Home » MUSICA, PRIMO PIANO » Il format radio “ll Re del Gancio” ideato e condotto da Giancarlo Passarella conquista tutti in Italia e all’estero

Il format radio “ll Re del Gancio” ideato e condotto da Giancarlo Passarella conquista tutti in Italia e all’estero

Firenze. Via libera all’ascolto de “Il Re del Gancio”, ideato, prodotto e condotto da Giancarlo Passarella che lo spedisce gratuitamente alle piccole emittenti italiane e anche straniere (sono oltre 100). Come la Rai, anche lui fa servizio pubblico…

Da una parte i giovani artisti italiani che non hanno occasioni concrete per promuovere la loro musica. Dall’altra le piccole radio che faticano tanto a rimanere vive! Queste emittenti devono continuare ad esistere, così da fare quel prezioso lavoro di collante con la realtà della provincia italiana: è una di quelle peculiarità (dice Passarella) di cui noi italiani non siamo coscienti. Lo show Il Re del Gancio è una piccola idea per aiutare queste due realtà a frequentarsi. Ricordiamo a tutti che storicamente Giancarlo Passarella è il primo talent scout radiofonico.

Basta ricordare che nel biennio 1986/87 a Rai Stereo Uno, una storica gloriosa realtà del servizio pubblico, vi collaborava con la rubrica che si chiamava “Ululati dall’Underground”. Assieme a lui, conduttori erano Luca De Gennaro, Serena Dandini, Eleonora Mensi e Rupert Bottaro. Il responsabile della rete era Eodele Belisario e Marina Mancini la regista. Tra gli artisti che Giancarlo ha mandato in onda (e che erano sconosciuti al grande pubblico) c’erano i Rats, i Goppions (alla voce Irene Grandi allora 17enne), i Fleurs du Mal, i Crazy Mama & gli E.S.P. (con membri dei futuri Bandabardò) e gli OraZero, dove cantava Ligabue.

Lunedì 15 agosto

Primo artista: Mike & The Mechanics, gruppo musicale pop britannico.

Nel 1985 dai Genesis arriva il chitarrista Mike Rutherford e chiama Paul Carrack come cantante: l’esordio con “Silent running” (primo singolo estratto dal primo album “Mike + The Mechanics) è forte e li sbalza in cima alle classifiche. Poi ritornano i Genesis e Paul Carrack va a fare il solista. Nel 2011 esce “The Road“, album del ritorno con la nuova formazione, che oltre a Rutherford comprende i cantanti Andrew Roachford e Tim Howar.

Secondo artista: Fabio Zuffanti, bassista, compositore, scrittore e produttore genovese.

Due anni fa con il cd “La quarta vittima”, Fabio Zuffanti va in tour per i suoi vent’anni di attività musicale, cui sono da aggiungere mille altri aspetti culturali. “Il mondo che era mio” è il titolo del Live in studio dello stesso 2014. Come Dj e presentatore TV Zuffanti ha fra l’altro condotto il programma radiofonico “Astrolabio” sulle frequenze di Yastaradio in compagnia Di Riccardo Storti. Lo stesso programma è stato anche trasmesso in diretta televisiva dall’emittente Teleliguria. Fra l’altro autore di diversi libri, tra cui “Malamusica”.

Martedì 16 agosto

Primo artista: Mina, cantante, conduttrice televisiva, attrice e produttrice discografica.

Suo nome all’anagrafe Mina Anna Mazzini, italiana naturalizzata svizzera. Uno dei capolavori della musica italiana è sicuramente “Il cielo in una stanza” (sul lato B “La notte”) la lei interpretato.  Autore è Gino Paoli, ma non risulta nei credits. Oltre mille gli interpreti del brano, ma di Mina (1960 – Italdisc) rimane la più struggente e sentita interpretazione. Balzata immediatamente al primo posto di vendita, vi rimase per 26 settimane consecutive, diventando uno degli evergreen della canzone italiana e pietra miliare del repertorio di entrambi questi due grandi artisti, Paoli e Mina appunto. Tra l’altro nel 1968 Mina ha inserito questa canzone nel suo album “Le più belle canzoni italiane interpretate da Mina”, inciso per la sua etichetta discografica PDU.

Secondo artista: Alessandro Mannarino (Roma), cantautore.

Nato a Roma da padre calabrese, inizia l’attività artistica nel 2001 a metà strada tra fare il dj e il concerto acustico. Poi il successo con “Me sono ‘mbriacato”, tratto dal cd “Bar della rabbia” nel cui cofanetto c’è anche una versione speciale di “Supersantos” con il brano inedito “Vivere la Vita” (all’interno il booklet con i testi delle canzoni e tutti gli accordi!). Alessandro Mannarino, fra l’altro, ha curato la sigla di “Ballarò” su RaiTre e ha partecipato alla trasmissione radiofonica di Radio2 Rai “Vasco de Gama”, per cui ha composto la sigla.  Suo album 2016: “TBA”.

Mercoledì 17 agosto

Primo artista: Tavares, gruppo musicale pop/R&B

Gruppo musicale noto anche come The Tavares Brothers. Erano 5 fratelli (Ralph, Pooch, Chubby, Butch e Tiny) originari da Capo Verde, ma cresciuti a New Bedford, Massachusetts. Il loro esordio discografico nel 1959 come Chubby and the Turnpikes. Fra l’altro hanno fatto parte della colonna sonora del film “La febbre del sabato sera” con la canzone “More Than a Woman” composta dai Bee Gees. Hanno inoltre partecipato alla colonna sonora della serie televisiva Charlie’s Angels con la canzone “Heaven Must Be Missing an Angel”.

Secondo artista: Christos, cantautore, attore

Mario Marcello (suo nome all’anagrafe) è sospeso tra il cantautore e l’attore. Il pubblico a ragione lo definisce un interprete tra Charles Aznavour e Gabriella Ferri: il suo esordio discografico avvenne come Marzio Di Mario. “Amen” (2012) è il sunto di 10 anni di carriera artistica, di percorsi, stimoli e cambiamenti espressi in 10 canzoni.

Giovedì 18 agosto

Primo artista: Franco Battiato, cantautore, compositore e regista.

Al 71enne artista catanese è stato dedicato l’asteroide 18556 Battiato. Si è anche cimentato in altri campi espressivi come la pittura e il cinema. È uno tra gli artisti con il maggior numero di riconoscimenti da parte del Club Tenco, con tre Targhe ed un Premio Tenco. Medaglia d’oro per i benemeriti della cultura. Ha inciso 48 album, Il più recente (2015) “Anthology – Le nostre anime (Antologia + inediti). Lo scorso 31 luglio, nella splendida cornice del Teatro Greco di Taormina, si concluso il suo lungo tour con Alice, un progetto live che ha riscosso ovunque un grandissimo successo e che diventerà anche cd (con probabile dvd) in uscita il prossimo autunno.

Secondo artista: Neapolis in Fabula  di Napoli.

Tra fado, jazz e la tradizione napoletana: contaminazione fra le arti, sonore e visive: per loro uno spettacolo teatrale (a cura di Marcello D’Orta), in cui interviene Giobbe Covatta. La cantante Mena Cacciapuoti, accompagnata al pianoforte dal compositore Giosi Cincotti e con le percussioni di Michele Maione polistrumentista lo scorso 3° maggio ha interpretato le melodie della tradizione napoletana con innovativi arrangiamenti al Théatre de Variétés del Principato di Monaco.

Venerdì 19 agosto

Primo artista: Bob Sinclar, disc jockey e produttore discografico.

Bob Sinclar, pseudonimo di Christophe Le Friantd, il dj più popolare, un Re Mida che trasforma in oro tutto quello che tocca, “World, hold on (children of the sky) – feat Steve Edwards – fa parte del cd “Western Dream” da cui fu tratto l’altro hit “Love Generation”. Nel 2015 ha lavorato nuovamente con Raffaella Carrà (vi aveva collaborato altre volte) per il singolo “Forte”.

Secondo artista: Alessia D’Andrea, cantautrice calabrese.

From dance to rock, from acoustic to electronic: giovane, minuta, grintosa, impegnata socialmente e con un’esperienza internazionale invidiabile che parte da Ian Anderson dei Jethro Tull con cui ha inciso “Locomotive Breath”. Numerosi i consensi internazionali.  Suoi lavori per l’etichetta inglese Ministry of Sound sono stati licenziati non solo in Europa ma in Paesi come il Canada, Cina, Hong Kong, Macau, Taiwan. Firma insieme a DJ Molella, nel 2010 il brano “Paradise”, che diventa sigla del programma radiofonico “Lo Zoo di 105” e si esibisce, come special guest, durante il concerto tributo a Fabrizio De Andrè, al Teatro dell’Opera di Sofia, di fronte alle maggiori autorità nazionali. Nei primi mesi del 2010 il suo videoclip “8 o’ clock” va in rotazione su diversi canali musicali tra cui RAI Music è scelto anche da un programma TV in Cina, mentre il videoclip “Tonight” è inserito da MTV Europe nella World Chart Express. Suo primo album in italiano è stato “Luna d’inverno”.

Se gli artisti giovani proposti ti sono sconosciuti, cerca su MusicalNews.Com altre notizie su di loro: scrivi pertanto Fabio Zuffanti, Alessandro Mannarino, Christos, Neapolis in Fabula e Alessia D’Andrea nel motore di ricerca che si trova in alto a destra. Scrivi uno di questi nomi accanto alla parola CERCA: se invece volete che la vostra radio del cuore mandi in onda gratuitamente il format Il Re del Gancio, manda una e-mail a info@ilredelgancio.it.

Nelle foto: Giancarlo Passarella ritratto da Filippo Milani; copertina originale del 45 giri “Il cielo in una stanza”, canzone interpretata da Mina; Alessia D’Andrea.
(Nino Bellinvia)

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • del.icio.us
Invia articolo ad un amico Invia articolo ad un amico Stampa questo articolo Stampa questo articolo

IMMAGINI DELLA LIGURIA



Meteo Liguria

Meteo Liguria

CAMBIO VALUTE

Il Widget Convertitore di Valuta è offerto da DailyForex.com - Forex Opinioni - Brokers, Notizie & Analisi

TUTTO CINEMA

© 2007 - 2017 LIGURIA 2000 NEWS - Anno XI - Collegati -

Se trovate qualcosa coperto da copyright comunicatelo al webmaster, provvederemo alla sua rimozione, grazie!