800 composizioni (canzoni, musiche per piano-bar, inni e marce sinfoniche per banda in gran parte incise anche all’estero). Suo poeta ufficiale è Angelo Vecchio con il quale ha scritto, fra l’altro, canzoni per Lady Diana, Andrew e Sarah Ferguson, Carlo e Lady Camilla, principe William e Ketty (Duchessa di Cambridge), Principe Alberto di Monaco e consorte, Carolina di Monaco,… Tra le canzoni, ecco qualche titolo: “Reverence to a great Queen” (scritta per la Regina Elisabetta), “Alive” (composta per la Principessa Carolina e Stefano Casiraghi), “Sicilia mia” (scritta in coppia con il prof. Santi Correnti, presentata al Midem di Cannes), “Ma chèr Bruxelles” e “Maladie love” (lanciate dalla vedette francese Valerie Dubois), “Beloved Freddie” (in omaggio alla memoria del grande Freddie Mercury), “Era romantico” (dedicata ad un giovane cantautore morto durante la guerra in Irak), l’inno “Forza Acireale” (scritto quando la squadra militava in serie B), “Un omaggio ad un grande Presidente” (dedicata nel 2006 all’allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano). “Con gli occhi vedo il cielo”.

Abita a Guardia-Acireale (Catania) e i nostri lettori, direttori di complessi, possono chiedere sue composizioni, inviandogli un’e-mail. Ecco l’indirizzo di posta elettronica: r.bertino1@virgilio.it

Nelle foto: a) il M° Rino Bertino oggi e negli anni ’70 con la sua orchestra “Gli Oscar 70” alla XV edizione del Festival “Sanremo Domani dei ragazzi e dei giovani”.

b) Il M° Rino Bertino riceve il premio del Mediterraneo “Vela d’Argento” dal presidente Nunzio Torrisi e dall’assessore alla Cultura di Acireale Nives Leonardi; da dx il patron del Festival di Mascalucia Maurizio Casella con due elementi della giuria, il M° Beppe Vessicchio e il M° Rino Bertino.

c) Il M° Rino Bertino con la cantante Anna Deguara e Barry Whit e con il gruppo inglese Kim ad the Cadillac.
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!