Home » CULTURA, EVENTI, SAVONA » Il mondo magico di Dino Buzzati giovedì sera ad Albenga

Il mondo magico di Dino Buzzati giovedì sera ad Albenga

Albenga. Giovedì 7 giugno  alle ore 21, a Palazzo Oddo ad Albenga,in via Roma 58, terzo piano, per iniziativa della sezione del Ponente Ligure del Centro Pannunzio, il critico letterario e saggista professor Giovanni Ramella, preside emerito dello storico liceo classico “Massimo d’Azeglio” di Torino,  ricorderà, a 40 anni dalla morte, Dino Buzzati, scrittore, giornalista e pittore tra i più significativi del secondo ’900.

Coordinerà l’incontro Marco Servetto che ricorda: “Dino Buzzati nasce nel 1906 in una famiglia culturalmente molto elevata: il padre  è infatti un docente universitario e la madre è la sorella dello scrittore Dino Mantovani. In questo contesto coltiva il suo talento studiando, leggendo ma anche disegnando e suonando il pianoforte ed il violino. Frequenta il liceo classico con ottimi risultati e si laurea in Giurisprudenza. Nel 1928 entra a far parte della redazione del “Corriere della Sera” come cronista, redazione che non abbandonerà più sino alla fine della sua vita. Il suo primo romanzo dal titolo “Bàrnabo delle montagne” viene dato alle stampe nel 1933 mentre il suo secondo romanzo “Il segreto del Bosco Vecchio” esce nel 1935. Dopo essere stato inviato nel 1939 in Etiopia dal “Corriere della Sera” pubblica “Il deserto del Tartari”, il romanzo considerato il suo primo vero capolavoro se non addirittura il suo più grande libro. Negli anni successivi Dino Buzzati pubblica la raccolta di novelle “I sette messaggeri” (1942), la favola per bambini “La famosa invasione degli orsi in Sicilia” (1945), “Il libro delle pipe” (1945). A partire dal 1945 in poi si dedicherà esclusivamente alla letteratura breve dando alle stampe racconti, libretti teatrali e stralci di diari. Il momento del grande successo arriva nel 1958 quando gli viene conferito il Premio Strega per la raccolta “Sessanta Racconti”. Nel 1960 pubblica “Il grande ritratto”, nel 1963 “Un amore” e nel 1965 “Il capitano Pic e altre poesie”. Dobbiamo infine ricordare che Dino Buzzati ha avuto un buon successo anche come pittore e autore di bozzetti. Muore il 28 gennaio del 1972 lasciando un immenso vuoto nel mondo del giornalismo e della letteratura italiana”.

Ma il nome di Buzzati è anche indissolubilmente legato alla storia di Albenga e di una pagina dolorosa della sua storia di 65 anni fa :l’affondamento della motobarca Anna Maria  il 16 luglio 1947 davanti all’isola Gallinara con la morte di oltre 40 bambini  per affogamento. Buzzati – come ricorda il decano dei giornalisti del Ponente Romano Strizioli – fu  il primo cronista ad accorrere ad Albenga e in alcuni articoli tratteggiò, da straordinario scrittore ed eccezionale giornalista, il dramma di Albenga, delle famiglie dei bambini affogati, ospiti in una colonia di Loano, i cui corpi vennero ricomposti alla Croce Bianca.

Sarà il presidente onorario della Croce Bianca dottor Sebastiano Gandolfo a ricordare l’episodio drammatico ,mentre l’attrice Beatrice Astegiano leggerà due articoli di Buzzati dedicati all’evento tragico che connotò l’estate albenganese del 1947.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti. 
(C.S.)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2018 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XII - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!