Il gruppo “Teatro Satanico” il 2 gennaio 2013 al New Magazine di Massafra

Scritto da Redazione Il 29 dicembre 2012 @ 20:50 Nella categoria NEWS FUORI REGIONE

Massafra. Prima data nel sud Italia nei 20 anni di attività del progetto del gruppo “Teatro Satanico”, mente del cui progetto è Devis Granziera che, lo ricordiamo, si è esibito in agosto 2006 con la sigla DEV a Diamante (Cs) per la rassegna ”Racconti di Pietra” e lo scorso 23 novembre a Massafra con la sigla LUNUS, per “Acquology. Oceano Interiore”.

Ma ecco quanto scrive di lui Nicolas Viorroux.

“Nelle forme spettacolare, che sia teatro, cinema, musica, televisione alcune volte si assiste all’osceno mascherato da “prima tv”, “american story”, ”dovere di cronaca … . L’omicidio è dovere di cronaca. I serial crime a tutte le ore fa odience. Anche in “Don Matteo” si è assistiti all’omicidio. O la madre che in diretta tv ha saputo del ritrovamento del cadavere della figlia. Qualcuno ricorda dell’auto guidata da un extra comunitario che fece strike su 5 ciclisti ammazzandoli tutti?

Era il dicembre 2010 con il particolare che un investito era lo zio di un giovane calciatore dell’Inter. Ma lo scoop grosso, quello vero fu l’ingresso delle telecamere dei tg nell’obitorio con l’orecchio che ha ascoltato i pianti, lo strazzio dei parenti. Il dovere di cronaca fu mandato in onda nei tg delle 13.30 e delle 20.00. Allora perchè indignarsi per un film di Ciprì e Maresco o di Pasolini, oppure organizzare sit-in di protesta ad uno spettacolo de la Societas Raffaello Sanzio, censurare la sigla dell’etichetta discografica francese Invitation au Suicide, farsi il segno della croce se si menziona il gruppo rock dark americano Christian Death o come nel caso in esame Teatro Satanico.

La differenza tra il “dovere di cronaca” esposto sopra e l’offerta spettacolare delle sigle citate è abbissale: nel primo caso si gioca e ci si masturba del dolore altrui mandato in onda in qualsiasi orario, non curanti della fascia di età dello spettatore e mandati in onda sulle reti televisive dove chi osserva con la propria quota è anche “finanziatore”; nel secondo caso parliamo sempre di casi avente come argomento lo spettacolo, quindi anche finzione, e aggiungo che non tutti possono essere Pasolini.”

Nicolas Vierroux, lo ricordiano, 42enne, èstudioso e archivista della biblioteca del Santissimo Culto di Lione. Lavora principalmente tra la Francia e la Polonia, parla perfettamente 5 lingue, tra cui l’italiano, è socio fondatore del progetto A Droite de Dieu ed è appassionato e conoscitore di musica elettronica e real cinema.

I Teatro Satanico fanno musica elettronica colta, genere industrial avanguardistico, dal 1993. Hanno inciso su cd, vinile – in tutti i formati - e cassetta per svariate etichette di tutto il mondo. Hanno anche prodotto video e film. Su wikipedia è riportato che “I Teatro Satanico sono un gruppo ambient industrial italiano nato nel 1993. Nonostante il nome, la band non fa riferimento al satanismo, bensì ad un atteggiamento mostrato da parte degli artisti romantici e decadenti, nei confronti della religione, considerata come “ostacolo alla libertà creativa”.

Il loro vinile 12 in 33 giri “Untitled” del 2000, uscito per l’etichetta austriaca  The Nekofuschata Musick Cabaret, è un disco a tutti gli effetti da culto.

Il leader Devis Granziera, è a tutti gli effetti un compositore e anche insegnante di fields recordigs.

Organizzatore della serata è Massimo Indellicati, fondatore di L.A.F. Org., Jeringas 5cc, Transf. Order e dell’associazione Ambiente H, etichette alle quali dal 2002 il Teatro Satanico collabora. E di questo, naturalmente, né è orgoglioso Massimo Indelicati che vivamente ringrazia Cosimo Zos Khem e, in questa occasione, il New Magazine disco pub massafrese.

Per informazioni: eicoolsat@alice.it

Nella foto. La locandina della serata.
(N.B.)


Articolo pubblicato da: LIGURIA 2000 NEWS

URL dell'articolo: http://www.liguria2000news.com/il-gruppo-teatro-satanico%e2%80%9d-il-2-gennaio-2013-al-new-magazine-di-massafra.html

Copyright © 2007-2016 Liguria 2000 News 'Quotidiano indipendente di informazione'