Home » NEWS FUORI REGIONE » Il Kiwanis Club di Milazzo ha conferito una targa al Maestro Giuseppe Messina che ha donato una sua opera

Il Kiwanis Club di Milazzo ha conferito una targa al Maestro Giuseppe Messina che ha donato una sua opera

Milazzo. Tutto è stato possibile grazie all’intervento del socio del Kivanis Club Salvatore Coppolino, che da anni segue assiduamente l’operato del Maestro Giuseppe Messina, scultore, pittore, poeta ed altro ancora. E’ stato proprio Coppolino, Infatti, a fare incontrare in maestro con i dirigenti del Club e far si che questo donasse una sua opera in beneficenza. Comunque pensiamo sia più conveniente farci raccontare tutto dallo stesso artista al quale abbiamo posto alcune domande in proposito.

Domanda:Maestro Messina, come si spiega questa sua collaborazione con il Kiwanis Club?

R.:Come si sa il Kiwanis Club è una istituzione internazionale fondata negli Stati Uniti d’America proprio cento anni fa, nel 1915, cioè una organizzazione no-profit di volontari i cui membri si incontrano regolarmente per intrattenere rapporti di amicizia e nel contempo si impegnano per il bene degli altri eseguendo opere di carità sia personalmente che per mezzo di raccolta di fondi. Pertanto sono stato contattato dal rag. Salvatore Coppolino che mi ha comunicato il suo desiderio di avere un dipinto mio da sorteggiare per beneficenza nell’ambito della sua associazione. Io non ho avuto difficoltà di accettare dal momento che sono stato sempre sensibile a questo tipo di attività, così, poco tempo dopo, è stata organizzata una cena, con i dirigenti del Kiwanis alla quale sono stato invitato a partecipare fornito dell’occorrente per incominciare la realizzazione del dipinto in extempore.

Domanda: – Dunque lei ha dipinto la tela nel ristorante?

Ri.: – Per la verità non del tutto. Devo ammettere che s’è creata una simpatica situazione: dopo che mi è stato presentato il Presidente Antonio Lanuzza e gli altri dirigenti, ho cominciato subito a dipingere tranquillamente mentre ero circondato dai presenti incuriositi e dai flash delle loro macchine fotografiche che intendevano immortalare l’evento. Ho cominciato ad abbozzare direttamente con i colori fino a creare tutta l’impalcatura essenziale di quella che sarebbe diventata l’opera ultimata. Ho dipinto fin quando i camerieri non ci annunciarono che erano pronti a servire la cena, perciò, messi via i pennelli e i colori e tolto il camice, presi posto al tavolo: il quadro lo avrei continuato nel mio studio. Così è stato. Finita la cena ci siamo dati appuntamento per il 18 dicembre dove avrei portato il dipinto per essere sorteggiato in occasione della cena prenatalizia.

Domanda: – Ci può descrivere la serata del 18 scorso?

R.:È stata una serata veramente interessante all’insegna della cordialità. Questa volta ho avuto modo di conoscere, ad uno ad uno, tutti i componenti del Club di Milazzo presentatimi dal presidente che dopo ha dato inizio ai lavori, ha illustrato il programma della serata ed ha offerto delle composizioni floreali alle signore ospiti mentre io sono stato insignito di una targa. Poi il cerimoniere ha data il via alla vendita dei biglietti per il sorteggio del mio dipinto che era stato sistemato in modo che tutti potessero vederlo, quindi ha avuto inizio la cena. A metà della serata è stata annunciata la sorpresa di avere tra noi, per il primo di due suoi interventi, il piccolo tenore Antonio Augliera che nel 2010 era stato ospite nella trasmissione di Antonella Clerici “Ti lascio una canzone” e nel 2013 ha partecipato alla trasmissione di Gerry Scotti “Io canto”.

Domanda: – Cosa vi è scritto sulla targa che le hanno attribuito?

R.: “Al Maestro Giuseppe Messina artista eclettico e amico kiwaniano, un sentito ringraziamento per la generosità ed il sostegno dimostrati con la sua donazione - Segue firma – Il Presidente Antonio Lanuzza”

Domanda: Può dirci com’è realizzato la sua opera e chi l’ha vinto?

R.: Il mio dipinto – realizzato con tecnica mista (acrilico ed olio su tela intelaiata di cm 50 X 70), a quanto ho potuto intuire, è piaciuto a tutti i presenti e tutti, hanno fatto capire, avrebbero voluto vincere – la sorte ha voluto che se l’aggiudicasse la signora Lanuzza, moglie del Presidente del Kiwanis. A questo punto mi tocca citare un aneddoto un po’ divertente: Quando sono arrivato nel locale e la signora ha visto il dipinto, mi ha detto, scherzosamente, vedendo che vi era nell’insieme della composizione anche un nudo di donna: “Guardi che se sarò io a vincere questo quadro lei dovrà coprire i seni a questa figura con un reggipetto perché io sto allattando mio figlio ch’è talmente ingordo che appena vede dei seni si butta a capo fitto per succhiare e potrebbe sfregiare il dipinto”. Naturalmente io ho risposto che si sarebbe potuto fare. Comunque dopo abbiamo raggiunto l’accordo che se avesse vinto lei avrebbe dovuto attaccare il quadro in alto dove il suo bambino non sarebbe potuto arrivare.
(Tiziana Cambria)


Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!